Dolomiti: il paradiso montano per tutta la famiglia

Tra le vette e le malghe delle valli Pusteria, Badia e Gardena, passando per le Dolomiti ampezzane

  • di alvinktm
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Siamo venuti più volte nelle Dolomiti eppure l'entusiasmo di rivedere gli alti 'monti pallidi' circondati dagli ampissimi pianori color verde smeraldo non si smorza mai. E poi ci sono talmente tante cose da fare, luoghi da visitare e nuove attrazioni da provare che il ritorno in queste vallate ci pare sempre una novità. L'alba rischiara le guglie, il tramonto infinito infuoca le vette ed è un privilegio ammirare un tale capolavoro della natura in una fresca mattina e in una tiepida serata. In uno scenario d'immensa bellezza e serenità tutti riescono a trovare il proprio equilibrio. Ed è così che gli sportivi scalano vie pericolose, gli alpinisti calpestano le vie più impegnative, i bikers sguinzagliano la propria due ruote, i genitori trovano parchi e facili sentieri in alta quota raggiungibili con gli impianti per accontentare la curiosità e la vivacità dei figli.

Per questi motivi arriviamo verso l'una del pomeriggio in Alta Val Pusteria dalla nostra Valtellina dopo circa cinque ore di viaggio, e subito 'ci imbarchiamo' sulla cabinovia che dal paesino di Moso sale fino ai 1950 metri dei Prati di Croda Rossa. Un panorama da cartolina incastonato tra colline rivestite d'erba ai piedi di alcune delle cime dolomitiche più affascinanti toglie letteralmente il fiato. È difficile camminare senza distogliere lo sguardo da un paesaggio del genere, talmente perfetto e idilliaco da sembrare l'ambientazione di una favola trentina con protagonisti elfi, gnomi e regine.

Duecento metri dalla stazione a monte dell'impianto di risalita il Rifugio prati di croda rossa accoglie i turisti con un terzetto di simpatici e allegri suonatori, che indossano i caratteristici pantaloncini con le bretelle e vivacizzano il pranzo. Il profumo proveniente dalla cucina ci provoca un brontolio acuto nella pancia, quindi cediamo alla tentazione di assaporare le abbondanti porzioni di tagliatelle con i funghi, salsicce e patate arrosto. Il tutto è una vera delizia, e in quanto genitori di un monello di due anni gradiamo l'area bimbi interna, utilissima per pranzare con calma mentre Leonardo si scatena assieme a nuovi amici.

Le piacevoli sorprese non sono finite perché fuori dal rifugio è nato un bel parco giochi con casette e attrazioni costruite in legno, uno scivolo adrenalinico e un recinto con le caprette: un vero spasso per i bambini, ma apprezzato pure dai grandi. Se pensate non sia abbastanza proprio all'arrivo della cabinovia vi è un altro parco e uno spazio cintato ospitante delle renne. Noi le avevamo già viste a giugno in Svezia e devo ammettere che ci è sembrato un po' strano ritrovarle qui, tuttavia il fine istruttivo col quale è stata creata l'area è lodevole e utile per far conoscere questo pacifico animale.

Nel tardo pomeriggio una passeggiata di circa un'ora e mezza su un comodo tracciato nel mezzo della pineta ben tenuta ci conduce ai 1636 metri di Passo Monte Croce, sul confine tra Veneto e Trentino Alto Adige e ottimo punto di partenza per altre escursioni. Da qui un autobus ogni trenta minuti (1,5 euro a corsa) riporta gli escursionisti al parcheggio della cabinovia di Moso, permettendo così di compiere un bel giro ad anello tra le Dolomiti di Sesto.

Per la notte scendiamo a Villabassa, grazioso borgo nelle vicinanze di Dobbiaco, dove abbiamo scelto l'Hotel Emma, storico albergo dagli interni antichi e ampi spazi comuni con tanti giocattoli a disposizione dei piccoli ospiti. L'hotel è molto conosciuto in zona per il suo ristorante e avendone provata la cucina dal buon rapporto qualità prezzo mi sento di consigliarlo sia per il pernottamento che per la cena

  • 655 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social