Dubai: la metropoli nel deserto

Il grattacielo più alto del mondo, il centro commerciale più grande del mondo, uno degli ascensori più veloci del mondo: Dubai è la metropoli nel deserto che progetta e si costruisce il proprio futuro anno dopo anno, la città dove ...

  • di Andrea Bonfitto
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 1
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Il grattacielo più alto del mondo, il centro commerciale più grande del mondo, uno degli ascensori più veloci del mondo: Dubai è la metropoli nel deserto che progetta e si costruisce il proprio futuro anno dopo anno, la città dove c’è sempre qualcosa di nuovo da visitare!

Dubai! Basta semplicemente pronunciarne il nome: una selva di grattacieli sul Golfo Persico, circondata dal deserto. Terra simbolo del grande miracolo economico del Medio Oriente. Quasi tre milioni di persone ci vivono e ci lavorano, rendendola forse la città economicamente più vivace del mondo! Uno dei sette che costituiscono per l’appunto gli Emirati Arabi Uniti, fonda la sua ricchezza su petrolio, turismo e sviluppo immobiliare. Perenni cantieri ne trasformano l’aspetto, e nuovi quartieri alla moda sorgono anno dopo anno dalle sabbie, facendo di essa una mèta turistica, dove c’è sempre qualcosa di nuovo da vedere, che non si è visto la volta precedente!

Il suo nome, “Dubay” se traslitterato dall’arabo, deriverebbe da “daba”, che indicherebbe lo “strisciare” o “scorrere”, allusione al Dubai Creek, ovvero il canale che divide in due la città. Ma “daba” vuol dire anche “lucertola”, o “piccola locusta”, animali che riescono a convivere con le torride temperature delle zone desertiche, ed effettivamente, nel caso di questa città, non si tratta di semplice “sopravvivenza”: Dubai è una città rigogliosa, dove, tra le sabbie in città, non è affatto raro vedere persino bellissime aiuole fiorite.

Il più antico insediamento risale al 1798, quando vi si stabilì la tribù dei Banu Yas. L’edificio più antico conservato in città è il Forte di al-Fahiidii, del 1799, che oggi ospita il Museo di Dubai.

Una comoda metropolitana e una rete di autobus permettono di raggiungere facilmente il centro e le principali attrazioni turistiche. Ad essa si affiancano decine di imbarcazioni tradizionali, i dhow, nonché i caratteristici "abra", ovvero taxi d'acqua, che al costo di un dirham, trasportano i passeggeri da una sponda all’altra del Creek. Infine, l’ormai nota compagnia aerea di FlyDubai agevola il proseguimento del viaggio verso Europa Orientale, Asia Centrale e Meridionale, Africa Nordorientale, e, naturalmente, verso le altre località del Medio Oriente.

Una visita accurata della città richiede almeno un soggiorno di tre o quattro giorni. La città può essere idealmente suddivisa in 6 aree turistiche distinte, in maniera da ottimizzare i tempi e ridurre i costi del trasporto. Esse sono: 1) Deira, 2) Bur Dubai, 3) Jumeirah, 4) Downtown, 5) Burj al Arab e Madinat Jumeirah, 6) Dubai Marina e Palm Jumeirah.

Questo, più che un diario di viaggio, vuol essere una vera e propria guida alla città di Dubai, nata dalle mie esperienze di viaggio, durante le quali, in più occasioni, mi è capitato di fermarmi in questa località, spesso in compagnia del mio amico di vecchia data, Alaa, di origine giordana, ma nato a Dubai, dove lavora per una banca locale come operatore finanziario. È soprattutto grazie al suo aiuto se ho avuto modo di conoscere questa splendida città nei suoi vari aspetti. Partiamo quindi insieme alla scoperta di Dubai!

DEIRA

Questa è forse l’area dove si trovano le migliori offerte alberghiere, di solito a prezzi contenuti, ma nello stesso tempo in posizione centralissima. Personalmente ho privilegiato il Comfort Inn Hotel Deira, tre stelle, vicinissimo alla stazione Metro Union della metropolitana.

Come in ogni città araba, anche l’attrazione dominante di Deira, quartiere centralissimo posto sul lato orientale del Creek, è costituita dai souq, ovvero i mercati.

Innanzitutto vale la pena visitare al mattino presto il Mercato del Pesce (souq as-semek), dal grande impatto soprattutto olfattivo, stando attenti al tipo di calzature che indosserete (preferibilmente impermeabili)

  • 5756 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social