Svernare a Cuba

A spasso per l'isola, tra spiagge bellissime, aragoste e case particular

  • di robygiurdan
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Oltre 3000 euro

Dopo 6 giorni di pace assoluta, ci siamo spostati e con Don Pedro, che è anche tassista, siamo arrivati a Ciego de Avila, cittadina con nulla di interessante se non la vicinanza e la possibilità di acquistare in agenzia il soggiorno in uno dei resort dei famosissimi (non a torto) Cayo Guillermo e Cayo Coco. Qui è veramente un paradiso terrestre, per quanto riguarda il mare e le spiagge. Le sistemazioni all inclusive, non a tutti piacciono, ma qui non se ne puo’ fare a meno. In tutti i casi pero’ non fatevi ingannare troppo da tutti ed anche dalla Lonely, Playa Pilar è bella, ma per me non la piu’ bella, e comunque, per quanto è famosa, è troppo affollata. Durante il nostro soggiorno a Cuba, siamo sempre andati in “casa”, quindi, per quanto riguarda Los Cayos, non storcete il naso, sfoderate la carta di credito e prenotatevi qualche notte in un resort (ne vale veramente la pena). Altrimenti non c’è possibilità di godersi le bellissime spiagge. Oddio, c’è qualche intrepido che si fa tutti i giorni, da Moron, il tragitto in macchina… sono almeno 160 km, tra andata e ritorno. In tutti i casi, se non avete la vostra auto, a Moron, l’ultima cittadina prima delle isole, preparatevi a discutere animatamente con i tassisiti. Tutti vi chiederanno almeno 60 cuc. Oppure cercate di soggiornare dalla sig.ra Maite (Tel. 33504181 Caballero 40b, entre Libertad y Agramonte). Questa è una vera “trafficona”, gestisce almeno 5 case, e vi aiuterà sicuramente a trovare un taxi da “compartire” con altri turisti. A Moron sono tutti lì per andare ai Cayos. La successiva tappa per noi è stata Santa Clara, bellissima città, piena di “giusta” atmosfera e di bella gente. Qui siamo stati nella casa piu’ bella di tutto il viaggio: Carlos Y Belkis,Independencia 104, entre Zayas y Esquerra, tel. 042229838. La loro casa è un autentico Museo, con arredamenti antichi ed originali, inoltre è ubicata in centro citta’. La sig.ra poi è veramente deliziosa in quanto a gentilezza e capacita’ di organizzarvi delle cose. Dopo Santa Clara ci siamo poi spostati a Remedios, quella che è considerata la nuova Trinidad. E’ una cittadina interamente coloniale, pero’, a differenza della sua famosa concorrente, è tranquillissima (vi consiglio vivamente la casa Cary, calle Pena 54 entre Maceo y Gonzales… anche qui le case a disposizione sono tantissime). E a Remedios, sarete nuovamente vicini ad un altro famosissimo Cayo, Cayo Santa Maria. Il discorso per i cayos è sempre lo stesso, se volete goderveli dovrete soggiornare in un resort, visto che anche questo è distante dalla”terra ferma”, e non ci sono case! Sappiate poi che, se da lì volete tornare ad HAVANA, ci sono due compagnie di bus che raccolgono i turisti nei resort, ed in circa 6 ore vi traghettano direttamente nella capitale.

Spero di aver dato delle notizie interessanti che vi possano aiutare nel vostro viaggio in questa meravigliosa isola e… non preoccupatevi, io ero stato due volte a Cuba, nel 1994 e 1996, e trovo che, a parte lo smartphone, che ormai hanno un po’ tutti, il numero delle case particular e ristoranti, per il resto non è cambiato nulla. Gli Americani non ci sono ancora e penso che tarderanno a venire in massa (behhh, forse ci sono un po’ troppi canadesi).

Roberto Giordano robygiurdan@alice.it

  • 14694 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social