Cuba: l'isola dei mille colori

La isla de los miles colores Premessa: Siamo partiti nel febbraio del 2006 e siamo tornati dopo 2 settimane, di cui una passata sull’Isla Grande e l’altra a Cayo Largo. Per Cayo Largo abbiamo optato per una formula all inclusive ...

  • di Ultimoelfo
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 

La isla de los miles colores Premessa: Siamo partiti nel febbraio del 2006 e siamo tornati dopo 2 settimane, di cui una passata sull’Isla Grande e l’altra a Cayo Largo. Per Cayo Largo abbiamo optato per una formula all inclusive presso l’Hotel Barcelò mentre per le notti passate all’Habana e Trinidad abbiamo scelto casas particulares (case private) trovate e prenotate attraverso un sito chiaro e ben fatto http://www.Casaparticularcuba.Org. I responsabili hanno risposto rapidamente ed efficacemente alle nostre richieste. Ve lo consigliamo se pensate di scegliere questo tipo di sistemazione che permette il duplice vantaggio di vedere più da vicino la realtà cubana e di risparmiare sulle spese di pernottamento.

Come potete vedere anche dalle foto (http://picasaweb.Google.Com/giuseppe1610), molti sono gli aggettivi che potrebbero descrivere il nostro soggiorno a Cuba, a partire da blu, azzurro, celeste etc. Ossia le mille sfumature che caratterizzano il mare dei carabi, passando a giallo, verde, rosso ossia l’arcobaleno creato dalle facciate delle case coloniali per finire con nero, ebano, bianco ossia il mestizaje di pigmenti/carnagioni che identifica la gente di Cuba. Ad ogni modo, memorabile pare l’aggettivo più adatto per definire quest’esperienza, valsa ogni centesimo speso, e dire che non sono stati pochi! Abbiamo lasciato l’inverno italiano il 20 di febbraio da Roma con un volo della Blu Panorama che è partito con 7 ore di ritardo (al ritorno invece le ore di ritardo sono state solo 3) Siamo dunque giunti all’Habana alle 23 ora locale.

Rispetto al nostro inverno, ciò che subito ci ha colpito è che faceva caldo, il maglione di lana non serviva, la gente indossava magliette a maniche corte anche a febbraio! La prima notte cubana l’abbiamo passata all’Hotel Panorama nel quartiere Miramar dell’Habana, sistemazione prenotata dall’agenzia. Si tratta di un grande albergo con affaccio sul mare che non avremmo mai scelto data la posizione dislocata dal centro, ma dato che dovevamo passarci una sola notte è stata una soluzione accettabile.

Il mattino seguente alle 10 abbiamo preso un taxi per raggiungere la stazione della compagnia di autobus Viazul. Se non avete una prenotazione o il biglietto già in tasca, conviene farsi portare non al Terminal de Omnibus vicino a Plaza de la Revolucion bensì alla sede della Viazul (Calle 26 e Zoologico). Attraverso internet avevamo visto che il pullman per Trinidad sarebbe partito alle 13 ma non c’era modo di prenotare; ci siamo dunque affidati alla buona sorte. Giunti in stazione, c’è stato inizialmente detto che non c’erano più posti sul pullman delle 13 ma dato che in molti poi non confermano le prenotazioni, c’è stato suggerito di aspettare fino alle 12.30 perché i posti prenotati ma non reclamati sarebbero stati messi in vendita. Armati di pazienza, abbiamo aspettato due ore e poi abbiamo ottenuto i nostri biglietti, fidandoci dunque delle parole dell’addetta alle vendite. Altri turisti nella nostra situazione non hanno avuto pazienza ma hanno raggiunto ugualmente la loro meta ricorrendo a taxi o auto private. Se scegliete questa soluzione, preparatevi a sborsare almeno il doppio del prezzo del passaggio via pullman. Altro consiglio: se avete tempi contingentati e prenotazioni/impegni da rispettare, conviene reservar con anticipo i biglietti per la Viazul, compagnia su cui viaggiano turisti o cubani ricchi. Sarà poco folclorica, ma ha il pregio di partire e arrivare puntuale, offrendo un viaggio tutto sommato comodo. Astro è l’altra compagnia che si può usare, risparmiando ed entrando in contatto coi locali. I mezzi sono in parte nuovi, in parte un po’ trasandati ma se si ha tempo e libertà ci si può viaggiare tranquillamente

  • 1080 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social