Hasta siempre comandante

...sottotitolo "va dove ti porta il coche...perchè spesso tu non sai dove portare lui!" Antefatto: Cuba…non era uno di miei posti preferiti, ho sempre abbinato questo nome ai paradisi vacanze dei “latin lover de noiartri” cioè di tutti quelle persone ...

  • di LAURA V.
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

...Sottotitolo "va dove ti porta il coche...Perchè spesso tu non sai dove portare lui!" Antefatto: Cuba...Non era uno di miei posti preferiti, ho sempre abbinato questo nome ai paradisi vacanze dei “latin lover de noiartri” cioè di tutti quelle persone vi si recano cercando solo settimane dense di emozioni forti a pagamento.

...Direi che era quasi in fondo alla lista dei miei viaggi dei sogni, cioè di tutti quei viaggi mentali che mi faccio quasi ogni giorno leggendo i racconti degli altri Turisti per Caso.

In compenso, tutti gli anni, in occasione della scelta delle vacanze, mio marito, Roberto, mi riproponeva questa destinazione:”...Prima di morire voglio andare a Cuba!” Onestamente, in fatto di vacanze, io non sono molto democratica; visto che l’organizzazione è tutta sulle mie spalle, generalmente la decisione finale sulla destinazione è la mia, però il fatto che già per diversi anni fossi riuscita a glissare, mi imponeva di sentirmi un po’ in colpa nei suoi confronti e quindi di cominciare a prendere in considerazione la sua insistente richiesta.

Lo scorso anno, avendo a disposizione uno sconto per un rimborso da parte di un tour operator, avevo trovato un pacchetto fly and drive con open voucher pre pagati che ci sarebbe venuto a costare abbastanza poco e ci avrebbe dato la possibilità di fare una vacanza itinerante abbinandovi due/tre giorni al mare, in quanto essendo previsti due voli sull’Avana, uno di giovedì ed uno di domenica, sarebbe stato possibile riuscire a fare undici giorni anziché la solita settimana (noi causa problemi familiari difficilmente riusciamo a fare due settimane) Arrivati al dunque, cioè in agenzia con libretto degli assegni in mano per prenotare, il tour operator pur avendoci fatto il preventivo con le notti supplementari e i giorni in più per la macchina rispetto alla quota da catalogo, si è rifiutato di accettarci la prenotazione: o una o due settimane...Niente periodi sgaffi! A quel punto abbiamo pensato in barba a tutto e tutti di fare due settimane, ma a mio marito, che sul lavoro era appena stato “venduto” ad altra azienda, quindi con nuove mansioni e nuovi capi (quelle belle privatizzazioni, tanto in voga ultimamente), non sono state concesse le ferie e così il viaggio è saltato.

...In compenso gli ho promesso che a Marzo 2008 in occasione del suo 50 compleanno, cascasse il mondo, l’avrei “portato” a Cuba.

Lui non vedeva l’ora di invecchiare! Io invece ho cominciato a leggere i racconti dei turisti di ritorno da Cuba con più attenzione e ce ne sono stati alcuni davvero illuminanti per il mio modo di pensare e che mi hanno portato a modificare il mio modo di vedere questo paese e a desiderare a mia volta di andarlo a visitare. (“Io te miro el coche” ...Bellissimo!) Ho cominciato anche ad abbandonare l’idea dell’Hotel, a fronte di un soggiorno in casa particular per riuscire a entrare più in contatto con la gente del posto, parlare con loro, sentire quello che loro davvero pensano, della rivoluzione, di quello che è stata e di dove li ha portati, per farmi davvero un’idea della realtà di un paese che spesso solo per ideologie (a favore o contro) viene stereotipata nel bene o nel male.

Per fare questo occorreva parlare lo spagnolo e così mi sono attrezzata: già in previsione del viaggio dello scorso anno avevo cominciato un corso con il quale avevo imparato sì e no quattro parole, e così quest’anno ho continuato fino ad arrivare a un medio livello che mi permettesse di sostenere una conversazione un minimo articolata

  • 933 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social