Cairo, anarchia e tradizione

Il Cairo non è come te l'aspetti, più che altro perché non sai cosa aspettarti. Nella testa hai la percezione di enormi contrasti: da una parte il fascino della storia antica, di cos'era quel popolo e di cos'è adesso... Per ...

  • di egiziapercaso
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Il Cairo non è come te l'aspetti, più che altro perché non sai cosa aspettarti.

Nella testa hai la percezione di enormi contrasti: da una parte il fascino della storia antica, di cos'era quel popolo e di cos'è adesso... Per cui ti visualizzi piramidi, statue, magnificenza, maestosità, eleganza, cultura, arti&mestieri, misticismo anche...

Dall'altra sai che è una metropoli di circa 20 milioni di abitanti, sai che è la quinta città più inquinata del pianeta, con una cappa costante di smog che vedi e annusi, talmente denso da opacizzare anche il cielo più blu, sai che troverai anche miseria, povertà, frange di fanatismo, ipocrisia estetica e moda spacciate per religiosità, e una dittatura strisciante (ma anche no) spacciata per democrazia oriental style.

Sì perché non parti impreparata sulla realtà delle cose, tantomeno ti fai suggestionare da quello che vogliono noi si sappia: l'Egitto è un Paese democratico, è il luogo comune più noto.

La realtà è un'altra: le presunte libere elezioni svoltesi due anni fa, che hanno prodotto due liste di opposizione a Mubarak, sono state tali solo sulla carta. I due leader dell'opposizione sono stati arrestati con un pretesto il giorno dopo le elezioni e di loro non c'è più traccia.

L'unico giornale d'opposizione politica è finanziato dal governo, serve a far vedere che loro sono democratici.

L'omosessualità è punita col carcere: non esiste un articolo vero e proprio contro, ma i gay sono condannati perché lesivi della pubblica morale con pene da 1 a 5 anni e con invii ai lavori forzati.

Ho decine di esempi di soprusi esercitati sulla popolazione dal governo, soprusi più o meno evidenti.

Il più assurdo che ho sentito riguarda le multe.

E anche qui, altro contrasto incredibile, dato che il traffico del Cairo, il modo di guidare e l'assenza di ogni minimo controllo stradale, fa sembrare Napoli, al confronto, la Lugano del Codice della strada.

Sulle tangenziali cittadine a 8 corsie - immaginatevi la tangenziale di Milano o il GRA moltiplicate per 4 - ti capita di incrociare la limousine e nella corsia a fianco un carretto trainato da un mulo.

Senza contare la gente che attraversa a piedi: sì, avete letto bene, attraversano anche a piedi. In tangenziale.

Nessuno usa le luci anabbaglianti: la sera girano con le luci di posizione e ogni tanto lampeggiano, ma preferiscono usare il clakson perché ritengono maleducato abbagliare la gente.

Assordarla invece, va bene.

Non esiste assicurazione obbligatoria, in caso di incidenti, sono cazzi vostri.

E il bello è che non ho visto un incidente uno, neanche un tamponamento stitico.

In compenso, credo che i miei capelli bianchi siano aumentati di parecchio.

Le multe, dicevo.

A fine anno a ogni titolare di auto o patente arriva sempicemente una fattura da pagare, con la cifra totale delle multe prese durante i precedenti dodici mesi.

Peccato che non ci sia uno straccio di verbale di accompagnamento né mezza foto, solo la cifra da pagare. E non sono possibili ricorsi: la parola del poliziotto è legge insindacabile.

Arrivi al Cairo dopo qualche ora di strada nel deserto, passi il casello, entri in città e la prima cosa che noti sono le cime delle piramidi, che sbucano tra un palazzo e l'altro...

Ma come? Le piramidi in città? Sì. La piana di Giza è in piena città.

Da brava ignorante, quella che qualche riga sopra ha scritto che mica ci arrivi impreparata al Cairo, ti ritrovi lì con la bocca aperta: la Sfinge, Cheope, Chefren e Micerino sono lì, circondate da palazzi e grattacieli, su una piana leggermente in salita che a esagerare raggiungi dopo un chilometro

  • 494 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. avolpe
    , 10/4/2010 19:24
    ciao,
    non esito a contattarti:mi puoi dare dati di Hoda?
    grazie

    annalisa

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social