Krk gioie e dolori

4 agosto 2007 Finalmente e’ arrivato il grande giorno!!! Decidiamo per una partenza intelligente per evitare il grande traffico di questo week end da bollino nero, alle 3 e 15 siamo in macchina e partiamo da Ferrara alla volta dell’isola ...

  • di monini
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in gruppo
    Spesa: Fino a 500 euro
 

4 agosto 2007 Finalmente e’ arrivato il grande giorno!!! Decidiamo per una partenza intelligente per evitare il grande traffico di questo week end da bollino nero, alle 3 e 15 siamo in macchina e partiamo da Ferrara alla volta dell’isola di KRK (circa 380 km via Trieste).

Purtroppo tutta l’Italia deve aver pensato la stessa cosa e cosi’ alle 4 e 30 siamo gia’ fermi...10 km di coda alla barriera di Mestre! Purtroppo la nostra partenza intelligente si e’ rivelata una partenza deficiente e cosi’ arriviamo a destinazione solo dopo 10 estenuanti ore di coda.

Contrariamente alle nostre abitudini quest’anno abbiamo optato per un last minute quindi abbiamo prenotato il nostro soggiorno in croazia solo tre giorni prima di partire, l’agenzia ci ha proposto un’interessante offerta del tour operator “IL PICCOLO TIGLIO” una settimana in mezza pensione presso l’hotel DELFIN di OMISALJ 340 euro a testa; l’offerta sembrava buona ma le note dolenti sono arrivate solo dopo... L’albergo tutto sommato e’ male, le camere sono pulite con aria condizionata con vista mare o meglio con vista su un’inquietante petrolchimico! Proprio di fronte all’albergo si trova infatti un deposito petrolifero per cui erano continuamente presenti petroliere in carico e scarico per cui fare il bagno era quantomeno azzardato.. Peccato perche’ la baia e’ proprio bella! Decidiamo di pensarci piu’ tardi adesso vogliamo solo dormire.

Ci svegliamo verso le 16 e 30 e decidiamo di fare una passeggiata sul bellissimo lungo mare che dal nostro albergo porta fino alla marina, tutto e molto ben tenuto e pulito la vera sorpresa della giornata e’ stata la cena...Assolutamente orribile e quasi immangiabile, tutte le sere e’ prevista zuppa (ovvero acqua calda con dentro minestrina da brodo stracotta...) e un menu’ a scelta tra carne ( di solito bruciata e dal sapore indefinibile) o pesce ( avvolto in una crema di burro e aglio..) ovviamente BEVANDE ESCLUSE ( una birra e mezzo litro d’acqua 23 kune..Un capitale!) Dopo le nostre lamentele finalmente siamo riusciti ad ottenere un po’ di pasta (sempre scotta ma almeno mangiabile..) e persino salsicce con patate fritte! Dopo cena optiamo per una passeggiata nel centro di omisalj, il paese e’ piccolissimo ma molto bello, purtroppo e’ completamente deserto, ci sono solo due locali che fanno da bar e da ristorante..

5 agosto 2007 La colazione per fortuna si rivela un po’ migliore della cena, niente di entusiasmante ma ci sono pane, burro e marmellata (solo un tipo, sempre lo stesso...Prugne!), purtroppo scopriamo che acqua, succhi di frutta e caffè espresso sono extra quindi da pagare a parte.

In spiaggia andiamo a njvice, troviamo una caletta molto carina ma davvero tanto affollata (del resto siamo in agosto!) , molto bella la passeggiata sul lungo mare che porta fino a maliska.

In serata passeggiata a krk, la citta’ è davvero splendida, piena di negozi, ristoranti e localini sul mare, ne troviamo uno davvero delizioso sotto le mura ricavato dal vecchio imbarcadero con un’illuminazione fatta solo di fiaccole e musica jazz di sottofondo 6 agosto Solita colazione (purtroppo sara’ sempre uguale per tutto il soggiorno!) poi in spiaggia a Malinska, dopo tanto cercare troviamo un posticino libero proprio di fronte al bellissimo hotel villa rova, certo bisogna sapersi un po’ adattare perche’ si e’ obbligati a stare moolto vicini, ti addormenti da solo e ti svegli circondato da famiglie piene di bambini urlanti! In serata decidiamo di cenare fuori dall’hotel, ci avviamo per il lungomare mare che si trova proprio davanti al nostro albergo e troviamo un ristorante assolutamente delizioso nel porticciolo di omisjali il VILLA RIVA che fa anche da locanda ( 60 euro a notte la camera), cena ottima e abbondante ( insalata di polipo, calamari fritti e alla griglia, vino, acqua e caffe 210 kuna in due circa 30 euro ), personale delizioso che parla un ottimo italiano, se poi avete voglia di un dolcetto proprio di fronte c’è una piccola gelateria che fa delle coppe giganti a prezzi ridicoli 7 agosto Spiaggia di PUNAT, oggi ci avventuriamo nella spiaggia nudisti sperando di trovare almeno un po’ di spazio per distendere i teli; per arrivare, una volta a punat, seguire per stara baska e poi le indicazioni PLAZA; da evitare assolutamente la zona del bar davvero caotica e affollata, camminando per 500 m sulla sinistra si arriva alla spiaggia, il posto e’ davvero bello e soprattutto tranquillo (nei limiti del possibile..), contrariamente alle altre spiagge qui i naturisti la fanno da padroni, noi invece abbiamo tenuto il costume...Certo all’inizio c’è un po’ di imbarazzo ma dopo un po’ non ci si fa piu’ caso! 8 agosto Spiaggia di Baska

  • 2283 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social