Cuba in autobus

Dopo la bella esperienza del viaggio in Messico dello scorso anno, quest'estate io ed Ettore abbiamo deciso di replicare e di visitare Cuba prenotando solo le prime due notti all'Havana per poi viaggiare in autobus stabilendo le nostre mete giorno ...

  • di carolif
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Dopo la bella esperienza del viaggio in Messico dello scorso anno, quest'estate io ed Ettore abbiamo deciso di replicare e di visitare Cuba prenotando solo le prime due notti all'Havana per poi viaggiare in autobus stabilendo le nostre mete giorno per giorno.

Così,muniti della mitica Lonely Planet, siamo partiti il 24 luglio, con rientro il 13 agosto, con un volo Air Europa acquistato su lastminute per 1000euro, abbiamo percorso 3'015km principalmente in autobus (solo per alcune tratte in taxi) spendendo 326$ a testa, abbiamo sempre alloggiato in case particulares spendendo 345$ ciascuno (colazione e, quasi sempre, cena comprese), abbiamo speso 159$ a testa per le cene( a Varadero), per i pranzi e le bevande e 50$ ciascuno per i vari ingressi, le mance ed i souvenirs.

E' stata una vacanza meravigliosa, per alcuni versi stancante per tutti i km percorsi, ma Cuba è splendida e vale davvero la pena faticare un po' per visitarla in lungo ed in largo! (il cambio era 1 euro = 1,15pesos convertibili o “$” e 1euro = 25 pesos nazionali) 24 luglio 2005 Comincia l’avventura! Il volo Air Europa non è diretto, così dopo la tratta Milano –Madrid, siamo partiti con 3 ore di ritardo per l’Havana e una volta in territorio cubano abbiamo atteso un’ora per il controllo dei visti ed altrettanto per ritirare gli zaini...Alla fine, dopo aver preso un taxi che ci è costato 25$, siamo arrivati alla casa particolar con quasi 5 ore di ritardo...E la povera Aleida, la padrona di casa, ci aspettava alla finestra... La sua casa è abbastanza carina, la nostra stanza è pulita e spaziosa ed abbiamo il bagno privato con, a richiesta, l’acqua calda.

Il caldo è abbastanza soffocante, ma appena sdraiati sul letto, siamo crollati in un sonno pesante.

25 luglio 2005 Mi sono svegliata presto a causa del fuso, così ho iniziato a studiare l’itinerario per la visita della città, anche se a colazione Aleida ci ha dato indicazioni molto più utili su come muoverci e cosa vedere.

Ci ha anche aiutato a fare una “bozza” del percorso della nostra vacanza: ci ha prenotato 2 posti sul bus della Viazul che parte domani alle 18.15 per Santiago, ci ha trovato alloggio a Santiago e ci ha dato tantissimi indirizzi per le città che vorremmo visitare.

Dopo tutte queste utili informazioni ci siamo incamminati verso il mare, Aleida alloggia infatti in una zona del Vedano alquanto periferica, e una volta raggiunto il Malecòn abbiamo preso un Coco-taxi (5$), una sorta di Ape Piaggio a forma di ovetto giallo con 2 posti per i turisti ed un sedile anteriore per l’autista, che ci ha scaricati quasi davanti alla Cattedrale.

Il primo impatto è stato un po’ faticoso, a differenza del Messico dove la popolazione è molto schiva, qui tutti hanno qualcosa da offrirti o da chiederti...Ed abituarsi non è stato semplice! Anzi, oserei dire che non ci siamo goduti questa prima giornata appieno proprio perché tra jineteros e mendicanti che ti chiedono di comprar loro il latte in polvere o altri generi alimentari, eravamo provati da queste continue insistenze. Per fortuna poi ci si abitua e dire di no diventa molto meno faticoso!! Guida alla mano, abbiamo visitato la piazza 13 di marzo, ammirando solo dall’esterno il Museo della Rivoluzione, quello delle Belle Arti ed il Palazzo Bacardi lì in zona, quindi passando davanti all’ Hotel NH Parque Central abbiamo cambiato i soldi dato che le banche sono chiuse in vista dei festeggiamenti per il 26 luglio.

Siamo stati al Capitolio, ex sede del parlamento cubano, una struttura molto bella che assomigliala Campidoglio di Washington, abbiamo visto il Gran Teatro e ci siamo addentrati nel quartiere di S.Raphael, dove tutto si paga in pesos cubani e ci sono un sacco di bancarelle che vendono pizze e panini per pochi centesimi di euro

  • 4162 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social