Dialetti d'Italia: ecco come fare il video!

Partecipa e mandaci il tuo contributo

Volete partecipare al nostro progetto sulla diversità linguistica italiana? Mandateci il vostro video! Ecco come farlo:

Mettevi in buona luce, fatevi inquadrare in primo piano, con l’inquadratura del telefonino in orizzontale. Parlate forte e chiaro. Rispondete alle sollecitazioni della scheda: all’inizio farebbe comodo avere qualche notizia su di voi perché la lingua si modifica, per cui non è secondario sapere se siete nati in un posto ma vivete ormai in un altro, oppure se avete studiato o che età avete.

Poi, per favore, pronunciate prima la parola in italiano, poi il corrispettivo dialettale. In ogni caso, io-Patrizio con un telefonino ho cercato di fare un video-esempio:

GRAZIE DELLA COLLABORAZIONE. Vi terremo informati, e comunque i video saranno pubblicati sul sito, ovviamente…

LA TRACCIA DA SEGUIRE NEL VIDEO:

REGISTRA CON UNA TELECAMERA O UN TELEFONINO, poi mandaci il video al sito (o su youtube e facebook). Se condividete o divulgate l'iniziativa su Twitter usate l'hashtag #comesidice

Specificando:

  • Nome
  • Età
  • Da dove vieni?
  • Professione
  • Dialetto

Traduci e pronuncia le seguenti parole nel tuo dialetto (se qualcuna non la sai, pazienza).

  • Pipistrello
  • Carota
  • Patata
  • Talpa
  • Granoturco
  • Maiale
  • Baffi
  • Spaghetti
  • Forchetta
  • Aratro
  • Gallina
  • Tacchino
  • Palla
  • Temporale
  • Pronuncia una eventuale frase o modo di dire tipico del tuo dialetto (e relativo significato)

  • 1624 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Vittorio Fantini
    , 22/11/2011 10:46
    Il dialetto racchiude in sé la cultura e la storia del popolo a cui appartiene. Mi piace molto quando per dare maggiore incisività a una frase, a una esclamazione, viene lasciato l'italiano e usata un'espressione dialettale. Lo trovo più umano, più vero. A mio parere non c'è cosa più triste che cercare di tradurre un'espressione dialettale in italiano, un pò come spiegare il senso di una barzelletta.
  2. Alexia72
    , 11/11/2011 16:00
    Ottima idea. Riunire , pubblicare,salvare, fare il backup dei dialetti. Ci pensavo da una vita ma non mi ero mai deciso. Quello che invece ritengo sia sbagliato,ed è un errore grave, è aver sottovalutato la scorrevolezza,la musicalità e il ritmo, di un dialetto. Queste componenti sono completamente perse nell'elencazione di una serie ancorchè ricca,di parole. Secondo me è assolutamente necessario che la "testimonianza" sia un pezzo,un discorso, fluentemente pronunciato. Una storia,una barzelletta,ecc....

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social