La Isla Grande

Questo diario è di un viaggio fatto 2 anni fa, ma ultimamente la nostalgia di Cuba mi stava "assalendo" e quindi mi è venuta voglia di condividere la mia esperienza. CUBA 17-31 AGOSTO 2004-10-24 La Isla Grande, impossibile non vederla ...

  • di mc.mari
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Questo diario è di un viaggio fatto 2 anni fa, ma ultimamente la nostalgia di Cuba mi stava "assalendo" e quindi mi è venuta voglia di condividere la mia esperienza.

CUBA 17-31 AGOSTO 2004-10-24 La Isla Grande, impossibile non vederla almeno una volta nella vita, e quindi partiamo! Prenotiamo dall’Italia il volo e gli alberghi con trattamento di pernottamento e prima colazione, tranne 4 giorni che dedichiamo al mare a Cayo Santa Maria, in un resort all inclusive. Dobbiamo dire che abbiamo fatto un grosso errore, perché gli alberghi non sono sempre gradevoli e poi sono molto costosi per ciò che offrono, noi abbiamo rinunciato a 2 notti a Playa Ancon, perché l’albergo Costa sur era veramente fatiscente e troppo lontano da Trinidad, e siamo andati in una casa particular... bene questa era la vacanza che dovevamo fare! Camera pulita e cibo delizioso per pochi dollari.

Quindi consigliamo a chiunque voglia fare una vacanza a Cuba di prenotare soltanto il volo e forse anche una macchina a noleggio, sicuramente si risparmia e si vive a contatto con i cubani.

Il nostro viaggio comincia a Santiago de Cuba, dove ci fermiamo 2 giorni, uno dei quali purtroppo condizionato negativamente dal fatto che i nostri bagagli sono stati spediti all’Havana! Prendiamo un taxi con la guida per una cifra piuttosto alta ...60$ (impareremo più tardi a diffidare dalla prima persona che ci propone una gita...), che ci fa fare il tipico tour turistico: la caserma Moncada; il vecchio quartiere Vista Alegre; la parte più caratteristica di Santiago dove si svolgono le “attività commerciali” tipiche cubane; il cementerio di santa Ifigenia, dove si trova la il mausoleo a Josè Martì; la basilica di Nuestra Senora del Cobre, meta di pellegrinaggio per i cubani, situata su una collina fuori città vicino ad una miniera di rame, ed infine il Castello de San Pedro del Morro fortezza seicentesca che serviva come protezione dai pirati e dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.

Lasciamo Santiago de Cuba e con un autobus della Viazul (dove si gela dal freddo) ci rechiamo a Baracoa nella provincia di Guantanamo, situata in una splendida baia incorniciata da montagne verdissime; un spettacolo della natura, dove si possono fare escursioni a piedi in mezzo alla foresta e raggiungere cascatelle dove fare il bagno in acque cristalline. Qui la gente è particolarmente accogliente e semplice, forse la Cuba più autentica, dopo poche ore ti sembra di essere a casa.

Le serate davanti alla casa della trova a sorseggiare rum sono indimenticabili e la discoteca del posto , dove siamo entrati con dei ragazzi cubani, è spartana, ma divertentissima,... I nostri amici cubani si sono infatti sbellicati nel tentare di insegnarci a ballare la salsa! È impossibile farlo come loro! Lasciamo Baracoa con uno scassatissimo pulmino insieme ad altri turisti italiani, prenotato all’hotel Plaza, e raggiungiamo Camaguey, la città delle chiese, veramente incantevole, da non perdere il ristorante el olvejto. Da qui andiamo per un giorno a Playa los Cocos vicino alla più famosa Playa Santa Lucia, ma meno affollata e trascorriamo delle splendide ore in un mare caldo e turchese.

È arrivata il momento di spostarci a Trinidad, non vedevamo l’ora e le nostre aspettative non vengono tradite! Dobbiamo dire che i trasporti sono spesso un po’ difficili, perché gli orari dei pullman sono a volte proibitivi e le auto a noleggio sono impossibili da trovare in alta stagione, per cui avere le notti già prenotate, per noi è stato un ostacolo. Ma comunque in “qualche modo” siamo arrivati a Trinidad e vi abbiamo passato due bellissimi giorni, tra passeggiate per viuzze di ciottoli e case colorate ed escursioni a cavallo nella splendida vegetazione circostante

  • 1519 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social