La Cuba dai mille colori (e non solo)

Un viaggio nei paesaggi, nei colori e nella cultura di un luogo unico al mondo

  • di Clo&Alex
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro

L’accoglienza all’Hostal del Angel è abbastanza glaciale (poi scopriamo che i padroni di casa di cui si parla così bene sono in realtà fuori città) e la nostra richiesta di mandarci un taxi all’aeroporto si è in qualche modo trasformata in “siamo in luna di miele”, così al posto di riservarci una di quelle stanze coloniali dal soffitto alto che mi piacevano tanto, ci mandano nella più intima mansarda, a cui si accede da una scala a chiocciola strettissima – che vi raccomando con i bagagli!!! – e che ovviamente non ha nulla di tipico. Ha però una terrazzina privata da dove la vista spazia fino alla Fortaleza de San Carlos, dove potete assistere ogni sera alla cerimonia del cañonazo, acquistando un tour da un operatore locale. La cena che ci servono è abbastanza normale, ma un appunto da fare è che a differenza delle altre case particular in cui staremo durante il viaggio, qui anche l’acqua è inclusa. Soggiornare e mangiare nelle case particular è un’esperienza che consiglio vivamente. Ovviamente siete in casa di altre persone, ma noi ad esempio abbiamo scelto solo stanze che avessero bagno privato in camera, il che è un giusto compromesso fra la casa – di cui conservano l’aspetto e l'intimità - e l’hotel. La colazione era in genere così abbondante che si faticava a finirla e ci permetteva di arrivare fino a cena senza fame. La spesa al giorno è di circa 25-30 cuc a persona per dormire, fare colazione e cenare, il che ovviamente riduce anche i costi della vacanza, permettendovi inoltre di venire un po’ più a contatto con le persone del posto (ma non sempre: a volte conducono l’affare come un vero e proprio hotel e quindi diventare intimi diventa più difficile!). Essendo ormai sera, ci limitiamo a fare un giro per Habana Vieja, concedendoci una sosta al Floridita, bar di Hemingway, nonché culla del daiquiri. La mattina seguente, dopo una ricca colazione seduti al tavolo con gli occupanti delle altre due stanze, che essendo alla fine del loro viaggio ci danno utili consigli per il proseguimento del nostro, ci avviamo ad una scoperta più approfondita della città, passando per Calle Obispo, con tappa alla turisticissima Bodeguita del Medio (il mojito peggiore che possiate bere a ben 5cuc!), e poi un giro fra le 4 piazze principali: de la Catedral, de las Armas, San Francisco de Asis e Plaza Vieja. Al pomeriggio invece decidiamo di prendere uno di quei bus turistici a due piani, che ci permette di passare per Plaza de la Revoluciòn, il Malecòn, il Vedado e fino a Miramar.

Dopo due notti all’Avana, cerchiamo di prendere possesso dell’auto che abbiamo preso a noleggio per continuare il resto del viaggio, il che si rivela più complicato del previsto: infatti se la sono dimenticati a Piñar del Rio e così ci arriva 4 ore più tardi, 4 ore in cui però nessuno ci sa dire nulla e perciò non riusciamo ad allontanarci dall’agenzia. Questo ci farà guadagnare un giorno di noleggio alla fine, ma in generale un altro Sconsiglio appassionato riguarda la compagnia ViaCar: le 4 ore di ritardo sono nulla rispetto a quello che ci aspetterà alla fine del noleggio, che riassumo in ulteriori ore perse, insulti e minacce, con l’assicurazione da parte di un uomo di notevoli dimensioni fisiche che la polizia in questo paese è corrotta e perciò alla fine andrà male a noi. Questo succede anche ad un altro Cliente che sta consegnando l’auto al nostro arrivo, e insulti e minacce arrivano anche alla proprietaria dell’agenzia che si occupa delle pratiche per conto loro (non un’agenzia ViaCar quindi) quando gli fa notare che non hanno avuto un comportamento rispettoso nei nostri confronti. In un'altra occasione abbiamo preferito CubaCar e – a parte di nuovo un po’ di ritardo, però di 45 minuti, è andato tutto bene. L’auto comunque era in buone condizioni e ci è costata €139,00 per un noleggio di 10 giorni, il che mi farebbe propendere nuovamente per l'auto a noleggio come mezzo migliore per girare l’isola. Un’amica che ha scelto noleggio con conducente si è trovata appiedata più volte a causa delle pene d’amore del conducente (XD), mentre chiamare un taxi ogni volta che vi dovete spostare è senz’altro più rapido ed efficiente ma forse più costoso

  • 37062 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social