Tour di Cuba in auto (11/23 Maggio 2005)

Note: 2 persone Simone-Paola Città di Castello (PG) - Auto a noleggio (Skoda Fabia) 11/05/05 Viaggio Bologna – L’Havana Si parte alla volta di Cuba con un volo Iberia con scalo a Madrid. L’arrivo all’Havana è previsto per le ore ...

  • di Simone C.
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Note: 2 persone Simone-Paola Città di Castello (PG) - Auto a noleggio (Skoda Fabia)

11/05/05 Viaggio Bologna – L’Havana

Si parte alla volta di Cuba con un volo Iberia con scalo a Madrid. L’arrivo all’Havana è previsto per le ore 20,20 e il nostro aereo (Boeing 747-400) atterra a Cuba con una puntualità “svizzera”. Il volo è stato perfetto sotto ogni punto di vista e bisogna riconoscere che l’Iberia è proprio una grande compagnia.Alle 21,30 siamo già in Hotel (hotel Deauville) un albergo non eccezionale (anche se tre stelle) che avevamo prenotato dall’Italia. Andiamo subito a letto pronti per la prima giornata del nostro viaggio che sarà dedicata alla visita della capitale.

12/05/05 L’Havana

Ci svegliamo di buon mattino e dopo una abbondante colazione a buffet, e prima ancora di avventurarci verso L’Havana vecchia prenotiamo , presso un’agenzia all’interno dell’hotel, un’auto station wagon in attesa dell’arrivo dei nostri amici Luigi e Sonia che sbarcheranno all’Havana il sabato seguente. Contestualmente prenotiamo una escursione di due giorni a Cayo largo che ci costerà circa 150 Euro a testa ma che risulterà bellissima. Appena concluso il contratto per l’auto ci arriva un S.M.S. Di Sonia “vi devo dare una brutta notizia, mi sono rotta un braccio, sono in ospedale temo che non potremo raggiungervi a Cuba...”. Subito dopo Luigi chiama dicendo che purtroppo Sonia non è in condizioni di viaggiare e che devono rinunciare al viaggio. Lo sconforto ci assale immediatamente, non sappiamo cosa fare. Passata mezz’ora circa, dopo varie discussioni realizziamo che il viaggio che avevamo programmato in quattro lo faremo solo noi, un vero peccato!! Torniamo all’agenzia annulliamo il contratto dell’auto ne prenotiamo un più piccola e verso le 11,30 ci dirigiamo a piedi verso “L’Habana Vieja”. Subito siamo assaliti da diversi Jineteros (ragazzi del posto che cercano di vendere ogni tipo di prodotto-servizio dietro il pagamento di qualche dollaro), che ci offrono sigari, rum case particolari...Diciamo sistematicamente un no secco a tutti, è questo è l’unico modo per liberarsene. In cinque minuti siamo immersi nella parte più vecchia della città che oltre ad essere bella è molto affascinante; l’atmosfera è unica, gente che suona in ogni angolo e palazzi coloniali dai mille colori. Neanche i suoni e i canti della città riescono però a tirarci su di morale, il braccio rotto di Sonia prevale nei nostri pensieri. Pranziamo in un movimentato ristorante per circa 10 dollari a testa e verso le 18,00 torniamo in hotel. Alle 19,00 si riparte verso il centro e dopo aver cenato in un bel ristorante a pochissimi metri dalla cattedrale ci gustiamo un mojito alla “Boteguita del Medio” (il locale reso famoso da Hernest Heminguay) in compagnia di un’orchestra di bravissimi musicisti. Alle 22,30 siamo di nuovo in hotel, la mattina dopo ci dovremo alzare presto per l’escursione a Cayo Largo.

13/05/05 Cayo Largo

L’appuntamento è per ore 06,00 di fronte all’hotel ed in perfetto orario arriva il pulmino dell”Havanatour” (agenzia con la quale abbiamo prenotato l’escursione). In poco più di mezz’ora arriviamo al piccolo aeroporto militare nella zona ovest dell’Havana da dove partono tutti gli aerei dell’Aerogaviota, una compagnia privata che collega tutte le città dell’isola e che si dice che abbia un’ottima flotta di aerei, compresi i moderni ATR 42. Non appena effettuate le formalità per il check-in ci sediamo in una minuscola sala di aspetto e verso le sette atterra l’aereo che ci dovrà poi portare a Cayo Largo. Mi dirigo (Simone) subito verso l’aereo e osservo che non si tratta di un ATR 42 bensì del famigerato Antonov 26 di fabbricazione sovietica, uno degli aerei più vecchi esistenti nei cieli di tutto il mondo; oramai non si torna indietro, saliremo anche sull’Antonov!!

  • 2758 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social