Wonderful copenhagen

Ecco il mio racconto di viaggio in questa splendida città. Eravamo in 6 amiche… Volo: Easyjet Milano Malpensa- Copenaghen e ritorno al costo di 120 € a persona prenotato su internet a luglio. Consigliatissima la compagnia low cost, non credevo… ...

  • di vani
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Ecco il mio racconto di viaggio in questa splendida città. Eravamo in 6 amiche... Volo: Easyjet Milano Malpensa- Copenaghen e ritorno al costo di 120 € a persona prenotato su internet a luglio. Consigliatissima la compagnia low cost, non credevo... Albergo: Rossini Hotel prenotato anch’esso su internet a l90 € a persona per 4 notti con colazione continentale. Situato in zona Valby (albergo un po’ fuori e nulla di speciale, consiglio di prenderne uno più vicino al centro in modo da non doversi spostare tutte le volte con il trenino).

Ecco il racconto del viaggio.

Mercoledì 22 ottobre. Partiamo da Milano Malpensa alle ore 13.30. Volo puntuale, arriviamo a Copenaghen alle 15.00 dopo un ora e 30 di volo, in anticipo di 30 minuti. L’aeroporto di Kastrup è ultramoderno giudicato il più bel aeroporto d’europa, pieno di negozi e di ogni ben di dio, il cambio era più favorevole la che in Italia e lo consiglio vivamente. Dopo aver acquistato i biglietti per arrivare fino al nostro albergo prendiamo il treno (è sotto all’aereoporto, non bisogna neanche uscire dalle porte!!) e in 15 minuti siamo alla fermata Kobenhavn, centro della città. Da qui cambiamo e prendiamo S-tog una specie di trenino che raggiunge le zone che ancora non sono toccate dalla metro, e arriviamo a Valby. Dopo aver fatto il check il albergo usciamo e facciamo un giro di perlustrazione nei dintorni. Alle 6.30 andiamo a cena perché scopriamo che la cenano prestissimo a causa anche del fatto che alle 5 tutti i negozi chiudono! E viene buio molto presto... Ceniamo in un bellissimo ristorante giapponese vicino alla stazione del treno di Valby tutto arredato in stile supermoderno.. Bello tutto, sia il posto sia il cibo. A seguire andiamo in un caffè-pub a bere delle birra e a divertirci fino a che non ci sbattono fuori perché è ora di chiudere... e sono solo le 11 di sera! Ah, costo di 1 birra media alla spina 9 € a testa! Alla faccia della città cara... cena al giappo 30€ a testa ma questo ci poteva stare, in fondo è caro anche da noi.

Giovedì 23 ottobre. Sveglia di buon ora, colazione discreta e via alla scoperta del centro città. Facciamo i biglietti per metro, treni e bus da usare nei giorni a seguire e ci dirigiamo verso la fermata Kobenhavn. Da qui passando davanti a Tivoli, (un grande parco divertimenti purtroppo chiuso) e al municipio in Radhuspladsen e prendiamo la strada pedonale dei negozi più lunga del mondo, Stroget. In realtà si tratta di una serie di strade (Frederiksberggade, Nygade, Vimmelskaftet, Amagertorv, Ostergade) riservate al traffico pedonale, su cui si affacciano un'infinità di negozi, grandi magazzini e boutique.

Arriviamo in Gammeltorv, poi passiamo davanti alla holmes kirke e fino ad arrivare a kongers nytorv, dove visitiamo i grandi magazzini, tipo harrods e il teatro. Da qui proseguiamo attraverso nyhavn, antico porto di Copenaghen, verso il mare. Nyhanv è davvero bello con tutte quelle casette colorate lungo il canale. Poi facciamo tutta la camminata sul mare passando per Amalienbirg, residenza della famiglia reale, fino ad arrivare alla mitica sirenetta. Non aspettatevi niente di eccezionale, è alta solo 1,25 m ma è molto carina. Dopo le dovute foto di rito entriamo nel Kastellet,zona militare della città, aperta al pubblico con ordinate casette rosse dai tetti spioventi. Tutta questa zona è a forma di stella! Usciti dal Kastellet andiamo a mangiare in un locale tipico danese, citato in tutte le guide. Ida Davidsen... a mangiare il loro piatto tipico, lo smorrebrod... non male, anche se devo dire che il cibo danese non mi ha entusiasmato ed io non sono una difficile, mi adatto a mangiare di tutto! Dopo una dovuta sosta visitiamo la Marmorkirken, chiesa con la 4 cupola più grande del mondo. Dopodiché ci dirigiamo verso la Rundertarn ovvero la torre rotonda, alta 35 metri e originariamente usata come osservatorio astronomico. Da qui andiamo a bere qualcosa a Grabrodre torv, una piazzetta bellissima vicino alla zona universitaria, che troviamo per caso. A seguire beviamo qualcosa in un pub e torniamo distrutte in albergo

  • 3697 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social