Cuba, auto e case particulares

Cuba a Capodanno con l'obiettivo di conoscere la realtà cubana e la sua immensa cultura

  • di elisafede
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 
Annunci Google

Il nostro viaggio a Cuba (io e il mio ragazzo) è iniziato il 28 Dicembre 2011 con volo aereo Venezia – L’Havana con scalo a Madrid. Dall’Italia ci siamo occupati solo di affittare l’auto e le prime due notti all’Havana. Aver prenotato la macchina dall’Italia si è rivelata una buona mossa per un periodo di alta stagione, il Capodanno. Ci siamo affidati all’agenzia LovelyCuba con uffici a Milano e a L’Havana (Edificio Bacardi), con la quale abbiamo sottoscritto per soli 28euro anche l’assicurazione medica. Parlando con altri italiani incontrati a Cuba ci siamo resi conto di aver pagato esattamente la metà rispetto a loro, per la stessa categoria di auto! Probabilmente in periodi di bassa stagione si può fare il tutto direttamente a Cuba.

Per quanto riguarda le prime due notti abbiamo prenotato una casa particolare; per tutto il viaggio abbiamo soggiornato in questa sorta di bed&breakfast, avendo la possibilità di vivere direttamente a contatto con i cubani, evitando le location più turistiche dal prezzo eccessivo. In realtà abbiamo quasi sempre cenato nelle case particulares: ottimo cibo (certo la varietà non è così ampia: pollo, filetto di pesce, riso e fagioli, verdure varie...), ottimi prezzi e soprattutto la possibilità di dare un contributo alle famiglie. Bisogna sapere infatti che le case particulares, quelle legali, devono al governo 150cuc ogni mese per ogni camera, indipendentemente dal fatto che abbiano avuto turisti o meno… le cene permettono di arrotondare un po’... circa 8cuc per persona.

L'HAVANA

Arrivati all’aeroporto e scambiati i nostri euro, abbiamo preso un taxi (20cuc) che ci ha portati alla casa prenotata. La consigliamo a tutti! La location è ottima, circa 20metri da Plaza Vieja, la casa pulitissima e la proprietaria, Eugenia, estremamente cordiale e disponibile a fornire qualsiasi tipo di aiuto (Casa Borbolla, Calle Muralla #162 entre Cuba y San Ignacio, Plaza Vieja, casaborbollaeugenia@yahoo.com); la colazione è ottima e abbondante, la sola pecca è che Eugenia non prepara la cena, forse per il fatto che comunque la sera è piacevole passeggiare per la città e fermarsi a mangiare qualcosa. Consigliamo di assaggiare i churros proprio accanto all’ingresso della casa, sono ottimi!

La prima sera stanchi (siamo arrivati verso le 21) abbiamo fatto una breve passeggiata nel quartiere dell’Havana Vieja: va detto che tutta Cuba è sicurissima sia di giorno che di notte, pertanto non abbiate paura ad avventurarvi nelle stradine e nei posti meno frequentati da turisti!

Il 29 abbiamo iniziato il vero tour della città: Havana Vieja e Centro Habana. Sono due delle aree maggiormente visitate e dove si trovano la maggior parte delle attrazioni… noi abbiamo girato tutto a piedi senza fatica, spostandoci ogni tanto con cocotaxi economici. Il fascino dell’Havana è unico: ferma agli anni 50, con auto favolose che intasano le strane, decadente ma viva! L’unico inconveniente sono gli scrocconi che tenteranno di vendervi sigari in ogni modo, EVITATELI e non fatevi impietosire dalle foto dei loro (ma ne siamo sicuri?) bimbi piccoli… sono noti in tutta Cuba per essere dei terribili scrocconi.

Unica concessione da turisti: un pranzo alla Bodeguita del Medio; certo il posto è bello e caratteristico ma il costo del pranzo è eccessivo! Potete al massimo entrarci per un buon monito!

Consigliamo a tutti di addentrarsi all’interno delle case e degli alberghi: i cortili interni sono fantastici e di tanto in tanto compaiono inaspettati pavoni

Annunci Google
  • 15686 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social