Partenza il 25/4/2009 · Ritorno il 3/5/2009
Viaggiatori: in coppia · Spesa: Da 500 a 1000 euro

Cayo largo paradiso terrestre

di marconardotto - pubblicato il

Siamo appena tornati da Cayo Largo, Eden Village Cayo Largo è stato il villaggio che abbiamo scelto e lo consigliamo a tutti.

Il villaggio è davvero bello, accogliente, pulito, si mangia bene e gli animatori sono molto simpatici e attivi.

Abbiamo volato con Blu Panorama e, a discapito delle tante voci negative che si “sentono”, noi ne siamo stati davvero felici; soprattutto puntuali sia all’andata (sabato 25.4.09) sia al ritorno (2.5.09)! Addirittura ci hanno offerto l’aperitivo con tanto di arachidi, il pranzo, lo snack e il gelato il tutto nel solo volo di andata.

L’isola è davvero una favola, spiagge bianche, mare azzurro e trasparente... Il secondo giorno, la domenica, nel pomeriggio gli animatori del villaggio ci hanno portati a visitare un po’ l’isola e una delle spiagge più belle, Playa Paraiso, con tanto di mojto in spiaggia e balli caraibici mentre si aspettava il tramonto.

Un giorno abbiamo preso a noleggio un’auto, un po’ mal funzionante a dir la verità ma ce la siamo cavata, e siamo partiti per la scoperta dell’isola tra strade di sabbia e spiagge vergini. Abbiamo visitato la simpatica signora dei coccodrilli, nuovamente Playa Paraiso e poi Playa Sirena che davvero merita dato che è la spiaggia vera e propria caraibica con palme ovunque, sabbia bianca e mare azzurro. Se davvero però volete vedere il meglio di Cayo Largo dirigetevi da questa spiaggia (Playa Sirena) dietro il bar/ristorante e camminate lungo il bagnasciuga sinistra, troverete un mare incantevole, azzurrissimo, caldo, pieno di stelle marine (noi una mattina ne abbiamo viste ben 20!!!) e grandi conchiglie. Ovviamente solo ed esclusivamente da fotografare! L’uscita a l’Havana proposta dal villaggio è stata stupenda, davvero ne vale la pena! non bloccatevi di fronte al costo (ben 130 euro a persona). La città è incantevole, un giorno non basta per soddisfare la voglia di vedere tutto quello che offre, dalle case, alle strade, alla gente del posto e ai loro usi e costumi.

Il resto delle giornate le abbiamo passate nella spiaggia del villaggio, ben attrezzata di ombrelloni e lettini mare. Il mare lì davanti è un po’ mosso ma si fa comunque il bagno volentieri.

La prima mattina ci siamo un po’ preoccupati per le nuvole che sovrastavano l’isola ma abbiamo presto capito che lì funziona così: di sera arrivano nuvole nerissime, tutta la notte soffia un forte vento e in tarda mattinata si apre un cielo azzurro e il sole scotta fino a sera. Le persone con cui abbiamo avuto contatto sono state tutte davvero simpatiche, gentili e disponibili sia Cubani (dentro e fuori del villaggio) sia Italiani. Soprattutto il cameriere Benigno sempre pronto a soddisfare ogni richiesta.

E... non è solo un detto... A CUBA NON SI CAMMINA, SI BALLA!

di marconardotto - pubblicato il
Parole chiave: