Un week-end alle Far Oer

Trovandomi ad organizzare le vacanze e visto che la meta decisa era la Danimarca decido di dar vita ad uno dei miei tanti sogni, andare a visitare almeno 2 giorni le isole Far Oer. L’unica compagnia aerea che effettua viaggi ...

  • di Thema
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Trovandomi ad organizzare le vacanze e visto che la meta decisa era la Danimarca decido di dar vita ad uno dei miei tanti sogni, andare a visitare almeno 2 giorni le isole Far Oer. L’unica compagnia aerea che effettua viaggi su queste splendide isole è l’Atlantic Airways con voli diretti per l’aeroporto di Vagar da Copenaghen, Islanda, Norvegia e Londra. Vado sul loro sito online e prenoto dal 22 al 25 agosto con voli diretti da Copenaghen al prezzo di 200 euro a persona andata e ritorno. Il volo è abbastanza piacevole, gli aerei sono nuovi e le hostess molto cortesi passando spesso a riempirti di cibo e bevande. Sul nostro volo viaggiava anche la nazionale di calcio del paese appena tornata da un bel 5-0 contro il Portogallo.

Arrivati all’aeroporto ci accorgiamo di quanto stiamo fuori dal mondo, con un'unica pista di atterraggio e di partenza, un unico nastro bagagli ma paesaggi davvero mozzafiato intorno a noi.

Arrivate le valigie ci apprestiamo a prendere il bus per Torshavn, la capitale, vi è un bus per ogni arrivo e partenza in concomitanza coi voli. Il viaggio dura poco meno di un’ora è già nel bus ci accorgiamo di essere in un luogo speciale, con sfumature di verde mai viste e cascate che ci circondano lungo le strade, senza dimenticare le pecore davvero tantissime che spesso tentano il suicidio letteralmente buttandosi in mezzo alla strada. Arrivati al capolinea dei bus che sarebbe anche il porto, andiamo a piedi alla guest house che avevamo prenotato Bladypi davvero comoda e bella, al centro della città al costo di 800 corone danesi a notte. Il tempo di posare i bagagli e via all’ufficio turistico, dove armati di mappe e depliant andiamo in giro per la capitale, negozi ce ne sono davvero pochissimi e vi è un solo un centro commerciale con un supermarket e dei fast food dove si riunisce tutta la gioventù. Da segnale a Torshavn, Munkastovan un antico monastero circondato da spesse mura, il museo storico che raccoglie oggetti tipici, la Casa Nordica, edificio col tetto in torba utilizzato come teatro e centro esposizioni e infine il Museo delle Belle Arti con tutte opere di artisti locali. Dopo esserci visti in un pomeriggio tutta la capitale, andiamo a cena in un pub vicino l’hotel e poi a nanna. Il giorno dopo decidiamo di andare a vedere le Bird Cliffs e le grotte al nord di Vestmanna sempre nell’isola di Streymoy, il prezzo è di 30 euro e vi portano 2 ore in giro dove potrete ammirare dove praticamente gli uccelli nidificano e le relative grotte. Nel pomeriggio decidiamo di andare col bus a Klaksvik che è il centro peschereccio del paese che sorge in una baia fatata circondata da tre montagne. La christiankirkja merita di essere visitata con le sue bellissime mura di pietra. L’ultimo giorno decidiamo di andare a Saksun nel nord dell’isola di Stremoy, un villaggio diviso in 2 da un fiume e dove si trova il perfettamente rotondo lago di Pollur. Visitiamo una tipica fattoria ottocentesca che all’interno ha il Museo del folclore popolare. Nel pomeriggio raggiungo a 1 km dal villaggio il lago Saksunarvatn dove passo il pomeriggio a pescare trote e salmoni insieme a 2 ragazzi locali. Il giorno dopo si torna a Copenaghen e sembra essersi abbattuta una tempesta sull’aeroporto e l’aereo previsto alle 7 parte alle 11...Meno male avevo la netta sensazione che non saremmo mai partite. In definitiva le isole come paesaggi, pesca e amanti del bird watching sono un paradiso terrestre, unico luogo visitato senza mai incrociare italiani. Se cercate movimento e vita notturna davvero non sanno neanche cosa sia se volete alcune foto o domande chiedete pure.

  • 2233 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social