Sharm el sheik: tra atmosfere e consumismo

Ciao a tutti! questo in egitto è un viaggio che risale a parecchio tempo fa: per l'esattezza estate 2001. decidiamo di seguire un ns amico che a sharm era già stato per immersioni, sapendo che anche per noi, che non ...

  • di roberta1981
    pubblicato il
  • Viaggiatori: in gruppo
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Ciao a tutti! questo in egitto è un viaggio che risale a parecchio tempo fa: per l'esattezza estate 2001.

Decidiamo di seguire un ns amico che a sharm era già stato per immersioni, sapendo che anche per noi, che non siamo sub, il posto avrà tanto da offrire...

Alloggiamo al villaggio "going club reef 1" a sharm.

Purtroppo è una meta da visitare qausi necessariamente in villaggio e questo mi irrita parecchio. Infatti il soggiorno presso questo attrezzatissimo villaggio confermerà il rifiuto assoluto che ho per questo tipo di strutture.

Ilcibo è buonissimo bisogna dire, ma è italiano: pasta e carne ogni giorno... Nemmeno in italia mangio così (infatti ho messo su 2 chiletti). Di cibo egiziano nemmeno l'ombra, se non il pane (ottimo infatti).

E questa è per me la prima pecca, mentre osservando per 2 settimane il resto della clientela (il classico italiano medio direi) ho visto solo compiacimento e soddisfazione... Beh, sarò strana io: non è la prima volta che me lo fanno notare, dopotutto...

Altro da dire con il villaggio eppoi chiudo per parlare delle cose belle che questa vacanza ci ha lasciato...

Il villaggio ha una spiaggia privata molto carina, perchè direttamente sul reef, qdi lo snorkelling qui riserva molte piacevoli sorprese! inoltre il resto del villaggio se ne stava comodamente spaparanzato in piscina (MA XK!!!! SE HAI IL MARE + BELLO D'EGITTO CON TANTO DI REEF!!!! mi spiace ma per me è inconcepibile...) ad ogni modo, oltre la spiaggetta vera e propria a cui si accede tramite un delizioso passaggio, ci sono calette vicine che sono davvero mozzafiato... Eravamo solo io e il mio ragazzo, dato che tutto il resto del villaggio era concentrato in piscina per le varie attrattive di animazione: mah...

Non sanno che si son persi: spiaggia ocra di sabbia finissima, acqua cristallina e una pace fantastica!!! e non vi dico che tramonti...

Dopo qualche giorno di villaggio e animazione, non ce la facciamo più (noi 2: gli altri li vedo belli inseriti con il gruppo degli animatori) e decidiamo, spendendo un pò, di fare qualche escursione che il ns villaggio mette a disposizione.

Da non perdere assolutamente la cammellata nel deserto: è magica, e finalmente un pò d'egitto!!!! si parte nel tardo pomeriggio su un piccolo pullmino che ci porta nel deserto con la guida che ci spiega la storia del sinai e le usanze dei beduini: molto interessante... Arriviamo al campo dove sono appostati i ns cammelli: che animale fantastico!!! il mio cammello aveva l'aria di voler arrivare primo, cosi ho passato gran parte del percorso in testa al gruppo, ma è stato piacevole: infatti, davanti a me solo il sinai al tramonto, senza un'anima... Immaginate che emozione... Ed è li, in quei minuti, sentendomi quasi un tuareg, che ho iniziato ad avvertire un piccolo mal d'africa, male tanto sentito da molti, quando ti imbatti nel deserto africano (quello del sinai non è così spettacolare, ma ci accontentiamo!) e nei suoi tramonti! oltre a questo, a me fa effetto anche la componente religiosa: pensare che questi furono dei luoghi chiave per la nascita della mia religione è un'emozione ancor più grande...

Beh, ormai il cielo si sta scurendo: arriviamo alla tenda di un beduino (molto triste in realtà: infatti è ricostruita appositamente per i turisti e ricorda molto quella del ns villaggio) dove ci viene offerto il tè del deserto e una grigliata di carne con tanto di pane e specialità locali: finalmente cibo egiziano!!!! e ci viene cucinato negli arnesi utilizzati dai beduini, qdi una cena davvero molto suggestiva. Finito di mangiare e bere, ci si sdraia tutti sotto le stelle, in mezzo al nulla del deserto. Era la notte di san lorenzo: immaginatevi che cielo!!! non ho mai visto tutte quelle scie di stelle cadenti! semplicemente fantastico. Si osserva anche qualche minuto di silenzio, giusto per avere il privilegio di sentire per una volta nella vita il silenzio più TOTALE pur essendo all'aperto. Si sente solo il proprio respiro e il cuore che batte. È davvero emozionante

  • 565 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social