HASTA SIEMPRE Cayo Largo

Anche se mi ero ripromessa quest’anno di saltare le “ferie estive” per mettere da parte qualche soldo, la voglia di “evadere dalla solita vita” e la “narcosi da viaggio” di cui soffro da molti molti anni ha preso il sopravvento ...

  • di Stefy_soa
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Anche se mi ero ripromessa quest’anno di saltare le “ferie estive” per mettere da parte qualche soldo, la voglia di “evadere dalla solita vita” e la “narcosi da viaggio” di cui soffro da molti molti anni ha preso il sopravvento e a marzo ho fatto il pieno di depliant e full immersion per trovare la destinazione delle vacanze estive 2007.

Dopo varie valutazioni destinazione-qualità-prezzo io e il mio compagno di viaggio preferito (il mio ragazzo) abbiamo deciso per CAYO LARGO – LINDAMAR – VERATOUR dal 4 al 12 Agosto.

Quindi, arrivata la data della partenza, FINALMENTE... partiamo da Malpensa con un’ora di ritardo... non mi soffermo sui “problemini” riscontrati in volo, cuffie non funzionanti, cibo pessimo... e atterraggio movimentato... cmq, sbarchiamo ed erano già le 22.30... lasciamo che i mosquitos, nell’attesa del controllo passaporti ci assalgano (è necessario un BUON repellente), e arriviamo FINALMENTE in hotel.

Al buio (a cayo largo di sicuro l’inquinamento luminoso non sanno cos’è!) e tra rumori non identificati, che scopriamo poi essere i rumori dei granchi che passeggiavano tra la vegetazione, troviamo il nostro Bungalow e subito a nanna.

Al risveglio, tiriamo la tenda e rimaniamo a guardare l’esterno... il “giardino” dell’hotel è quanto più naturale possibile... qualche palma, cespugli e fiori d’ibisco... ovunque! Una piccola collinetta costeggia i bungalow, disposti uno a fianco all’altro, probabilmente anche per proteggerli dalla forza delle onde che d’inverno sicuramente sovrastano la spiaggia. Un po’ intimoriti dai racconti letti, prendiamo tutta l’attrezzatura da mare e arriviamo sul “ponticello” che dal nostro bungalow passa la “collinetta” e arriva in spiaggia. Sabbia bianchissima, finissima come talco... a parer nostro, ancora meglio di quella di playa sirena e playa paraiso ... (e il che è tutto dire perché sabbia come quella... neanche a santo domingo e saona... ). Certo però è che il mare qui è un po’ troppo movimentato per fare il bagno e il fondo in questa posizione è roccioso, scogli e corallo pietrificato, su cui si formano le alghette... e la sensazione, quando ci si mette il piede nudo sopra... non è proprio il massimo!! Il problema dell’ingresso in acqua comunque lo si risolve facilmente usando le scarpette... Il problema non lo si ha a playa paraiso o a playa sirena... o forse si ha il problema di dover per forza uscire dall’acqua, prima o poi per tornare in albergo... io sono rimasta letteralmente stregata da quei colori... tonalità di blu, azzurro, celeste trasparente che fin’ora non ho mai visto... ne il Mar Rosso ne Santo Domingo ne la Sardegna a parer mio!!! Peccato che l’acqua caldissima a riva tenesse lontani i pesci, infatti ne abbiamo visti pochissimi quì, solo qualche aguglia... ma camminando un po’ da playa sirena si arriva in un punto dove la spiaggia crea un insenatura formando una piccola laguna, da dove si vede anche in lontananza il porticciolo de La Marina, e lì, si possono vedere le stelle marine, nel fondale o a riva, se qualche “snorkelista” vedendole le fa portate in superficie. Siamo riusciti a fare delle foto splendide e lì abbiamo avuto la fortuna di fare il nostro primo incontro con un barracuda! Era innocuo a mezz’acqua sotto di noi ed è stata una bella scarica di adrenalina vederlo comparire dalla poseidonia sul fondo!! Il nostro secondo incontro è avvenuto qualche giorno più tardi, sulla barriera corallina con l’escursione in catamarano. Centinaia di pesci coloratissimi si sono subito avvicinati al catamarano, come se sapessero che saremmo arrivati proprio lì. Tantissimi pesci coloratissimi gialli, viola, blu di un colore intenso, indescrivibile... poi il corallo blu, neanche i grandi coralli di fuoco del mar rosso sono così affascinanti!!! Certo a livello di quantità, sicuramente il Mar Rosso ha di meglio da offrire però, come si suol dire è la qualità che conta!!!! L’isola delle Iguane è stata impressionante... per me in maniera negativa, tutti quei lucertoloni in giro mi sono piaciuti si, ma a debita distanza, per Cris, invece in maniera positiva... punti di vista..

  • 1578 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social