Il dughy all'amaraya

Com' era inevitabile che fosse, mi ritrovo qui immersa nei miei pensieri a chiedermi: “Cosa ci sarà oggi per pranzo? Patate? Pollo?” Eh si, perché fino a due giorni fa la mia più grande preoccupazione al rientro di una grandiosa ...

  • di FrancyFrancy
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Com' era inevitabile che fosse, mi ritrovo qui immersa nei miei pensieri a chiedermi: “Cosa ci sarà oggi per pranzo? Patate? Pollo?” Eh si, perché fino a due giorni fa la mia più grande preoccupazione al rientro di una grandiosa snorkelata era proprio questa! Ragazzi la pacchia è finita, da oggi si riparte con il solito tran tran e ben presto dugongo & co saranno l’ennesimo dolce ricordo della terra d’Egitto.

Scrivo per raccontarvi il mio (nostro, mio e del mio fidanzato!) bellissimo, fin troppo fortunato soggiorno in quel di Marsa Alam presso l’“Amaraya club”.

VILLAGGIO: Delizioso, piccolino, accogliente, molto familiare, vista la poca gente alla fine conoscevi un po’ tutti! La sua posizione, nella retroguardia del più grande e maestoso Karahmana lo rende sì più economico ma anche più distante dalla spiaggia “ufficiale”. Ci vogliono circa 5/7 minuti di cammino per arrivarci ma niente di male è una passeggiata del tutto piacevole.

La struttura ha una piccola piscina e un micro anfiteatro per l’animazione, ma per chi vuole può tranquillamente infiltrarsi nel Karahmana per sfruttare le due bellissime piscine ed un mega spazio per le varie attività ricreative. Chi scrive è una persona totalmente allergica a tutto ciò che concerne giochini e spettacolini vari o vita di villaggio in genere. La nostra giornata iniziava alle 7 (ore 6 italiane) e terminava alle 10 (ore 9 italiane) completamente dedicata al mondo sottomarino!! Quello che dicevo all’inizio del pollo e delle patate era una domanda retorica che ci ponevamo ogni giorno con il mio ragazzo, perché la cucina in quanto a secondi aveva come piatto fisso il pollo. Pollo al sesamo, al pomodoro, alle cipolle, alle erbette ma sempre cosce di pollo, e poi patate, patate con pesce, con formaggio, con cipolle...Ma sempre con lo stesso identico sapore, il niente! Non fraintendetemi però, si mangia benissimo, c’era sempre una seconda scelta e la pasta te la facevano lì per lì con gli ingredienti che sceglievi tu! MARE & CO.:Quanto di più bello abbia mai potuto ammirare e non mi riferisco alla spiaggia ma a quello che sta sotto all’acqua. Cose mai viste nemmeno a Ras Mohamed! Ad Abu Dabbab (dove abbiamo passato il 70% della nostra vacanza) abbiamo visto trigoni maculate in quantità, pesci balestra di tutte le razze anche un titano di circa 70cm murene enormi, pesci palla giganti e mascherati oltre alla miriade di angeli, leone, pipistrello, trombetta, chirurgo, pappagallo, farfalla e tutti quelli che ora poi non mi vengono in mente... Non mi sento di parlare della bellezza delle varie spiagge ad uso del villaggio, poiché per noi il fattore sole + abbronzatura era totalmente indifferente. Quello che cercavamo erano le bellezze dei fondali e siamo stati ampiamente accontentati.

L’emozione più grande per quel che mi riguarda è stata di nuotare e ad un certo punto voltarmi e vedere a pochi metri di distanza il pinnone del dolce Dugongo. Siamo partiti da casa con il preciso obiettivo di vederlo e lui, dolce e tondo come mai avrei sospettato era lì a darci il benvenuto. Per non parlare poi delle amiche tartarughe, 4/5 per volta di cui un habitué con un carapace di circa 90cm! Bellissime! Emozioni davvero indescrivibili! ESCURZIONI: La Swan ne proponeva diverse ma noi avevamo già in mente le uniche due da farsi e cosi è stato; LUXOR e ISOLE DI QUALAN.

La prima prevede l’ormai celeberrima carovana di pullman con partenza per noi dell’Amaraya alle 4:30 e rientro alle 00:30. L’escursione prevede visita al tempio di Luxor, Valle dei Re, Colossi di Memmon e tempio di Karnak con attraversata del Nilo. La giornata è lunga e calda. Non faccio parte di chi dice che se tornassi la farei una seconda volta ma credo lo stesso che ne valga la pena, ciò che si vede ha dell’incredibile anche se arrivi ad un punto tale di spossatezza che non riesci ad apprezzare a pieno la bellezza e la maestosità di quei luoghi

  • 544 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social