Cuba fai da te

C’era molta curiosita’ (ed anche un poco di ansia) nel pensare ed organizzare questo viaggio. I partecipanti,innanzi tutto:io,Carlo,48 anni,ingegnere,la mia compagna Cinzia,ingegnere,eta’ non comunicabile,Luca,figlio dei suddetti,16 anni,coinvolto nell’avventura nella speranza di fargli vivere una esperienza indimenticabile,ben contento di saltare una ...

  • di carlobozzetti
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: 3500
 

C’era molta curiosita’ (ed anche un poco di ansia) nel pensare ed organizzare questo viaggio.

I partecipanti,innanzi tutto:io,Carlo,48 anni,ingegnere,la mia compagna Cinzia,ingegnere,eta’ non comunicabile,Luca,figlio dei suddetti,16 anni,coinvolto nell’avventura nella speranza di fargli vivere una esperienza indimenticabile,ben contento di saltare una settimana e piu’ di scuola.

Da un lato la curiosita’ di scoprire un mondo,una societa’ probabilmente unici,da un’altro la speranza di trovare una societa’ il piu’ possibile “giusta”,da un altro ancora il timore di non essere propriamente graditi ;e si’,perche’ la molla che ci ha spinti a varcare l’oceano(per me la prima volta fuori Europa...)e’ stata,principalmente,andare a trovare una persona un po’ speciale che lavora da due anni in mezzo ai cosiddetti campesinos,don Marino, per anni a Genova seguito ,rispettato e di esempio per centinaia di persone e chiamato nella lontana isola dalla propria volonta’ di essere ancora una volta a disposizione di chi ne’ ha bisogno.

Be’,almeno un amico laggiu’ ...Non si sa mai.

Il viaggio non e’ stato organizzato nei dettagli,lasciando in parte al caso quello che sarebbe successo.

Avevamo a disposizione,purtroppo,una sola settimana(troppo poco,col senno di poi !),in una stagione che era annunciata ideale come clima ;l’inverno caraibico ...Per alcuni di noi europei sarebbe un sogno..,l’eterna primavera ,o per meglio dire,un fine settembre caldo e tutto sommato asciutto,situazione ideale per percorrere i tanti chilometri(alla fine oltre 1200) nel centro del paese.

Il programma prevedeva i primi due giorni a l’Havana, il successivo viaggio,con auto noleggiata, (250 km) verso Santa Clara per raggiungere il piccolo centro contadino di Santo Domingo,dove lavora Don Marino,base per successivi spostamenti verso il sud(Trinidad) ,il nord (isola di S. ) e la tirata finale ancora verso il sud (ovest) alla baia dei Porci e il viaggio finale verso l’Havana per l’appuntamento con l’aereo che ci avrebbe riportati in Europa.

E’ in gran parte inutile la descrizione dei luoghi;tutto quanto e’ ampiamente descritto nei resoconti trovabili in internet e nelle numerose guide acquistabili nelle librerie (assolutamente necessario arrivare informati di quello che ci aspetta,soprattutto se non si dispone di molto tempo,in modo da non perderlo inutilmente );quello che mi interessa e’ farvi partecipi di quanto ci e’ capitato di bello in cosi’ poco tempo.

Primo incontro,l’Havana,primo giro a piedi nel centro a l’Havana vieja:l’area ristrutturata e’ veramente molto limitata,se la confrontiamo con quanto si puo’ trovare nelle citta’ storiche italiane.

Tutte le guide mettono in guardia sul continuo “assalto” dei locali ai turisti ,fonte di necessario guadagno... e difatti,nel giro di pochi minuti io e cinzia siamo avvicinati da una signora anziana che vuole venderci alcune monete ,nemmeno cubane,con l’effige del Che.

Siamo tanto prevenuti che nel giro di cinque minuti ci ritroviamo ...Ad accettare un invito a cena per la sera successiva ,pollo riso e fagioli come da tradizione.

Nonostante i sani timori da buoni italiani,abituati a tutto e di piu’ in fatto di insicurezza ,alla diffidenza che ormai ci accompagna in tutti i rapporti personali,la sera successiva siamo ai margini del centro turistico,poche decine di metri,nel buio dei vicoli ,in una strana atmosfera vociante,musiche confuse da ogni finestra,uomini,donne,bambini,ragazzi che si muovono attorno a noi quasi indistinti;incredibile sensazione e strani ricordi di una infanzia ormai un po’ lontana,fine anni 60, nel paesino in periferia di Genova

  • 465 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social