I "nostri" balcani occidentali

Balcani occidentali, un bel titolo (derivato dalla mitica Lonely Planet che ci accompagna in ogni viaggio), ma forse poco comprensibile; in parole povere stiamo per iniziare a raccontarvi il nostro viaggio nei territori dell’ex Jugoslavia e in particolare attraverso la ...

  • di ValeMel
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Balcani occidentali, un bel titolo (derivato dalla mitica Lonely Planet che ci accompagna in ogni viaggio), ma forse poco comprensibile; in parole povere stiamo per iniziare a raccontarvi il nostro viaggio nei territori dell’ex Jugoslavia e in particolare attraverso la Slovenia, la Croazia, la Bosnia e il Montenegro.

Il nostro tour inizia dalla Slovenia dove, tralasciando i laghi del Nord, decidiamo di trascorrere 2 notti vicino a Postumia a casa della Sig.Ra Irena Posega, che ci mette a disposizione una camera con bagno, pulita, carina e immersa nel verde.

Iniziamo subito il giro con una visita guidata alle Grotte di Postumia (19€/pers trenino e guida)che consigliamo vivamente di andare a vedere con l’ultima visita prima della chiusura (c’è meno gente, si possono fare foto, ecc). Prima di cena passiamo a vedere, solo esternamente a causa dell’orario, il castello di Predjama e ci fermiamo a cenare nella Gostilna lì di fronte (si mangia benissimo e a poco prezzo).

Il giorno dopo lo dedichiamo alla visita di Lubiana, un’elegantissima piccola capitale che si gira perfettamente a piedi nell’arco di mezza giornata. Interessante il castello e il Parco Tivoli.

Il pomeriggio invece è dedicato alla scoperta del Lago di Cerknica (niente di emozionante) e del castello di Sneznik (carino, ma forse non vale la pena affrontare le statali slovene per vederlo).

La mattina del 10 agosto partiamo alla volta della Dalmazia e, grazie alla nuovissima autostrada, arriviamo a Spalato già nel primo pomeriggio. Per la verità per evitare il turismo di massa abbiamo preferito soggiornare a Kastela (un paesino di mare vicino a Split) prenotando un monolocale presso Marko (markom@kastela.Net; ve lo consigliamo perché il posto è carino, Marko è simpatico e per solo 40€ a notte offre un appartamento nuovo, vista mare e con aria condizionata).

Iniziamo il nostro tour della Dalmazia da Trogir (per cena), una cittadina fortificata assolutamente da non perdere, continuando poi con Spalato (bella, anche se un po’ affollata), la fortezza di Klis e il sito archeologico di Solin.

E da qua finalmente iniziamo con la vita di mare: spiaggette (per lo più di ciotoli), pesci e relax. Il nostro 3° giorno in Dalmazia inizia (e finisce) invece con la visita dell’isola di Hvar, della sua fortezza e delle sue numerose spiagge (un po' rocciose!).

Purtroppo anche da qua bisogna partire e, purtroppo, salutiamo Marko e le Kastela per dirigerci verso la Bosnia Erzegovina.

Iniziamo con una visita spirituale a Medugorje , per poi dirigerci verso Pocitelj (definita uno dei tesori dell’Erzegovina) e verso Blagaj (dove per una notte dormiremo in una casa ottomana con armi e Corano sul comodino!). Prima di concludere la giornata visitiamo ancora il monastero derviscio di Blagaj (per potervi accedere le donne devono avere gambe e capelli coperti) e la stupenda cittadina di Mostar con il suo famoso ponte crollato durante la guerra degli anni ‘90.

Il giorno seguente abbandoniamo l’Erzegovina alla volta della bellissima città di Sarajevo. La città è assolutamente tranquilla e per niente rischiosa, e ha così tanto da mostrare che sicuramente vale la pena affrontare le lunghe ore di strada necessarie per raggiungerla.

Il quartiere ottomano ti riporta immediatamente ai bazar turchi, con in vendita le merci più strane (non perdetevi le penne e i portachiavi fatti con i bossoli dei proiettili), poi c’è il quartiere ebraico, la fabbrica della birra e tanti negozietti interessanti. E oltre a tutte queste cose effimere, merita senz’altro una visita il cimitero che si estende vicino allo stadio, un’immensa distesa di tombe tutte uguali, una dimostrazione di quanto possa essere devastante una guerra

  • 1397 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social