Partenza il 21/8/2015 · Ritorno il 29/8/2015
Viaggiatori: 2 · Spesa: Da 1000 a 2000 euro

Crociera sul Baltico

di alexooj_ - pubblicato il

Crociera Capitali Baltiche

Periodo: dal 21 al 29 Agosto

Volo: SAS Tromso- Stoccolma 113 Euro, Stoccolma Skansa –Roma Ciampino 45 euro

Nave: Costa Luminosa, 950 euro

Hotel: Stoccolma,First Hotel Kungsbron 995 Sek

Cambio: Svezia 1 euro 9 Sek, Russia 1 euro 90 rubli

Guide: Stoccolma e San Pietroburgo Lonely Planet

Questo la continuazione del viaggio alle Lofoten, originariamente doveva essere la nostra vacanza estiva, ma poi ci siamo resi che una settimana sarebbe stata poca.

21 Agosto

Dall’aeroporto di Tromso, alle 6 del mattino prendiamo il volo SAS che dopo uno scalo di 2 ore a Oslo ci porterà all’aeroporto Arlanda di Stoccolma. Già a Oslo con tutta quella gente incominciamo a rimpiangere le Lofoten e la sua tranquillità! Arriviamo a Stoccolma verso le 10, decidiamo di arrivare in centro con il pullman della flyinbuss 119 sek contro le 300 del treno, 40 minuti contro 20, il tempo non valeva la differenza di prezzo. Il capolinea è proprio la stazione Centrale, a 20 metri dal nostro Hotel. Proviamo ad andare in hotel, non si sa mai, ma logicamente la ragazza della reception ci dice che il check inn è alle 15. Lasciamo i bagagli e andiamo alla ricerca di un posto dove pranzare. Ci dirigiamo verso Gamnla Stad, distante 5 minuti dall’ Hotel, e seguendo i consigli della Lonely andiamo da Hermitage, buffet vegetariano, mangiamo benissimo spendendo 120 sek a testa, erano 4 giorni che mangiavamo prevalentemente pasta in bianco con parmigiano, assaporare nuovi sapori e stato fantastico. Sazi del cibo, siamo andati alla scoperta di Gamla Stad. C’ero già stato 10 anni fa a Stoccolma, e non avevo un ricordo limpido, quindi e stato tutto un riscoprire, la zona è piccola, ma affascinantissima, tutti vicoletti con le loro case tipiche con tetti spioventi, negozi con prodotti tipici, o vintage, anche l’atmosfera è affascinante. L’odore di cannella è ovunque. Non oso immaginare sotto Natale! Facciamo il perimetro dell’isola, passando davanti al Palazzo Reale, vediamo il Cambio della Guardia, e fermandoci sui vari ponti, stremati decidiamo di tornare in camera per riposarci un pò.

Facciamo il check in e ci assegnano la camera. Avevo preso un stanza in offerta senza finestra, infatti andiamo nel seminterrato. L'hotel è molto carino, in posizione strategica, anche la stanza è grande e provvista di tutto. Peccato per la finestra. Era parecchio claustrofobica! Dormiamo qualche oretta, doccia e usciamo, per cena decidiamo di tornare a Gamla Stad, e di andare nella piazza adiacente il Museo del Premio Nobel. Oltre a essere molto bella, i palazzi sono molto particolari e fotogenici, e piena di locali, ne scegliamo uno sempre consigliato dalla Lonely, mangiamo benissimo spendendo neanche tanto, peccato che con la scusa che non accettino carte di credito straniere ti fanno un cambio molto sfavorevole! Dopo cena un giro per locali e poi a letto!

22 AGOSTO

Oggi sveglia con calma, colazione in Hotel, molto buona, e andiamo un pò in giro senza una meta ben precisa, visitiamo la tanto decantata stazione della metropolita, effettivamente e molto bella e verso le 13 prendiamo il bus 30 sek a testa, direzione porto, imbarco nave, facciamo anche un bel giro, e vediamo zone carine, dalla fermata alla nave saranno 500 metri, quindi molto consigliata come alternativa ai taxy, essendo la prima crociera eravamo un pò impreparati ai check in quindi appena arrivati ci siamo messi in fila, ma solo dopo abbiamo saputo che dovevamo prendere il numero! Cmq dopo circa 1 ora riusciamo a imbarcarci ed entriamo in nave, la nostra stanza si trova al ponte 2, e un esterna con oblo, la camera è molto ampia, c’e un bel divano, tv con canali italiani e Sky, un maggiordomo sul corridoio sempre a disposizione. Andiamo a pranzo al buffet e iniziamo a capire perche la gente torna dalle vacanze ingrassata! Il pomeriggio scorre scoprendo la nave, aperitivo, pizza e cena!

23 Agosto

Oggi giornata di navigazione, arriveremo a Helsinki la mattina seguente! Dormire sentendo la nave dondolare per le onde è stato molto rilassante, così come guardare il panorama da fuori. Ecco, il nostro errore è stato questo, non chiedere il cambio cabina con una col balcone. Uscendo da Stoccolma il panorama è bellissimo, tutte isolette, gente in barca a vela, il paesaggio delle fiabe. Stare in balcone a sorseggiare qualcosa, ammirando questo spettacolo, sarebbe stato un sogno. Anche il secondo giorno è passato così: palestra, cibo, piscina, teatro. Veramente la nave ti offre tanto!

24 Agosto

Devo ammettere che il rumore del mare concilia il mio sonno. Oggi la sveglia è alle 6.30, colazione a buffet e appena la nave attracca usciamo. Avevamo prenotato la visita a piedi di Helsinki con una guida insieme ad altre 12 persone. La guida si fa trovare puntuale e così possiamo iniziare il nostro tour. Con il bus arriviamo in centro, percorriamo la strada principale fino ad arrivare al porto. Qui si concentra gran parte delle attrazioni della città. Il mercato coperto, simile a quello di Budapest ma più piccolo e con prodotti tipici Finlandesi, poi il Municipio, il palazzo presidenziale, la chiesa ortodossa di Uspenski e il molo delle navi. Da qui ritorniamo verso il centro e arriviamo alla piazza del senato e alla cattedrale Bianca, uno dei simboli della città. Molto bella da fotografare dall’esterno. Entriamo, ma sinceramente e un pò scialba, la guida ci aveva avvertito! Continuiamo la visita con la stazione ferroviaria, da qui è possibile arrivare anche a San Pietroburgo, passiamo anche all’interno. Arriviamo al palazzo del giornale più diffuso di Finlandia, il Sanomat, vediamo il Teatro della musica, bellissimo, tutto in vetro, per poi finire il nostro giro nella chiesa del silenzio. Questa chiesa si trova nel mezzo di una delle piazze principali. E' a forma di uovo fatto di legno, e chiunque entri deve assolutamente stare in silenzio. La guida ci ha spiegato che la gente entra per rilassarsi, mah, vorrei vederli a Roma questi Finlandesi! Dopo circa 4 ore la guida ci saluta. E' stata molto brava. Devo ammetterlo. Ci lascia liberi. Quindi, come prima cosa ci rechiamo all’Hard rock cafè per le classiche magliette, poi andiamo verso il molo, al mercato all’aperto per i classici souvenir. Qui i prezzi sono leggermente più bassi, ma sempre altissimi. Ci fermiamo a mangiare prendendo del salmone con verdure alla piastra, ottimo, poi sosta in un negozio che vendeva oggetti natalizi e ci incamminiamo di nuovo verso la nave, alle 17.30 avevamo l’imbarco obbligatorio... dal centro al porto è una bella camminata di 30 minuti circa, ma che ci ha permesso di vedere molti parchi e un lungomare stupendo!

Saliti sulla nave, distrutti, andiamo all’angolo snack per mangiare qualcosa, poi doccia e alle 19.30 cena, avevamo il primo turno al ristorante. Dopo la cena classica passeggiata sulla nave, tisana e letto.

25 AGOSTO

Oggi praticamente il clou del viaggio: l’escursione a San Pietroburgo, il vero motivo della crociera. Mi ero informato sui costi dell’escursione per 2 giorni con la nave, e la cifra richiesta era 260 euro a persona. Vista l'impossibilita di farla autonomamente ho incominciato a cercare in Internet, beh ci sono parecchie agenzie che offrono questo servizio, io mi sono affidato a escursioni San Pietroburgo che mi sembrava quella più adatta alle mie esigenze. Per la stessa escursione della Costa la cifre richiesta è stata di 165 euro, se pagavo con carta, 185 se avessi pagato in loco. Decido di pagare con la carta. La nave ci gioca un pò sul fatto del visto e fa un pò di terrorismo psicologico, scrive sul diario di bordo che chi nn compie l’escursione con loro può sbarcare solo alle 10, e che senza il loro visto nn è sicuro lo sbarco, niente di più falso! Noi siamo scesi senza nessun problema, il visto ci è stato inviato qualche giorno prima via mail, all’uscita abbiamo trovato ad aspettarci Anastasia, la nostra guida, il nostro gruppo era di 17 persone per pulmino, contro le 60 della Costa! La prima tappa del tour stato Pathernof, circa 1 ora di viaggio, abbiamo visitato i suoi splendidi giardini, e le sue fontane, bellissime, poi siamo tornati in centro , ci siamo fermati alla piazza del Palazzo, dove abbiamo avuto il primo assaggio del’Hermitage, subito dopo abbiamo preso il battello per il giro sui canali, 1 ora circa, per ammortizzare il tempo la guida ci aveva fatto ordinare il pranzo per mangiare durante il tour, dopo il battello e stato il turni della chiesa del Salvatore sul Sangue Versato, uno dei monumenti che più attendevo di vedere, dall’esterno e veramente affascinante, ma ancora di più all’interno, e anche la sua storia e interessantissima. Ultima tappa l’Hermitage, grazie alla guida abbiamo saltato la fila, una costante, non capisco come abbia fatto, comunque oltre che per la fila la ragazza e stata bravissima, ci ha spiegato in modo divino tutte le maggiori opere, logicamente in 3 ore nn si poteva pretendere di vedere troppo, ma e riuscita a farci vedere tanto senza farci annoiare. Usciti da li ci siamo avviati verso la nave, prima pero ci ha fatto fermare ad un negozio di souvenir, qui i prezzi sono molto gonfiati, la classica trappola per turisti, ma avendo poco tempo, e non potendo girare la città da soli siamo stati costretti a comprare li. Calcolando che erano più bassi i prezzi all’uscita della nave che in questo negozio.

Tornati in nave solita storia, merenda, doccia, cena tisana e letto!

26 AGOSTO

Secondo giorno di escursione a San Pietroburgo. Oggi la prima visita e le sfingi egizie per una foto. Si risale in bus direzione cattedrale di Kazan, molto simile a San Pietro. Poi la fortezza di San Pietro e Paolo, molto bello. Qui all’interno ci sono tutte le tombe dei Romanov. Poi sempre in bus siamo arrivati al Palazzo di Caterina, Pushkin, bellissimi gli arredi interni cosi come i giardini, ultima tappa la chiesa di San Nicola. Dopo la chiesa siamo tornati in nave. Che dire sul tour, sicuramente è stato molto intenso e stancante, credo ci sarebbero voluti 3 giorni invece che 2, ma essendo l’unico modo ci siamo dovuti adattare, e devo dire che e stato bellissimo, adesso, però, il dubbio è quando andare a vedere Mosca, il paragone è obbligatorio.

27 AGOSTO

La nave oggi farà tappa a Tallin, città da me visitata già 2 volte, per questo decidiamo di girarla autonomamente. Dal porto al centro saranno 10 minuti a piedi. Entriamo dalla porta della città e arriviamo fino alla piazza centrale. I palazzi adibiti a ristoranti sono bellissimi. Il mio ricordo nn sbagliava, non resistiamo e prendiamo un caffè seduti in uno dei tanti locali. Una copertina addosso è gradevole, poi saliamo fin su la chiesa ortodossa Alexander Nevsky. Devo ammettere che per certi versi mi è piaciuta di più di quella di San Pietroburgo. Continuiamo a bighellonare tra le stradine incantevoli di questo centro storico, sembra di essere tornati veramente nel medioevo. Torri, mura, scalinate, tutto come doveva essere un tempo, in più punti panoramici stupendi. La città nonostante sia un saliscendi è piccola e molto gradevole da girare. Decidiamo di prendere anche il trenino e fare il tour, scenografico, ma niente di che. I posti più belli li avevamo già visti. Alle 17 torniamo in nave, devo dire che Tallin mi ha affascinato anche questa volta, e per una città già vista 3 volte è un bel riconoscimento.

28 AGOSTO

Oggi arriviamo a Stoccolma, ultima tappa. Facciamo colazione con calma, scegliamo di non prendere il bus hop on off, ma di fare l’abbonamento di 24 h con i mezzi pubblici. Decidiamo di visitare Skansa, a detta di tutti la maggior attrazione della città insieme al museo Vasa. Prima, però, facciamo la tratta con il tram n 8, tanto decantato, carino, ma niente di che. Il museo è molto bello, sembra veramente di essere tornati indietro di 500 anni. La gente, oltre a vestirsi, vive veramente come all‘epoca. C’è la signora che fa i dolcetti. Il prete che celebra la messa, l’uomo che falcia il prato, in più c’ è uno zoo interattivo per i bambini più piccoli, il tutto curato in maniera perfetta, e poi, era pieno di bambini. E nessuno che piangeva e urlava. Esiste veramente questo mondo perfetto allora! C’erano genitori di 30 anni con 3 figli!

Usciti da Skansa prendiamo il traghetto e andiamo a GAmla stad, facciamo il classico giro tra negozi e poi torniamo in nave. Coincidendo con il nostro 1 anniversario di matrimonio avevamo prenotato al ristorante (a pagamento). Il ristorante si trova all’ultimo piano della nave, offre menu a prezzo fisso, 29 euro, e puoi scegliere tra 1 antipasto, 1 primo, secondo e contorno e dolce. Il tutto è ottimo, così come il servizio, per un anniversario e veramente la scelta appropriata.

29 AGOSTO

Oggi è veramente la fine della vacanza, avevamo il check out alle 10, ma siccome avevamo prenotato l’aereo alle 20 di sera avremmo ancora la giornata a disposizione. Sempre con il bus, avevamo ancora l’abbonamento di 24 h, arriviamo alla stazione centrale, lasciamo i bagagli nel deposito bagagli, 10 euro, e usciamo. Volevamo visitare per primo il municipio, stiamo dentro 1 oretta circa. Oggi fa freschetto e tira vento. Il posto, trovandosi proprio sul mare, sembra attirare il vento. Facciamo una passeggiata per il centro ammirando le vetrine e la sua architettura.Per pranzo decidiamo di bissare il locale del primo giorno, l’Hermitage, mangiando sempre benissimo. Sinceramente eravamo un po' stanchi. I 18 giorni di viaggio si facevano sentire, sotto il palazzo reale, vediamo tantissima gente, chi fa pic nic, chi fa canoa, chi corre e chi si allunga sul prato, decidiamo di imitare questi ultimi, così senza accorgercene passa 1 oretta. Più riposati facciamo l’ultimo giro verso la strada principale e arriviamo alla stazione, prendiamo i bagagli e con il flybuss arriviamo dopo circa 80 minuti a Skansed. I controlli sono molto tranquilli, cosi alle 20.30 partiamo, verso le 23 atterriamo all’aeroporto di Ciampino. Il nostro viaggio si può considerare realmente concluso!

Conclusioni

Il viaggio non so se sia stato organizzato alla perfezione, il fatto di aver mischiato 2 viaggi diversi lo ha fatto risultare un po' strano. I paesaggi delle Lofoten, la sua calma e senso di pace hanno un po' stonato con l’arrivo al gate della nave. All’inizio pensavamo di aver sbagliato a scegliere la crociera, poi invece man mano che andavamo avanti la crociera ci ha conquistato sempre di più, il servizio a bordo, la qualità del cibo, anche la gente. Abbiamo avuto la fortuna di conoscere persone molto educate e interessanti, tanto è vero che sulla nave ci siamo fatti fare preventivi per l’estate prossima.

Unico errore accertato non aver preso la stanza con balcone. Potevamo chiederlo anche sulla nave il cambio cabina, sarebbe stato bellissimo vedere quel meraviglioso panorama in solitudine!

di alexooj_ - pubblicato il