Da Avellino a Trieste, per visitare Slovenia e Croazia

On the road per complessivi 2500 km in 5 giorni. Base a Trieste, poi mare e le città di Lubiana e Zagabria

  • di Pasqualino Serafino
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

1° giorno

Partiamo da Avellino di buon mattino e come prima destinazione raggiungiamo Cesenatico dove realizziamo un mio desiderio: visitare lo spazio dedicato a Marco Pantani, indimenticato ciclista. Si trova adiacente alla stazione, il costo è di 5 euro che vanno alla fondazione e si riceve una cartolina del “Pirata”. Qui sono esposte le maglie e i trofei vinti dal campione romagnolo. Visitiamo anche il centro molto carino con il suo canale, e poi approfittiamo di una spiaggia per fare un bagno. Partiamo poi alla volta di Ravenna dove abbiamo prenotato all’Hotel Centrale Byron(60 euro a notte per coppia con colazione). Fatto il check-in andiamo di corsa a visitare la tomba di Dante(di lato rispetto a Piazza San Francesco), prima che chiuda. Ceniamo presso “La piadina del melarancio” spendendo davvero poco per goderci le specialità del posto: piadine e crescioni.

2° giorno

Continuiamo a salire per raggiungere Trieste dove abbiamo prenotato al B&B Chiara (60 euro a notte per la doppia a circa 2 km dal centro). Dopo il check-in partiamo alla volta della Slovenia perchè vogliamo buttarci nel mare dell’Istria. All’autogril Duino Sud (ultimo italiano) compriamo la vignetta per le autostrade slovene (15 euro quella settimanale) e il kit del pronto soccorso e di lampadine di riserva (per 15 e 5 euro) obbligatori in Slovenia e Croazia in aggiunta a triangolo e giubbotto (le multe sono salatissime). In compenso in Slovenia si può fare benzina (o diesel) a prezzi molto più convenienti e non ci sono controlli di frontiera, controllano solo la vignetta nei vecchi caselli. Ci rechiamo prima a Pirano, perla dell’Istria, molto turistica, ma preferiamo fare il bagno a Izola. Lasciamo la macchina in un parcheggio gratuito e ci rechiamo nell’area attrezzata del Sea Simon hotel dove anche se non si è clienti si puo’ stendere l’asciugamano nel camping e usufruire dei servii come i bagni e le docce, o approfittare del bar e ristorante. Qui non ci sono spiagge, il litorale è sabbioso ma l’acqua davvero pulita. Torniamo a Trieste dove ceniamo presso l’”Ancora” ristorantino pugliese e poi visitiamo la città in compagnia di un nostro amico che lavora a Trieste e che ci porta in giro fino alla stupenda piazza dell’unità d’ Italia, unica e affacciata sul mare.

3° giorno

Oggi ci dedichiamo alle capitali di Slovenia e Croazia ossia Lubiana e Zagabria. Partiamo dalla più lontana, ossia Zagabria. Per raggiungerla vanno messe in conto almeno 3 ore di viaggio perchè tra Slovenia e Croazia bisogna mostrare il passaporto (la patente è valida quella italiana) e si perde un pò di tempo. Le autostrade sono invece nuovissime e il panorama davvero piacevole. L’autostrada di prende al valico di Opicina. Parcheggiamo l’auto presso il garage Cvjetni, davvero centrale per circa 1, 5 euro l’ora. Visitiamo la città partendo da Piazza Ban jelacic, per poi raggiungere dopo una leggera salita la Cattedrale. Passiamo poi per il famoso mercato, per arrivare alla Chiesa di San Marco. La città è molto carina, e un gelato presso in piazza ci aiuta a rinfrescarci dai 40 gradi! Prima di lasciare la città raggiungiamo il palazzetto del Cibona Zagabria, vicino alla torre, davanti il quale c’è la statua dedicata a Drazen Petrovic, campione croato morto troppo presto in un incidente d’auto. Partiamo poi alla volta di Lubiana che raggiungiamo in un paio d’ore. La prima tappa è il castello, dove non visitiamo le sale a pagamento, ma è possibile entrare gratuitamente nella piazzatta subito dopo le mura e affacciarsi sulla torretta che mostra la città dall’alto. Scendiamo un città in 5 minuti e archeggiamo molto vicino al centro. Cominciamo la visita dal famoso Triplo ponte, per proseguire con la Cattedrale, e gli innumerovoli ponti sul fiume. Ceniamo in un simpatico localino lungo il fiume(ce ne sono tantissimi), Fany & Mary. Un’altra ora di viaggio e siamo a Trieste,stanchi ma soddisfatti

Scopri queste e altre storie su Go Live FVG! »
  • 3203 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social