L'Alma De Cuba - 23 Giorni on the Road

Nessun piano, nessun programma, solo una Lonely Planet alla mano e tantissima voglia di scoprire questa terra meravigliosa..di gustarne i suoi sapori, i suoi colori e la sua cultura...

  • di MatTravel
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

Siamo partiti il 26/07/2016 con poche certezze: un volo aereo (Aeroflot) diretto all’ Havana , una macchina a noleggio trovata con un colpo di fortuna all’ultimo minuto su internet, una casa particular per le prime 3 notti e tanta tanta voglia di scoprire questa terra, che orSiamo partiti il 26/07/2016 con poche certezze: un volo aereo (Aeroflot) diretto all’ Havana , una macchina a noleggio trovata con un colpo di fortuna all’ultimo minuto su internet, una casa particular per le prime 3 notti e tanta tanta voglia di scoprire questa terra, che ora posso dire, meravigliosa.

Dopo 12 ore di volo siamo atterrati all’ Havana e già al controllo passaporti abbiamo capito una cosa: a Cuba è necessario avere molta pazienza…tutto è rallentato, non esistono orari e la frenesia non dovrà accompagnarci per la vacanza se no non ne usciremo vivi.

I primi giorni sono tipicamente da turisti, qualche giro nelle piazze note dell’ Havana Vieja, qualche visita ai musei (Museo de La Revolucion), un passaggio alla fabbrica di rum (Havana Club) e qualche stop tra una via e l’altra per concederci l’assaggio di pinacolada e mojitos (Bodeguita del Medio, Mojito sotto la media, ma locale da vedere). L’impatto è abbastanza in linea con le aspettative..musica latino americana per le vie del centro, colori accessi e ahimè una buona dose di case che cadono a pezzi..

Dopo qualche giorno, con le solite ore di attesa, siamo riusciti finalmente a prendere possesso della macchina. Siamo partiti, abbiamo preso l ‘ autopista (l’ autostrada cubana), e dopo circa un’ oretta siamo arrivati ad un magnifico altipiano tra le colline, qui c’è l’area turistica di Las Terrazas, che è una comunità a sviluppo sostenibile. C’è un bel laghetto con bar e ristorante su palafitte, ci sono bei prati attorno, c’ è la possibilità di fare il bagno e anche lo Zip – Line , ovviamente lo abbiamo fatto, un po’ caro ma divertente!!!

La mattina dopo, ci siamo spostati verso la zona che ci ha lasciato il ricordo piu dolce: Vinales..è come se per qualche giorno avessimo abbandonato completamente le vesti moderne e fossimo tornati indietro ai tempi de “la casa nella prateria” o dei film western…cavalli e carretti sono i protagonisti e lo spettacolo naturale che si apre agli occhi lascia senza fiato… appena arrivati abbiamo bussato a un po di porte per trovare una casa dove dormire, con un colpo di fortuna ne abbiamo trovata una davvero carina ( El Balcon) la consigliamo… abbiamo lasciato i bagagli e con una gita a cavallo ci siamo completamente “persi” nella natura di questa zona..siamo partiti da casa verso le 15.00, 10 minuti a piedi tra le case dei locali fino ad arrivare alla tenuta del campesiño che ci ha presentato i nostri cavalli. Dopo una bella passeggiata abbiamo fatto un piccolo stop a un “mirador” dove ci hanno offerto un succo al mango da leccarsi i baffi… la vista era davvero mozzafiato, dopo questo piccolo break, abbiamo ripreso il cammino a cavallo fino alla casa del caffè, qui abbiamo assistito a una breve spiegazione su come sono soliti produrlo e venderlo, e tanto per cambiare non abbiamo perso occasione per assaggiare qualcosa di tipico, il Coco Loco (Succo di Cocco, Rum e Miele). La gita si è conclusa con il rientro, al tramonto, alla tenuta del campesiño per un’ultima (ma non per importanza) tappa…qui ad attenderci c’era un signorotto cubano, con il volto segnato dalla fatica del lavoro della terra ma dallo sguardo luminoso e pieno di vita. Ci ha mostrato come vengono fatti i sigari a mano. Incredibile quanta dedizione e cura ci mettano..dopo la dimostrazione ci ha fatto fumare un sigaro leggermente imbevuto nel miele, molto buono

  • 29876 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social