Un'emozione: Ecuador

30-11-2004 Arrivo in Ecuador -Quito..Il viaggio è stato lunghissimo …ma alla fine eccoci La sensazione è quella di ritornare in un luogo famigliare …mi sento subito a mio agio abituata alla lingua….ai suoni…ali odori.Quito è bella ma come da tutte ...

  • di cvaghe
    pubblicato il
 

30-11-2004 Arrivo in Ecuador -Quito..Il viaggio è stato lunghissimo ...Ma alla fine eccoci La sensazione è quella di ritornare in un luogo famigliare ...Mi sento subito a mio agio abituata alla lingua...Ai suoni...Ali odori.Quito è bella ma come da tutte le capitali mi viene voglia di scappare...

Il giorno 1-12 siamo già in viaggio verso Lacatunga ...Piccola tranquilla senza niente di interessante...Una città normale dell’Ecuador...Ci dormiamo e il giorno dopo cioè oggi prendiamo il pullamn e andiamo prestissimo a vedereil mercato di Saquisili...Bello colorato ..Soprattutto quello degli animali...Tutto molto simile al Perù...La solita atmosfera magica ...La solita malinconia che solo le Ande sono capaci di trasmettere .

In mattinata torniamo alla base e decidiamo di muoverci verso Riobamaba,,,scegliendo il percorso più lungo.

Attraversiamo le Ande ...Prima fino ad Ambato ..Poi fino a Guaranda ,,,proseguendo verso Riobamba.

Luoghi persi nel nulla viaggiamo avvolti dalla nebbia...Circondati dai vulcani che controllano maestosi con le loro cime bianche...Siamo a 4000 mt...Troviamo la neve...Un deserto coperto di neve e incredibile c’è chi ci vive...Dai posti più impensati ci saluta qualcuno e come sempre viene da domandarsi come fanno a vivere lì..Scendiamo verso Riobamba cittadina carina...Ci sono un po’ di turisti in giro...Domani si prende il trenino...

4-12 Siamo a Cuenca...Ieri abbiamo fatto il trenino...Impossibile trovare le parole per descrivere quello che abbiamo visto! Locomotiva a vapore ...Noi tutti sopra il tetto del treno e per 7 ore non siamo scesi...A parte il freddo che lì per lì nemmeno si sente tanto sei preso da quello che ti circonda(anche se poi ieri sera c’avevo la febbre perché l’avevo preso un po’ troppo) dicevo che è una cosa fantastica...Si passa attraverso le Ande ...Attraverso punti che non si capisce come possa passarci un treno...Passaggi da favola e poi sempre queste Ande ..Maestose...Superbe...Fino ad arrivare al EL NARIZ DEL DIABLO...In fondo ad una gola dopo una discesa tra tornanti ...Con strapiombi che è meglio non guardare di sotto...E poi lungo il tragitto ogni tanto appare qualche posto abitato con i bambini che ti salutano..Che ridono...Con una ingenuità così disarmante che prenderesti e li porteresti tutti con te...Via...Sono bellissimi...La sensazione è quella di essere dentro un documentario...Sembra impossibile che tutto quello che vivi sia vero...Che esista che sia una realtà!!!! Troppo bello...Troppo incredibile...Ora se ci penso non mi sembra nemmeno troppo vero...È una di quelle cose da assimilare piano,piano, perché l’emozione che provi nel momento in cui la vivi e talmente forte da farti pensare che stai vivendo un sogno!!!Vorrei riuscire a raccontarlo con le parole quando torno...Ma so che sarà impossibile...Niente può rendere ...Questa è una di quelle cose che possono essere solamente vissute!!!!Oggi tutto il giorno a girellare a Cuenca senza fare niente ...Ci voleva!!! Città molto molto bella...Un po’ la Cuzco dell’Ecuador...Anche se sembra un paese molto più ricco rispetto al Perù...Meno gente povera in giro ...Meno bambini “affamati”...Anche la vita nelle Ande sembra meno dura...Non loso forse è una sensazione ...Forse poi anche qui non è poi così semplice!!!! 5-12 ...Arrivati in un posto da sogno... VILCABAMBA...Siamo a dormire dentro una riserva privata ...In un posto dove per arrivarci bisogna salire per 80mt...Su...Su...E poi vedi il mondo!!! Ci siamo solo noi e niente più...Arrivarci è voluto dire quasi 7 ore complessive di pullman ma ne valeva la pena...È un paradiso!!! Ore 17.00...Siamo a casa...Il silenzio ci avvolge ...Una cosa bellissima...Uno di quei posti da cui poi è difficile venire via..Ti prenderebbe la voglia di rimanere qui fino alla fine della vacanza senza fare niente!!!Ma si sa l’Ecuador è grande e poi alla fine la curiosità di vedere “altro” in qualche modo ci spingerà a muoverci di nuovo...Certo se si scende giù al paese a 15 minuti sotto di noi ci sono i turisti e di Ecuador visto fino a d ora rimane poco...È sparito l’Ecuador delle Ande quello con i suoi abitanti schivi sempre seri e chiusi...Qui sono abituati ai turisti...Abituati alla gente a vedere gente straniera e infatti siamo in molti...I classici gruppettini fricchettoni europei o americani...Cmq tranquilli qui nella nostra casa quando siamo arrivati eravamo soli...Poi quando siamo tornati da VILCABAMBA pueblo erano arrivati due ragazzi ...Una svizzera e un inglese ...Tranquilli ...Ed è bello ritrovarsi a parlare quando c’è lo spagnolo che serve da comunicazione...Inglese...Svizzero...Italiano...Come sto???Sto bene...Questa è la mia condizione naturale...Zaino in spalla ...America latina...Lingua spagnola...E tutti i giorni qualcosa di nuovo da scoprire ...Da vivere...!!!! L’Ecuador mi piace ...Ma lo sapevo...Anche oggi abbiamo attraversato paesini usciti da documentari...Uno stupendo...Dove ci vive un’etnia che oggi siccome era domenica indossavano tutti l’abito tipico,,,,siamo arrivati nella piazza ed era come essere in un film...Poi non lo so ci sono situazioni comuni a tutto il Sud America e il Centro America...Lo stesso modo di prendere un autobus,di vendere cibo,di guidare,...E ormai sono diventate un’abitudine...Una cosa normale...Basta un giorno e tutto torna di nuovo alla “normalità”..Alla sensazione che questa è la vita..Il resto quello che viviamo noi è solo qualcosa in più...Qualcosa da vivere per poter arrivare qui dove tutto assume contorni diversi...E tutto assume un’importanza diversa...Cambiano le priorità,cambia il modo di pensare,di dare importanza alle cose...Guardo la cartina...Vilcabamba...Un punto a sud dell’Ecuador...Ecuador un punto nel centro del Sud America ...Il Sud America un punto nel mondo...Un oceano mi separa dalla mia casa...Dal mondo a cui appartengo...Ma come tutte le volte che sono in viaggio che scopro con i miei occhi posti nuovi gente nuova...Sento che non appartengo a nessun luogo...Se non a tutto il mondo...Che vale la pena di visitare, di scoprire e di capire, per quanto sia possibile farlo con un mese di tempo...Cercando di trasformarci da turisti in “viaggiatori” per vivere questa realtà così diversa dalla nostra in maniera che qualcosa ci rimanga cmq dentro!!! Qui per la prima volta dopo tanti mesi mi sento di nuovo tranquilla...Sono spariti i miei malesseri..La mia irrequietezza e come se mi avessero aperto la gabbia ed ora mi sento nuovamente libera...Posso respirare dopo essere stata in apnea...Non so cosa succederà quando sarà il momento di tornare...Ora non ci voglio pensare...Voglio solo godermi questo paese.Questo silenzio con Andrea...Poi vedremo! Sono quassù circondata dalle montagne...Sotto di noi Vilcabamba con le sue luci...Intorno solo il rumore del fiume...Dei grilli ..Di altri animali!!! Le lucciole scintillano intorno..La luce è quella di una candela per non turbare l’oscurità che ci avvolge!!! Da quassù tutto sembra possibile!!! Buenasnoche...Hasta magnana!!! 6-12 Oggi giornata di riposo a Vilcabamba ...A dormire..Leggere , mangiare...Siamo scesi per andare a fare un giro a piedi per un sentiero nella riserva...Poi pranzo in paese e poi di nuovo quassù arriba per godersi tutta questa natura!!! Stare qui fa diventare pigri..Impoltrisce...C’è una pace ...Un silenzio...Che pensare ora di ritrovarmi domani di nuovo nella confusione di un terminal tra la gente, i rumori, gli odori mi farebbe voglia di fermarmi qui per tutta la vacanza!!!Ma c’è ancora così tanto da vedere che occorre rimettersi in movimento...Qui si tende a perdere il senso della realtà ...C’è un silenzio incredibile...Una rilassatezza...Dispiace andarsene!!!Ma il tempo passa e tutto il resto chiama!!!! Quindi domani zaino in spalla e via!!!Sembra tutto così lontano da qua...Siena, il lavoro...È proprio staccare la spina, rigenerarsi di nuovo...Prendere boccate di ossigeno che serviranno poi a “sopravvivere”per il resto dell’anno!!!Da troppo la carica...L’energia...La consapevolezza di vivere questi momenti unici ed irrepetibili...Ecuador...Qui accessibile...Lo sto vivendo...Ne sto respirando l’aria sentendo i suoni gli odori...Vedendo i suoi colori, la sua gente...Non si può tornare da un viaggio uguali a prima di partire...L’ho letta questa cosa una volta ed è vero...Tutto quello che vivi nel viaggio ti entra dentro e ti cambia in modo dolce, lento ma ti cambia...Ti apre gli occhi ti apre l’anima ti apre il cuore...Diventi più ricettivo ...Più sensibile...Forse più attento...Ci si può commuovere per un tramonto???Ci si può commuovere per un paesaggio???Sì si può...Si può farlo ora ...Lo faccio...Guardandomi intorno...Ascoltando il rumore del fiume...Degli uccelli, guardando le montagne che ci circondano quasi a volerci proteggere!!E noi quassù piccoli a 80 mt sopra la strada...Lontano da tutto e da tutti!!1Vilcabamba rimarrà nel cuore!!!Come tutto del resto!!!Non c’è niente che passa senza lasciare una piccola traccia...Può essere un fiore,un viso, un suono un odore...Qualcosa c’è sempre e per sempre ce la porteremo dentro!!! Ha detto Andrea che sembra una valle incantata questa...Forse lo è veramente...Magica come tutti i posti possono essere...Sta solamente a noi al nostro stato d’animo ai nostri canali riuscire a sentire questa magia, captarla e qui è estremamente facile!!! Il viaggio ti apre ogni canale, ogni senso, tutto!!! 7-12 Alla fine siamo ancora qui...Non siamo riusciti ad andarcene!!!Stamani dopo un consulto abbiamo deciso di rimanere a Vilcabamba!!! Ci siamo affezionati .Cercheremo di recuperare domani viaggiando mas rapidi!!Stamani quindi sveglia, ci siamo alzati e siamo andati a camminare con i nostri compagni dell’hupper house, Petra (svizzera) e non mi ricordo il nome dell’inglese!Abbiamo camminato fino ad arrivare ad una croce altissima!!!E’ stata dura ...Più di un’ora salendo sotto un sole a picco...Però in cima uno spettacolo!!! Un falco è stato a volteggiarci intorno per non so quanto tempo...Un paesaggio incredibile...Una meraviglia!! Un silenzio...Una pace...!Sempre più difficile ributtarsi nel casino che ci accompagnerà nei prossimi giorni!!!Domani saranno compagni i terminal degli autobus...Ci aspetta un bel viaggio di circa 13 ore in pullman ...Meglio non pensarci!!! Domani ci sveglieremo all’alba poi vedremo!!! Intanto godiamoci questo paradiso stasera si mangia in casa con gli amici...Si fa la carbonara..

  • 741 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social