Crociera tra i fiordi norvegesi

I meravigliosi fiordi della Norvegia e un assaggio di Germania e Danimarca, passando da Copenaghen e Lubecca

  • di MARISOL
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

TRA I FIORDI CON COSTA CROCIERE

Eccoci nuovamente pronti con le valigie per questo viaggio che sognavamo da parecchio tempo. Arriviamo all'aeroporto con un'altra coppia di amici che divideranno con noi questa esperienza: con il volo arriveremo a Copenaghen e lì ci imbarcheremo sulla Costa Favolosa alla scoperta dei magnifici fiordi norvegesi. Per loro è la prima crociera e quindi sono ancora più emozionati di noi che abbiamo invece già fatto questo tipo di vacanza. Prima sorpresa: il volo è in ritardo di un'ora e mezza a cui si aggiunge un'altra ora e quindi partiamo alle 12.30 anziché alle 10.00. All'arrivo veniamo accolti da uno staff di Costa che ci porta ai pullman e finalmente, dopo aver attraversato la città, giungiamo al porto. La prima foto di rito mentre saliamo a bordo, quindi con i nostri amici al seguito, ci avviamo verso le cabine. Saliamo fino al ponte 10 Escorial, dove sono le cabine della categoria Samsara, proprio vicine alla Spa. Belle e spaziose anche se interne, con un ordine perfetto curato dalla nostra simpatica cameriera Maria. Il tempo di sistemare i bagagli e siamo in giro per la nave: i nostri amici sono euforici e tutto sommato lo siamo anche noi; stiamo bene, nonostante il notevole ritardo del volo, ma ormai la vacanza sta cominciando. Girare per la nave è bellissimo, ogni angolo è unico. E così trascorre il resto della prima giornata.

Il giorno dopo è di navigazione: questa mattina il mare è un po' mosso, sulle piccole onde si forma una leggera spuma che fa muovere la nave. È un lieve ondeggiare, che però crea problemi ad alcuni ospiti, come la nostra amica che rimane per buona parte della giornata chiusa in cabina. Per noi invece è un'ottima giornata rilassante: un po' di lettura in biblioteca, una visita ai negozi e poi una capatina al casinò (senza giocare), quindi la discoteca, i vari bar ed anche la chiesetta. Che meravigliosa giornata! Nel primo pomeriggio il mare si calma, così vediamo apparire la nostra amica, pallidissima ed un po' scoraggiata da questo inconveniente. Ma presto si riprende e la sera è pronta per la cena al grande ristorante Duca d' Orleans. Il nostro cameriere Yayat è simpaticissimo e ci coccolerà per tutta la vacanza! Mangiamo benissimo, con piatti curati dallo chef Barbieri: anche solo l'aspetto è fantastico, per non parlare poi del sapore. Questo primo giorno è stato di riposo, ma da domani ci aspettano tante belle escursioni. Ed infatti il lunedì mattina la nave arriva molto presto al porto di Hellesylt e siamo pronti a scendere. Oggi è una giornata abbastanza impegnativa, perchè saremo fuori fino al pomeriggio; inoltre torneremo a bordo da un altro porto, perchè la nave si sposterà fino a Geiranger. Saliamo sul pullman e subito dopo pochi minuti siamo già a fare foto alla cascata di Hellesylt. Quindi ripartiamo ed in località Hornindal ci fermiamo per vedere un antico ponte costruito a secco circa 200 anni fa, che ancora resiste alla neve, alle inondazioni ed al peso dei turisti. Lungo la strada, dal pullman, notiamo tante case con il tetto ricoperto d'erba: la guida ci spiega che questa è una tradizione norvegese che rischiò di perdersi col tempo, ma che oggi è stata per fortuna ripresa in considerazione, al posto dei materiali moderni. Un'altra tappa la facciamo al lago Hornindalsvatnet, che con i suoi 514 metri è il lago più profondo d'Europa e quindi arriviamo alla cittadina di Stryn. Con un po'di tempo libero a disposizione, facciamo alcuni acquisti ma anche tante belle foto! Un'altra sosta è per il parco naturale di Jostedal, con visita del museo e quindi è già ora di pranzo. Mangiamo benissimo in un hotel con un caratteristico interno in legno: ci viene servita una zuppa di funghi ed asparagi, quindi un trancio di salmone (non poteva mancare) con patate lesse. Soddisfatti, si riparte, mentre attorno a noi si aprono panorami incredibili: monti innevati ed il lago Djupvatn in parte ghiacciato, finchè arriviamo ad un punto panoramico che si apre sul fiordo di Geiranger. Purtroppo in questo momento c'è nebbia, piove e fa molto Freddo, per cui non riusciamo a goderci questo spettacolo naturale. Ci rifacciamo per fortuna scendendo un po' quando arriviamo ad un altro punto panoramico: il Flydalsjuvet; non piove più e così riusciamo a vedere questo splendido fiordo con due navi Costa che, al largo, stanno aspettando il ritorno a bordo dei croceristi. A Geiranger infatti non c'è il porto e quindi ci sono le lance delle rispettive navi ad aspettarci: un ritorno a bordo insolito e divertente!

Il giorno dopo siamo a Bergen, un vero e proprio gioiello con le sue casette colorate in legno, che si affacciano sul porto. Ma prima andiamo a vedere una chiesa in legno molto caratteristica: la chiesa di Pantoft. La nostra guida, una gentile signora italiana che vive ormai in Norvegia, ci spiega tante cose interessanti, soprattutto quando ci rechiamo a prendere la funivia panoramica del monte Floyen. In pochi minuti si arriva in cima e lo spettacolo sui fiordi ci lascia senza parole! È pieno di gente quassù, tutti incantati dal panorama che ci offre la natura e tutti intenti a scattare fotografie e a fare riprese. Si scende ed andiamo a vedere le case colorate di Bergen. Il quartiere che si affaccia sul mare si chiama Bryggen dove molte delle casette sono in ristrutturazione, perchè per via della conformazione del terreno, stanno pian piano sprofondando. Ora c'è la consapevolezza di salvare questi patrimoni che ci hanno lasciato i nostri antenati, così da goderne appieno ed anche qui si sta facendo molto per questo quartiere antichissimo. Ci addentriamo nei vicoli stretti con negozietti caratteristici, sempre attaccati alla nostra guida. Abbiamo anche del tempo libero per fare alcuni acquisti e così torniamo a bordo con tanti pacchetti! Il rientro a bordo è sempre entusiasmante, perchè portiamo altre belle esperienze di viaggio, poi girare per la nave è sempre bellissimo, soprattutto quando prima di cena ci concediamo in buon aperitivo: tanto per non farci mancare nulla, perchè in vacanza dobbiamo coccolarci! Anche questa sera la cena è superba, curata dallo chef Barbieri, cena che si conclude con uno strepitoso babà! Dopo cena ci concediamo ancora un po' di relax tra tante attività da scegliere: per noi va bene il piano bar, con tanta buona musica che ci tiene compagnia.

Ed ecco un altro giorno. Oggi sbarchiamo a Kristiansand per andare alla scoperta del sud della Norvegia. Percorriamo un lungo tragitto in pullman, tra la natura. La nostra giovane guida è un simpatico ragazzo italiano che ci spiega tante cose interessanti: stiamo percorrendo l'autostrada, ma è molto diversa da quella cui siamo abituati in Italia, perchè ha anche i semafori! Attraversiamo luoghi incantevoli, con tante casette rosse

  • 7968 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social