Tour di Cuba

Alla scoperta delle città del nord e del centro, poi relax finale a Cayo Santa Maria

  • di alpetruz
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Sono appena rientrato da Cuba e voglio condividere subito la mia esperienza, altrimenti poi dimenticherei tutto :-)

Non scriverò dei monumenti o dei luoghi da vedere perché indicazioni si trovano su tutte le guide.

Sono partito con altri 3 amici per un viaggio di 2 settimane. L'idea era di alternare mare e giri in città. Siamo partiti da Roma con Iberia, facendo scalo a Madrid. Il volo a/r ci è costato 570€, abbiamo viaggiato in economy, e la qualità del cibo a bordo è davvero pessima. Arrivati in aeroporto abbiamo fatto la fila agli sportelli automatici per cambiare gli euro in CUC (il cambio era a 1,18 cioè per 1€ ci han dato 1,18 CUC) Ma c'è uno sportello di cambio con addetto anche subito fuori dall'aeroporto sulla sinistra. Ce ne siamo accorti quando abbiamo preso il taxi.

Costo del taxi giallo 30 CUC, tariffa fissa, zero possibilità di trattare.

A Cuba ci sono due valute, CUC (pesos convertibles) e CUP o MN (moneda nacional). Praticamente il turista usa solo il CUC, noi abbiamo avuto qualche CUP perchè abbiamo preso delle pizzette nelle classiche "ventanillas".

Questione internet: bisogna comprare le tessere ETECSA per connettersi nei punti wifi (in genere nelle piazze, fuori dagli alberghi importanti e nei corsi principali). Anche i cubani possono connettersi solo lì, quindi riconoscerete subito un'area wifi.

La tessera costa 1 CUC per 1 ora di connessione, oppure c'è quella da 5 CUC per 5 ore. Questo è il costo che troverete solo nei centri ETECSA, per strada o negli hotel o nelle case ve le vendono al doppio, valutate voi. Nel centro ETECSA in calle Obisbo di Havana c'è sempre una coda, con un attesa di almeno 15 minuti, noi l'abbiamo comprata lì.

Una costante del nostro viaggio è stato il frente frio (il fronte freddo), maltempo che ci ha accompagnato per tutto il viaggio, nonostante il quale siamo tornati abbronzatissimi, però il mare ne ha risentito, essendo mosso e perdendo i colori tipici caraibici.

Evitate gennaio.

Passiamo al viaggio vero e proprio.

L'AVANA: 3 NOTTI, DAL 20/01 AL 23/01

Abbiamo alloggiato in una casa particular (abitazione privata) a Centro Habana, contatto avuto da una ragazza cubana che lavora a Bari, la nostra città. Non metto il nome della casa perché sconsiglio di prendere casa a Centro Habana. Consiglio vivamente Havana Vieja (centro storico), sia per la qualità delle case, sia perché altrimenti dovreste camminare un po' per raggiungere la parte vecchia.

Noi a Centro Habana abbiamo visto il decadimento vero, sembrava una città bombardata, anche questo fa parte del fascino di un viaggio, ma non mi sento di consigliare di alloggiarci. C'erano case particular anche in edifici che potevano crollare da un momento all'altro, e ho detto tutto. Nota positiva, che ogni autista terrà a precisare, è che la città è molto tranquilla e si cammina tranquillamente senza problemi. Alloggiando a Centro Habana ci siamo mischiati molto di più ai cubani, non ho mai visto turisti lì, forse per questo ci guardavano sbigottiti :-) Ed è stato proprio a Centro Habana che abbiamo provato il cibo delle "ventanillas" (finestre aperte che davano sulla strada al cui interno preparano quasi sempre solo pizzette e spaghetti). Le pizzette straunte possono andar bene, costavano tra i 15 e i 20 CUP (cioè la moneda nacional, quella usata dai cubani), in pratica meno di 1 CUC (1 CUC sono 25 CUP)

  • 5658 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social