Crociera ai Caraibi

Tre donne, la Costa Pacifica e il suo itinerario per una bellissima fuga al caldo!

  • di Emily77
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Io, alla sesta crociera, la prima con Costa, e le mie compagne di viaggio, una alla terza e una alla prima, per la nostra ormai consueta capatina invernale al caldo abbiamo stavolta scelto la Costa Pacifica ed il suo itinerario “Le perle del Caribe”, 7 giorni con partenza il 6 gennaio 2018.

Tolta dall’itinerario originale la prima tappa, cioè St. Martin distrutta dall’uragano di settembre, dopo essere salpate da Guadalupa e dopo il primo giorno diventato di navigazione, abbiamo toccato La Romana (Rep. Dominicana), Isla Catalina (isola in parte privata di Costa, sempre in Rep. Dominicana), St. Kitts, Antigua, Martinica e di nuovo Guadalupa.

Abituata al fai-da-te, per una volta ho lasciato fare agli altri, cioè a Costa, ed abbiamo prenotato un pacchetto charter + crociera, soluzione quasi obbligata visto che si salpava da Guadalupa e, oggettivamente, molto pratica. Così, voli charter Neos (aereo nuovo di zecca, orari rispettati, voli eccellenti) da Malpensa a Pointe-à-Pitre, trasferimenti in pullman organizzati da Costa e valige mai appresso ma sempre arrivate a destinazione (meno male!): saremo certamente anche state fortunate, ma proprio non posso lamentarmi!

Ho trovato la nave tenuta molto bene (è una signora del 2009, made in Genova, ottimamente mantenuta), curata e pulita. Abbiamo mangiato benissimo al ristorante e bene al self service. Il personale a bordo è, seppur non numeroso come mi era successo in altre crociere, sempre disponibile e cordiale (a parte alcune eccezioni). E' in effetti vero, come avevo letto in diverse recensioni prima di partire, che molti non conoscono l'italiano, però è altrettanto vero che tra l'equipaggio gli italiani non mancano e nei ruoli più diversi. La Costa Pacifica è la nave della musica e il tema si ritrova ovunque nelle decorazioni degli spazi comuni (molto belli). L’intrattenimento è soft, la musica è ovunque e gli spettacoli serali sono curati e ben fatti.

L'itinerario, pur "monco" di St. Martin, è stupendo!

LA ROMANA

Essendo un po’ timorose per quanto riguarda la sicurezza in Repubblica Dominicana, questa è stata l’unica tappa nella quale abbiamo prenotato un’escursione con Costa (prezzi folli, come sempre). Avevamo voglia di spiaggia e mare e così abbiamo fatto la mezza giornata a Bayahibe, dove si hanno a disposizione la spiaggia e i comfort del villaggio (Veraclub la parte italiana) “BeLive Canoa”: 66 euro a testa non sono pochi però il pullman era comodo e fresco, la spiaggia bella, i lettini a disposizione numerosi, il villaggio molto bello e pulito.

ISLA CATALINA

E’ un’isoletta lunga e stretta poco al largo della Repubblica Dominicana e una parte di essa, inclusa una bella striscia di spiaggia, è privata di Costa, per cui hanno potuto attrezzare lettini, toilette, pontile e strutture dove poter pranzare. Qui si scende con i tender, perché la nave deve fermarsi al largo. La spiaggia e il mare sono bellissimi e sono perfetti per starsene in tutto relax al sole o all’ombra delle palme. Alle spalle della spiaggia ci sono delle bancarelle dove comprare, volendo, souvenir, parei etc. Come anche a St. Kitts e Antigua, in Rep. Dominicana accettano tutti sia dollari che euro e il cambio per loro è 1 e basta: le cose costano “tot” e sono, per dire, 3 dollari o 3 euro, a scelta. Attenzione solo al fatto che l’euro ha l’inconveniente delle monete da 1 e 2, che non sono accettate perché in banca poi non le cambiano (mentre il dollaro è di carta già da 1)

  • 4545 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social