Cuba: così è se vi piace, ma vi piacerà

Premetto che non siamo amanti dei viaggi organizzati con accompagnatore perché i nostri ritmi e le nostre curiosità mal si sposano con quelle imposte dai Tour Operator. Nel resoconto che seguirà abbiamo voluto accennare brevemente ai luoghi ed i siti ...

  • di lguar
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: 3500

Ci avvicina un ragazzo ed attacca bottone. Pensiamo: “sarà parente dei due di stamane?”. Per la verità il suo approccio è diverso e sulle prime siamo un po’ “freddini” e pronti a liquidarlo. Continuiamo a parlare: del mio e suo lavoro, dei furbetti che cercano di spillare denaro ai turisti, di quelli che vendono collanine per arrotondare, del tenore di vita e dei problemi di tutti i giorni. Passa un poliziotto che ci interrompe e lo allontana. Abbiamo parlato per circa mezzora e non ha cercato di rifilarci alcunché, siamo dispiaciuti ci sarebbe piaciuto continuare la conversazione che si stava facendo interessante (lo incontreremo l’ultimo giorno nei pressi di un mercato e dopo un brevissima chiacchierata ed aver chiesto se aveva avuto problemi ci salutiamo).

Rientriamo in hotel e doccia ristoratrice, poi usciamo per cercare un ristorante distante dalle vie e piazze più battute dai turisti. Scegliamo un taverna vicina al Capitolio, la cena a base di pollo, riso, fagioli neri, paella di verdure, carne e pesce con birra e acqua minerale di costa circa 14 CUC (per due). Passeggiata conclusiva by night e rientro in hotel.

29 luglio Dopo la colazione prendiamo per il Museo della Rivoluzione percorrendo il Prado dove si sta svolgendo il mercatino alimentare. Frutta esotica, peperoncini, verdure, bottiglie per acqua minerale riempite di salse e carne preparata da esperti macellai vestiti con gli stessi indumenti di color verde indossati di chirurghi negli ospedali. Dulcis in fundo, e in fondo al Prado, gara canina con tanto di prove di agilità, corsa e portamento. Entriamo al Museo della Rivoluzione a all’annesso “Granma Memorial”. Il museo è interessante e racconta con fotografie e didascalie, spesso sapientemente filtrate, la storia di Cuba dalla sua scoperta ai nostri giorni.

L’afa ci sta facendo a pezzi perché il museo non è dotato, ovviamente, di condizionatore. Finalmente un po’ di refrigerio grazie a un breve temporale. Usciamo dal museo e decidiamo di visitare in taxi la zona nuova di Avana, il Quartiere di Miramar prendendo a nolo un Coco–Taxi per un’ora (15CUC) almeno godremo di un po’ d’aria. Il percorso di ritorno ci conduce alla piazza della rivoluzione dove c’è il celebre palazzo con l’effige del Che. Rientro in hotel, doccia e cena, passeggiata by night con mojito nella piazza della cattedrale. E questa volta il mojito è di quelli veri, il ron c’è e si sente! 30 luglio Dopo la colazione ci aspetta il trasferimento con comodo pulman turistico per Varadero che raggiungiamo in un paio di ore di viaggio. L’hotel del pacchetto è il “Cuatro Palmas” (catena Accor) in trattamento BB, ma decidiamo di passare alla formula All Inclusive dopo aver pagato ben 2CUC per una bottiglia di acqua minerale in un negozio di fronte. I negozi nei pressi degli hotel applicano ai turisti prezzi da usura e hanno allineato i prezzi. Sei il “pollo” da spennare e come tutti i “polli” non hai poi troppe chance. La struttura non è nuovissima, la camera è pulita e spaziosa e dotata di grande terrazzo con vista mare e piscina. Giusto il tempo di indossare i costumi da bagno poi e giù in spiaggia. È bellissimo, la sabbia bianca con ombrelloni fatti le foglie di palma, il mare è azzurro intenso l’acqua caldissima. Aspettiamo il tramonto passeggiando sulla spiaggia. Dopo cena passeggiata sul lungo mare: non c’è nulla ad esclusione di alcuni ristoranti/locali per altro quasi deserti, si salva solo il locale/bar “Calle 62” che è proprio di fronte all’hotel perché propone tutte le sere musica dal vivo e richiama turisti e cubani che ballano per strada e sui marciapiedi

  • 807 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social