Come un giro di giostra

Viaggio deciso in poco tempo, dettato soprattutto dalla voglia di provare la moto nell'uso turistico. Agli inizi di luglio mi viene proposto un albergo in Trentino, un amico motociclista c'è stato e mi parla delle strade e dei posti molto ...

  • di Massimo B
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Viaggio deciso in poco tempo, dettato soprattutto dalla voglia di provare la moto nell'uso turistico.

Agli inizi di luglio mi viene proposto un albergo in Trentino, un amico motociclista c'è stato e mi parla delle strade e dei posti molto belli da visitare.

Breve consultazione e decisione di partire, in pratica allunghiamo l'iniziale programma di andare a trovare i nostri amici sul lago di Como.

L'albergo che mi era stato proposto ha una stanza libera fissiamo quindi per tre notti. Dopo il Trentino ci fermeremo sul lago di Como.

Giorno di partenza fissato per lunedì 11 agosto, è il nostro primo viaggio con la nostra moto, e una delle rare volte in cui partiamo con qualcosa che non sia l'aereo, alle 6.00 siamo già pronti, sistemati i bagagli, pochi come ormai è nostra consuetudine, questo nostro modo di viaggiare sempre leggeri ci facilita molto l'organizzazione dei bagagli in moto, abbigliamento completo, o quasi, abbiamo i jeans al posto dei pantaloni da moto, che saranno fra i nostri prossimi acquisti, saliamo in sella alla moto, da ora in poi la “Poderosa”.

“Destinazione Paradiso”, così canta Grignani, il dito pollice indugia un attimo sull'accensione, poi preme con decisione e comincia il concerto dei 105 orchestrali, parte la musica per il giro di giostra.

Imbocchiamo l'autostrada a Pisa centro, direzione nord, deviazione verso Firenze, Bologna, e su fino a Bolzano.

A Bolzano finisce il nostro tratto autostradale, usciamo e prendiamo una superstrada fino a Merano, da lì comincerà l'avventura per le strade delle dolomiti del Brenta.

Da Merano prendiamo la strada che ci porta in Val D'Ultimo, dove troviamo il nostro albergo, arriviamo all'ora di pranzo, quindi passiamo il pomeriggio per ambientarci e capire quali sono le soluzioni migliori per visitare la zona nei prossimi due giorni, programmiamo quindi il secondo giorno per un giro dei laghi, ed il terzo per i passi Stelvio, Gavia e Tonale.

Ore 8.00 del 12 agosto, facciamo un'abbondante colazione e saliamo in sella alla Poderosa.

Direzione Clès, passando dalla Val di Non, la Poderosa scivola via lungo la strada, non la guido, va da sola, sembra conosca già il percorso e voglia mostrarcelo, manteniamo la nostra velocità turistica sui 50/60 km/h, in questo modo ci godiamo la strada e il paesaggio, distese di meleti, golden, delicius, stark.

Verdi pascoli e vallate fiorite, attraversando paesini che sembrano finti per quanto siano colorati e perfettamente curati, i paesaggi spariscono spesso in lunghi tunnel per riapparire nuovamente oltre il monte, strapiombi ripidi, rocce nude e ruscelli gonfi di acqua, prati verdi e mucche al pascolo, in alto soffici nuvole bianche come cotone in un cielo azzurro abbagliante.

Molto spesso troviamo l'asfalto rossiccio, bellissimo, drenante e con molto grip, la Poderosa affronta le curve con tranquillità impressionante, e Silvia è talmente tranquilla che comincia a scattare foto anche mentre andiamo.

Nei caschi non abbiamo interfono o auricolari per la musica, ci lasciamo trasportare dagli odori e dai suoni del vento, ci fanno compagnia i 105 orchestrali che, senza sosta, ci fanno piacevole compagnia, il suono della moto è dolce, sommesso ma deciso.

Ci fermiamo al primo lago, quello di Tovel, si trova a 1186 mt slm, famosissimo un tempo per la sua colorazione rossastra, dovuta ad un alga, oggi praticamente scomparsa, è comunque un bel lago, racchiuso tra i monti e gli abeti di un verde intenso.

In inverno, quando le piogge sono scarse, il livello dell'acqua del lago può scendere di sei metri, lasciando sospesa la lastra di ghiaccio che si è formata in superficie

  • 862 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social