Sri Lanka zaino in spalla

Un viaggio compresso ma ben studiato tra città e siti archeologici, dal mare all'entroterra

  • di Brunone Bruni
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Un saluto a tutti, in queste righe vorrei esporvi il nostro itinerario in Sri Lanka, dove abbiamo trascorso circa due settimane. Nonostante il numero di giorni un pò limitato (giorni effettivi 13), credo possa essere un itinerario interessante e, perchè no, di spunto nel caso stiate pensando di visitare questo magnifico paese, "la lacrima dell'India".

Premetto che si tratta di un itinerario piuttosto impegnativo perchè mira a vedere il maggior numero di luoghi possibili in un tempo, come già detto, un pò limitato. Noi però, una giovane coppia di 27 anni, l'abbiamo affrontato senza grossi problemi, utilizzando inoltre solo i lenti ed economici mezzi locali (bus e treni). Le uniche prenotazioni che abbiamo fatto sono state i pernottamenti negli hotel, così da non dover perder tempo a cercare una buona sistemazione, potendo dedicare un solo giorno per ogni destinazione.

Dopo un viaggio interminabile con 2 scali, rispettivamente a Belgrado e ad Abu Dhabi, atterriamo nella Capitale del paese, a Colombo, alle 20:00 circa. Quì avevamo già prenotato un taxi online che ci ha subito portato nel sud dell'isola. (ci ha impiegato circa 3 ore). Il nostro itinerario parte proprio da qui, da Mirissa; una carina località sul mare proiettata verso il turismo anche se, fortunatamente, non ancora esagerato. Resteremo a Mirissa 3 notti, 2 giorni pieni escludendo il primo, essendo arrivati domenica 7/08 alle 23:30 circa. Mirissa si è dimostrato un ottimo luogo per fondere un pò di sano relax al mare, unitamente alla visita delle località vicine, come la caotica città di Galle (a circa 1 ora di bus) con il suo bellissimo Fort Olandese. Il secondo giorno l'abbiamo impiegato per fare un escursione in giornata a "Sinharaja rain forest", una riserva naturale definità patrimonio dell'umanità dall'Unesco, dove è facilmente possibile avvistare numerosi rettili e insetti.

Dopo un ultimo tuffo in mare nella mattinata di martedì, ci stacchiamo dalla costa per proseguire il nostro viaggio verso l'interno dell'isola. Prenderemo un bus da Mirissa fino alla città di Matara che visiteremo velocemente con il fort sul mare, diventato un suggestivo templio buddista, e una passeggiata casuale per l'affollato centro città. Dalla stazione centrale un altro bus ci porterà alla prossima destinazione, Tissamaharama. Questa località si trova nei pressi del grande Yala Park e in serata assume un'atmosfera mistica con il bianco Raja Maha Vihara e i meravigliosi colori del cielo. Dopo un giro al tramonto in bicicletta, rientriamo all'hotel e dopo una buona cena a base di rice & curry andiamo subito a dormire perchè alle 4:30am del giorno dopo ci aspetta un Safari proprio allo Yala Park.

12 Agosto 2016

Dopo una buonissima colazione nella nostra guest house con vista sulla giungla, visitiamo lo Spice Garden di Ella dove acquisteremo qualche buona spezia. Decidiamo quindi, per raggiungere la prossima meta, di prendere il treno come consigliato dalla guida. Seppur pieno di gente riusciamo, con fortuna, a trovare 2 posti a sedere e dopo poco capiamo perfettamente perchè viene consigliato il viaggio su rotaie; una vista incredibile tra le montagne, colline e piantagioni da tè rende il viaggio, seppure lento, piacevolissimo. Arriviamo a Nanuoya da dove prenderemo un Tuk Tuk per raggiungere Nuwara Elya che, come risaputo, può effettivamente ricordare una campagna inglese

  • 9599 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social