Cuba, consigli rapidi

Qualche dritta per organizzare al meglio il viaggio

  • di LiquidSnake86
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Ciao a tutti, questa volta siamo volati a Cuba! 9 notti con 3 amici in giro per la perla del Caribe.

In breve il viaggio è stato:

Avana (2N) à Cienfuegos à Trinidad (con playa Anchon) (2N) à Santa Clara à Varadero (con Cayo Blanco) (2N) à Avana (1N) à Vinales (1N) à Avana (1N) (à Italia)

Non mi metterò a descrivere le tappe fatte, sono descritte ovunque!

Non voglio scrivere un diario di viaggio tipico (ce ne sono a bizzeffe), ma solo darvi dei consigli/aneddoti/particolarità organizzative che penso possano essere utili, in quanto in Rete si trovano notizie non complete.

Le metterò in ordine sparso, come mi vengono in mente.

1 - La “tarjeta”: per entrare a Cuba è necessaria la tarjeta, un visto che dovete fare. Se non ce l’avete, non potrete partire. Noi l’abbiamo fatta in un’agenzia specializzata, a cui bisogna mandare i dati del proprio passaporto, e vi arriva per posta. Dietro avrà il timbro dell’agenzia. Cosa interessante: io ho viaggiato con scalo a Toronto, e ho scoperto che Canada e Cuba hanno un accordo tra governi per cui la “tarjeta” viene fatta a bordo dell’aereo, andando verso Cuba. Però per noi italiani questo non è vero: a Malpensa mi hanno chiesto di mostrare la tarjeta, altrimenti non mi avrebbero fatto partire.

PS: per passare attraverso il Canada (anche per uno scalo), occorre compilare l’ETA, la versione canadese dell’ESTA americano. Costa pochi $ canadesi, si fa online e vale 5 anni: ricordatevelo!

2 - Prenotare le casas particulares: ci sono alcuni siti che vi permettono di farlo. Funzionano così così: la lentezza delle risposte (a volte, la totale mancanza di risposte!), la non completezza dei siti, il costo del servizio, tutto questo può farvi desistere. Fondamentalmente (e lo dirò più di una volta), funziona tutto a conoscenze. Metà delle case che abbiamo usato le abbiamo prenotate in loco su consiglio del nostro tassista, le altre attraverso un contatto a Cuba, che ci ha organizzato i trasporti (e conosciuto da altri nostri amici).

3 - Trasporti Come dicevo al punto 2, ci ha organizzato un taxi privato un ragazzo cubano di Avana, che alcuni amici di un mio amico conoscevano. Tutto a Cuba funziona per conoscenze e amicizie, quindi questo nostro contatto ci ha organizzato il taxi privato (con tempi di risposta biblici ovviamente, essendo internet ridicolo); il tassista a sua volta ci ha dato dei consigli (non disinteressati) durante il viaggio, e via così. Non vi consiglio di noleggiare un auto: le strade tra i paesi (a parte l’autopista) possono essere dissestate, e il prezzo non è basso: meglio avere un trasporto privato, che ci ha portati dove volevamo.

4 - Soldi: Cuba ha 2 monete, il CUC e il CUP. Il CUC (peso cubano convertibile) è ancorato al dollaro americano come valore (1CUC = 1$), ed è la moneta utilizzata dai turisti. Non appena scesi dall’aereo, dopo i controlli di sicurezza, fuori dall’aeroporto a sinistra c’è un cambio (CaDeCa, Casa De Cambio): il cambio è praticamente lo stesso ovunque, a quanto ho visto, quindi è bene cambiare i soldi lì. Vi serviranno comunque per pagare il taxi per andare in centro Avana (come abbiamo fatto noi). Il CUP vale 25 volte in meno del CUC (1CUC = 25CUP), ma è una moneta che non avrete, a meno non ve la diano come resto in qualche transazione, perchè è la moneta che usano i cubani. Interessante notare come il cambio non sia realmente fisso tra CUP e CUC. Esempio: il museo dell’arte cubana costa 10CUC e 10CUP (cioè per i cubani non costa nulla), mentre un cocktail che costa 5CUC, ai cubani costa 125CUP (come per il turista)

  • 16582 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social