Crociera lungo l'Europa occidentale

Viaggio che ci ha toccato il cuore, porti in città incantevoli, cibo in abbondanza, divertimento continuo con l'animazione

  • di dragone.80
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2+1 bimbo
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Crociera intorno all’Europa occidentale con Costa Crociere.

Partenza 22 maggio con Costa Fortuna.

Tappe: Savona, Marsiglia, Palma de Maiorca, Malaga, Cadiz, Lisbona, Leixoes-Porto, La Coruna, Le Havre, Dover, Amsterdam.

Premetto che in ogni porto c’è un punto informazioni in inglese ed in lingua del luogo, tutti forniscono le cartine della città e le informazioni su quali mezzi prendere per raggiungere il centro storico.

Inoltre, le visite delle città possono essere fatte da soli, consiglio invece le escursioni con Costa in merito a La Coruna (Spagna) e Le Havre(Francia), poiché vale la pena andare a Santiago de Compostela (da La Coruna) ed in una delle tappe proposte in Francia (eccetto Parigi, il tempo è troppo poco, vedreste tutto di corsa).

Partenza col treno notturno per raggiungere prima Genova e poi, con un regionale, Savona.

Dopo aver visitato Savona in maniera molto superficiale, ovviamente senza perderci la Cattedrale di Santa Maria Assunta, con accanto la cappella Sistina, meno famosa dell’omonima romana ed è stata fatta costruire da Papa Sisto IV come mausoleo per i suoi genitori. È possibile visitarla con una guida per la modica cifra di 2 euro, purtroppo non si possono fare fotografie.

Passeggiando per Savona ci siamo imbattuti in varie chiese, fatto una sana colazione presso il “Caffè Caboto”, attraversato le belle piazze Raffaele de Ferrari e piazza Mameli, dove si trova il monumento ai caduti “rintocchi e memorie”, imbattuti in vari palazzi particolari, nella Torre Leon Pancaldo e nel Porto.

Qui, ci siamo avvicinati alla nave Costa, abbiamo consegnato i bagagli (che abbiamo poi ritrovato in cabina), ci hanno fornito un numero ed abbiamo aspettato almeno un’ora e mezza per il controllo documenti e carta d’imbarco, la sala di accoglienza è veramente ampia, ma l’attesa ad un certo punto diventa snervante senza fare nulla, perciò consiglio di comprarvi qualche rivista prima di entrare perché nella sala non vi è assolutamente nulla, eccetto un bagno ed un bar, dove non vale la pena spendere visto che all’interno della nave sarete accolti da “abbondante e calorico benvenuto”.

In nave abbiamo abbondantemente mangiato (si trova veramente di tutto), arrivati in stanza purtroppo abbiamo trovato il nostro gabinetto notevolmente sporco di feci e non l’abbiamo potuto usare per un paio di ore (fino all’arrivo dell’addetto in stanza). Quando tutti si sono imbarcati, siamo stati avvertiti dall’annuncio e successive sirene di un’esercitazione di emergenza, obbligatoria per tutti gli ospiti. Sui letti abbiamo trovato le carte costa magnetiche e personali da usare per pagare qualsiasi cosa (in nave niente contanti ma solo carta costa, per cui state bene attenti perché i soldi vanno via per bibite, giochi, fotografi costa, beauty…e non ve ne renderete neanche conto, eccetto l’ultimo giorno quando vi troverete a consegnare la carta costa e pagare con la carta di credito) ; comunque è possibile controllare il tetto di spesa tutti i giorni. La stessa carta inoltre si deve esibire ad ogni porto se si sbarca.

Sulla nave è possibile trovare di tutto: palestra, bar, beauty, sauna, piscine, manicaretti a tutte le ore, piccola biblioteca, casinò, teatri, sale danza, animazione bambini (Squok), negozi. Ogni giorno viene lasciato sul letto il programma del giorno dopo con tanto di escursioni, orari pranzi e cene, orari spettacoli teatrali, notizie meteo.

La nave è partita nel pomeriggio costeggiando la Liguria ed è arrivata nel porto alle 8 del mattino, l’attracco si sente notevolmente per cui se non volete essere svegliati vi suggerisco di mettere la sveglia poco prima e di andare a godervi la colazione. Tenete presente che scendono prima i passeggeri che hanno prenotato le escursioni per cui gli altri scenderanno dalla nave circa mezz’ora più tardi. Noi non abbiamo mai usufruito delle escursioni, anche perché la maggior parte delle città dove abbiamo attraccato le avevamo già visitate, per cui ci siamo organizzati per vedere ciò che non conoscevamo

  • 7283 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social