Famiglia con nonna in Croazia per due settimane

Prima esperienza in Croazia, quest'anno le vacanze erano previste per le due settimane centrali di Agosto e come sempre non essendoci un budget alto abbiamo optato per la prima volta per la Croazia spinti dal fatto che non costasse molto ...

  • di belpoz1
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Prima esperienza in Croazia, quest'anno le vacanze erano previste per le due settimane centrali di Agosto e come sempre non essendoci un budget alto abbiamo optato per la prima volta per la Croazia spinti dal fatto che non costasse molto il soggiorno. Viaggio in nave di andata prenotato con Iadrolijnia e di ritorno con Blue Line, le due maggiori compagnie di traghetti per la Croazia. Devo dire che l'unica nota negativa di questo viaggio sono stati proprio i trasporti. Siamo partiti da Ancona dopo 3 ore di fila al check in di Jadrolinia nel porto, c'era una folla incredibile e due sole operatrici a fare i biglietti, in una sala senza aria condizionata, inoltre dopo il check in è toccato fare un'altra ora di fila per il controllo passaporti, devo dire che i servizi al porto di Ancona ci hanno deluso, ovviamente la nave è partita con un'ora di ritardo, il pranzo a bordo è stato discreto, ma per trovare un posto a sedere (avevamo prenotato solo il posto ponte) è toccato discutere con i "soliti cafoni" che si stendono sui divani occupando tre o quattro posti a sedere e dormendo comodamente, poi dato che mia suocera viaggiava con noi alla veneranda età di 78 anni, qualcuno si è mosso a compassione è si accontentato di dormire seduto lasciando il posto a lei. Alla faccia della civiltà e dell'educazione. Arrivati a Zara è stato facile trovare la strada per Vir ns. Prima tappa per una settimana. Vir è un'isola a nord di Zara ma collegata con un ponte alla terra ferma quindi comoda da raggiungere. Appartamento prenotato su www.Homelidays.Com (offerta 56897) e la sorpresa e l'accoglienza ci hanno ripagato dei disagi del viaggio. Il proprietario ci ha fatto trovare una cena a base di affettati, frutta, pane, birra e gelati nel frigo, sono rimasta incantata dall'accoglienza e dalla simpatia. Lo consiglio caldamente a tutti se vogliono soggiornare sull'Isola di Vir, il mare è bellissimo e l'appartamento comodo e con tutti i confort. La zona culturalmente è molto interessante, abbiamo visitato Nin che è un gioiello medioevale ed ha una spiaggia di sabbia chiamata dai locali Copacabana, Zara con la sua zona romanica e medioevale anch'essa bellissima e le cascate nel parco nazionale di KRKA (vicino a Sebenico) dove abbiamo potuto fare il bagno sotto le cascate, qualcosa di semplicemente magnifico!!! I Croati si stanno organizzando turisticamente, anche se devono affinare ancora alcuni aspetti, tipo file interminabili sotto il sole per prendere il traghetto e andare alle cascate, ma nel complesso dimostrano la voglia di migliorare. La seconda settimana ci siamo imbarcati da Spalato per andare sull'isola di Brac dove avevo prenotato la seconda casa sempre sullo stesso sito (offerta 123814), il posto anche lì è magnifico a Milna ma per raggiungere la casa dal paese tocca percorrere tutta la marina che la sera è a transito pedonale dalle 20 alle 24, anche se noi facendo finta di niente la percorrevamo ugualmente a 10km all'ora, impossibile altrimenti raggiungere l'appartamento a piedi specie per persone anziane, inoltre prima dell'appartamento bisognava salire una strada molto ripida e faticosa piedi. Sull'isola è da non perdere la spiaggia di Bol, una strana lingua di terra in mezzo al mare coperta di pini che cambia costantemente forma a seconda delle correnti del mare, bellissima. Che dire, il mare è semplicemente fantastico dappertutto, i prezzi per le ns. Tasche italiane sono accessibili considerando che la loro moneta è la Kuna , 1 euro vale 7,20 kune circa e che con 30 euro pranzavamo in posti alla mano con soddisfazione, mentre un pranzo di pesce fresco ci è costato 90 euro per 4 persone il giorno di ferragosto. Imparagonabile rispetto ai prezzi in Italia. Il GPL costa 50 cent. Al litro e la benzina poco più di un euro al litro. La scelta di soggiornare in un'isola la seconda settimana ci ha limitati nelle gite turistiche ma il giovedì prima di partire abbiamo preso il traghetto per tornare a Spalato e da lì siamo andati a visitare l'antica Trogir che merita in tutti i sensi. Il viaggio di ritorno con Blue Line è stato catastrofico

Perchè sempre col posto ponte ci siamo ritrovati imbarcati su un "carro bestiame" gente seduta o stesa a terra, non c'erano posti sufficienti e visto che la traversata durava 8 ore sono riuscita a prendere una cabina senza bagno appena partita la nave per la modica cifra di 57 euro per 4 persone, ma perlomeno ci siamo riposati e non abbiamo dovuto litigare o viaggiare come nei paesi del terzo mondo. Ho sentito dire che la SNAV offre un servizio migliore per la Croazia anche se costa un pochino di più, sicuramente la prossima volta userò questa compagnia. Ah inoltre sulla Blue Line nessuno prendeva carte di credito nemmeno il Duty Free Shop, Vergognoso!!!! In compenso i posti, il mare e l'accoglienza ci hanno compensati dei pochi disagi. Credo che ci torneremo, perchè oggi è difficile trovare in Italia un mare così! Ah, dimenticavo se ci andate portatevi gli scarpini per fare il bagno, di sabbia neanche l'ombra! Per qualsiasi info potete scrivermi una mail, saluti a tutti! Rossella

  • 1140 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social