La magia di Disneyland Paris

Quattro giorni da sogno nelle magiche atmosfere dei parchi Disney di Parigi

  • di micky76
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Concomitanza con gli Europei di calcio, allarme terrorismo, alluvioni, scioperi.... quanti dubbi... ma ormai era deciso: questa primavera si va ad Eurodisney Parigi per la gioia di grandi e piccini. A gennaio avevo approfittato di un'offerta sul sito ufficiale di Eurodisney: 5 gg/4 notti con bambini gratis e mezza pensione al presso di pernottamento e prima colazione. Contemporaneamente avevo prenotato un volo A/R Bari-Parigi Beauvais con Ryanair: 250 euro per 4 persone incluso un bagaglio stivato. La scelta del bagaglio nasce anche dall'esigenza di portare un po' di bottiglie di acqua, visto che i prezzi dell'acqua in quel di Parigi sono fuori da ogni logica. Non ci restava che prenotare il transfert dall'aeroporto all'Hotel Santa Fe: passare per Parigi e usare i mezzi pubblici (con due bimbe al seguito) ci avrebbe fatto perdere una giornata; la navetta della VEA è stata dismessa da Beauvais... resta solo l'ipotesi taxi privato: fra le varie offerte scelgo RSTransport, prezzo competitivo (84 euro a tratta per 4 persone da pagare in loco) e recensioni ottime. Prenotando con 6 mesi di anticipo, mi tutelo con un'assicurazione per eventuali disdette, sempre sul sito ufficiale di Eurodisney. Finalmente il 15 giugno si parte alle 9 del mattino e alle 14.30 siamo in reception: il tempo di farci assegnare la camera (visto il tempo parigino sempre variabile vi consiglio di farvi dare una stanza non lontana dalla reception) e ricevere i biglietti per i parchi e subito verso la navetta (ne parte una ogni 10 minuti e ti porta fino alle porte dei parchi).

MERCOLEDì POMERIGGIO FANTASYLAND

Il primo pomeriggio lo dedichiamo alla via principale Main Street, ricostruzione di una tipica cittadina americana dei primi del 900, ma soprattutto alla zona Fantasyland la cui ideale porta d'ingresso è costituita dal castello della Bella Addormentata del Bosco: una ricostruzione meravigliosa tutta da visitare. E di lì, approfittando di code minime, per la gioia delle bimbe, passiamo in rassegna Le carrousel de Lancelot (classica giostra con i cavalli), le giostre che le mie bimbe hanno definito "le montagne russe" di Biancaneve e di Pinocchio, le attrazioni di Dumbo (giostra aerea e il trenino), le tazze da te del cappellaio matto, la minicrociera nel mondo delle fiabe. Le attrazioni più carine di Fantasyland sono secondo me il labirinto di Alice e "It's a small world", una minicrociera che attraversa idealmente tutto il mondo rappresentato da bambole provenienti da ogni parte del globo. Peccato che l'attrazione dedicata a Peter Pan fosse chiusa per ristrutturazione: secondo me l'unica pecca riscontrata in questi giorni è proprio data dal fatto che troppe attrazioni (fra cui le celebri Big Thunder Mountailn, il simulatore di volo Star Tours in tema guerre stellari) siano impraticabili!

Fra un'attrazione e l'altra urge una pausa perchè alle 17.30 c'è la parata lungo il viale di Mainstreet: il consiglio è di trovare un posto in prima fila muovendosi per tempo. La parata è semplicemente meravigliosa e la musichetta ti resta in testa a lungo! Intorno alle 19 si torna in stanza, il tempo di una cena (lieta sorpresa per qualità e quantità) e poi a nanna.

GIOVEDì DISCOVERYLAND

Oggi cominciamo da Discoveryland, l'area dedicata al futuro: arriviamo prima delle 10 (per chi è ospite degli hotel Disney c'è la possibilità di accedere al parco principale già dalle 8 del mattino), al motto di "ore extra di magia": dopo un giro su una caratteristica carrozza trainata da cavallo, ci dirottiamo subito sull'attrazione ispirata a Buzz Lightyear

  • 4223 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social