La brigada seraphin sanchez a sancti spiritus

ESPLORANDO CUBA CON UN CAMPO DI VOLONTARIATO AMBIENTALE resoconto di Silvia Agabiti-Rosei Dal 5 al 26 giugno 2006, Legambiente Marche e l’Associazione di Amicizia Italia-Cuba organizzano un campo di lavoro volontario nell’Isola caraibica, con lo scopo di collaborare allo sviluppo ...

  • di procaguanes
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in gruppo
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

ESPLORANDO CUBA CON UN CAMPO DI VOLONTARIATO AMBIENTALE resoconto di Silvia Agabiti-Rosei Dal 5 al 26 giugno 2006, Legambiente Marche e l’Associazione di Amicizia Italia-Cuba organizzano un campo di lavoro volontario nell’Isola caraibica, con lo scopo di collaborare allo sviluppo gestionale del Parco Nazionale di Caguanes, nella Provincia di Sancti Spiritus, bagnata a Nord dall’Oceano Atlantico e a Sud dal Mar dei Caraibi, caratterizzata dalla presenza, oltre che dell’area protetta, di due estesi centri abitati: il capoluogo Sancti Spiritus e Trinidad.

Il Parco di Caguanes è stato istituito nel 2001, esteso 20.490 ha, di cui terrestri 8.590 e 11.900 marini, è riconosciuto dall’UNESCO per la sua importanza come Riserva della Biosfera e sito Ramsar.

Partecipiamo a questa avventura in dodici, armati di voglia di aiutare il popolo cubano nel suo percorso di sviluppo ambientale e di vivere un’esperienza coinvolgente dai punti di vista umano e sociale.

E’ allegra la mattina del 5 giugno, si respira l’aria carica dell’eccitazione di chi si prepara a un viaggio, un viaggio che sarà del corpo e dell’anima e che ne accompagnerà i protagonisti con i suoi ricordi per sempre.

Dopo l’appuntamento all’aeroporto “Leonardo Da Vinci” di Fiumicino, partiamo alle ore 18.45, alla volta dell’isola più grande e famosa dei Caraibi, trascorrendo dodici ore di volo per lo più sopra il blu dell’Oceano Atlantico, tra un sogno a occhi chiusi e un altro a occhi aperti. La nostra Brigata, chiamata“Séraphin Sanchez”, giunge finalmente a L’Avana, all’aeroporto “Josè Martì”, nome del grande poeta nazionale. Sono le ore 19.00 locali (mezzanotte in Italia) e ci accolgono, nel caldo umido che ci investe e al quale dobbiamo abituarci, coloro con cui lavoreremo a stretto contatto all’interno del Parco Nazionale di Caguanes, per due settimane.

Terminato il discorso di benvenuto all’Hotel Vedado e dopo un doveroso riposo notturno, partiamo l’indomani per la nostra destinazione: il villaggio di Mayajigua, dove alloggeremo in un bel residence caratterizzato dalla presenza di un lago allietato dal rosa di cinque fenicotteri! Hanno inizio le due settimane in cui lavoreremo come volontari all’interno dell’area protetta, collaborando al percorso di sviluppo gestionale del Parco, con la messa a punto di opere di pubblica utilità.

Istituito nel 2001, il Parco Nazionale di Caguanes offre allo sguardo dello spettatore una natura ancora incontaminata, rifugio per le numerose specie animali e vegetali che ne costituiscono la ricca biodiversità, come il tocororo (uccello nazionale di Cuba) o il murcièlago pescador, il maggiore pipistrello dell’isola, che popola le numerose grotte freatiche.

E’la stagione delle piogge, della lluvia, e il paesaggio ne risente, accogliendoci con alcuni giorni di pioggia torrenziale e continua che rende il percorso fino al Parco piuttosto accidentato, effettuato sui pick-up dei governativi, tra scossoni e brividi d’avventura, ma ben superato grazie alla competenza degli autisti! Durante le prime due settimane, il nostro lavoro si alterna tra le grotte in cui dobbiamo costruire una passerella per i visitatori e la sede amministrativa e museale di Yaguajay, dove ci occupiamo della messa a punto della sentieristica. Imparare, per quanto possibile, a lavorare il legno per la segnaletica, disegnarlo, intagliarlo e dipingerlo; apprendere lo spirito di adattamento a un clima difficile, alla mancanza di comodità, all’incredibile abbondanza di zanzare... Ma soprattutto cooperare con i nostri amici cubani, con la loro disponibilità, la loro umanità e il loro calore... Tutto questo è il bagaglio di tesori che abbiamo riportato con noi, dentro di noi, in Italia

  • 633 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social