Crociera nel Mediterraneo

In mezzo al mare tra Marsiglia, Ibiza e Barcellona

  • di valdo1977
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Ottobre 2012

Il concetto di vacanza, intesa come crociera, non è mai entrato nel mio mondo viaggi. A dire la verità non ci ho mai pensato, e quindi a differenza del villaggio turistico -formato famiglia- non l'ho mai escluso a priori. Nasce cosi, per caso, guardando la vetrina di un'agenzia di viaggi, l'idea di partire per una crociera nel Mediterraneo, attratto dal prezzo poco esoso e dal pacchetto all-inclusive (mangiare e bere come maiali fino allo sfinimento. Soprattutto il bere...). Ed è questa la vacanza 2012 mia e di Cristina, una crociera che ci porterà alla scoperta di Barcellona, Ibiza e Marsiglia. Dopo aver prenotato il tutto qualche mese antcedente la partenza, siamo pronti a partire nella giornata di venerdi 5 ottobre. Terminato il lavoro, raggiungo casa per un saluto veloce e pochi istanti dopo siamo in auto direzione Savona, porto d' imbarco della Costa Luminosa. Giunti nella città ligure un paio d' ore più tardi, andiamo di corsa al check in dove a poca distanza è ormeggiata quel mostro d'acciaio che solca i mari di queso mondo. E si, perchè 'mostro dei mari' è forse il termine adatto per un colosso di oltre 300 metri di lunghezza (tre campi da calcio...). Svolgiamo velocemente le pratiche d'imbarco ed in pochi istanti si apre dinanzi noi la porta d'ingresso al cuore della Costa Luminosa. I nostri bagagli sono invece in custodia alla hostess di terra e provvederanno a consegnarceli poche ore più tardi direttamente in camera. Felici e contenti -aspettavamo questa vacanza come non mai- ci dirigiamo verso l'ingresso al ponte 3 della Luminosa. Prima di fare solenne ingresso alla Costa, siamo fotografati da un addetta che provvede ad associare la nostra foto ai dati in loro possesso, onde facilitare e velocizzare imbarco e sbarco nelle varie città dove la Luminosa 'parcheggia'. Quando è il mio turno, la ragazza che s' appresta a svolgere tale compito ride assai divertita: perchè mai? Mi prendono in giro ancor prima di salire a bordo? Ma l'arcano dubbio sarà svelato poche ore più tardi...

...benvenuti a bordo della Costa Luminosa...

Finalmente si aprono davanti a noi le porte della Luminosa, l'atrio Supernova, il lounge bar dove la grande donna del Botero riposa (come si può esser famosi per opere del genere?). E' uno sfavillare di luci, colori, allegria, che lasciano me e Cristina letteralmente a bocca aperta. Siamo alquanto sopresi da tanta eleganza negli arredi, da questo nuovo mondo che s' apre davanti a noi. Già molta gente è seduta al bancone del bar a sorseggiare una bibita fresca. Passeggiamo lentamente, osservando ogni piccolo particolare dell' atrio, il cui soffitto s'innalza fino al cielo, a sfiorare le nuvole. 4 ascensori in vetro, che danno sulla sala, accompagnano le persone ai vari ponti della Luminosa, ognuno di essi chiamato col nome di una pietra preziosa. Dopo una veloce ispezione raggiungiamo la nostra camera al ponte numero tre, il ponte Agata. La stanza è molto accogliente, dotata di tutti i confort possibili ed immaginabili, arredata con raffinatezza e poi, quasi ve ne fosse il caso, un addetto al piano è sempre disponibile per ogni nostra evenienza. Posiamo i nostri averi e partiamo subito alla scoperta dei ponti superiori. Raggiungiamo il ponte Acquamarina, al piano nove. Nonostante siano le quattro del pomeriggio è ancora possibile far un piccolo spuntino ( chiamare piccolo spuntino un pranzo completo, è riduttivo...) e mentre io mangio come un maiale, Cristina opta solamente per una bevanda calda. Con la pancia colma, raggiungiamo l' area all' aperto dove si trova la piscina. Qual bellezza, il solo pensare di sguazzar nell' acqua per ore, di godere della vasca idromassaggio, sotto questo cielo azzurrissimo, ci riempe di felicità. Ovviamente, non siamo gli unici ad avere questo pensiero. La nave ancora non è salpata ( manca un' ora alla partenza ) ma diverse sono le persone a mollo. E' questa è la nostra prerogativa di giornata: buttarci in acqua il prima possibile! Dedichiamo un poco di tempo ancora alla scoperta della Luminosa, fin a giungere alla piscina al coperto, quella più grande. Il soffitto vetrato si apre e chiude a seconda dell' evenienza, due vasche idromassaggio, lettini, musica.... Torniamo in camera ad organizzarci: fra pochi minuti sarà in atto la dimostrazione d' emergenza. Con i nostri giubbottini salvagente raggiungiamo il ponte 4 e dopo le varie spiegazioni sul da farsi in caso di 'tragedia' possiamo finalmente far ritorno alla camera

  • 12675 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. valdo1977
    , 20/11/2012 19:41
    Potete trovare tutti i racconti dei miei viaggi a questo indirizzo: ( è il mio sito personale, no pubblicità! )

    http://www.osvaldoforastelli.it/imieiviaggi.html

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social