Dal Piemonte alla Crozia in moto

Abbiamo deciso la Croazia perché ci eravamo già stati nel 2000, a Dugi Otok, e ci era piaciuta un sacco. Spiagge selvagge e soprattutto tranquillità che ad agosto è difficile da trovare. Il viaggio questa volta è durato una sola ...

  • di cytra72
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Abbiamo deciso la Croazia perché ci eravamo già stati nel 2000, a Dugi Otok, e ci era piaciuta un sacco. Spiagge selvagge e soprattutto tranquillità che ad agosto è difficile da trovare. Il viaggio questa volta è durato una sola settimana ma è stato molto intenso forse perché abbiamo optato per andare in moto con una BMW GS1100.

Siamo partiti da Varallo, nel Piemonte del nord, a bordo della nostra moto con destinazione l’isola di Crès, in Croazia. Il nostro itinerario: Verona – Opatija – Crès – Venezia – Varallo. Per questo viaggio, avendo a disposizione poco tempo, abbiamo deciso di non portarci la tenda ma di andare in albergo o pensioni.

Prima tappa Verona. Il viaggio è stato scorrevole e la moto si è comportata bene. C’era traffico ma tutti andavano a velocità contenuta. A Verona avevamo l’albergo prenotato da casa via Internet. Considerato che era da un po’ che non facevamo un viaggio in moto abbiamo preso un hotel un po’ carino: Hotel Gilberti praticamente in centro, molto comodo. Ha anche in dotazione per gli ospiti delle biciclette, per cui abbiamo lasciato la moto in garage e ci siamo addentrati per le vie di Verona in bici. In un pomeriggio ci siamo visti la città, un po’ di fretta e senza visitare i musei. La bicicletta ha fatto la differenza.

Alla mattina, dopo un abbondante colazione, in sella per la Croazia. Evviva! Il viaggio in autostrada, soprattutto da Verona a Trieste, è un po’ noioso. Consigliamo quindi, per chi ha più tempo, di utilizzare le strade dell’entroterra. Ricordatevi che tra l’Italia e la Croazia c’è la Slovenia. Quindi due dogane. In Slovenia accettano gli euro perché è da poco entrata nell’unione europea. Il paesaggio e la strada in Slovenia sono meravigliosi, un susseguirsi di colline verdi e pini. Dal confine Sloveno a Opatija, la nostra seconda meta, è meno di un’ora di moto. In Croazia fate attenzione all’asfalto perché quando piove è davvero scivoloso! Noi abbiamo rischiato di cadere un paio di volte andando piano. La costa di Opatija (la zona del Quarnero - Kerner) è particolare perchè era l’area dove un tempo l’aristocrazia Austro-ungarica andava a trascorrere le vacanze per cui troverete palazzi sontuosi ed eleganti con sale interne spaziose e sfarzose e uno splendido litorale. Opatija è un po’ cara per cui noi, fidandoci della guida, abbiamo deciso di soggiornare a Voloko, paesino un paio di Km più a nord, chiedendo ospitalità presso uno pseudo ufficio informazioni. In pratica si trattava di una famiglia che aveva montato uno sgabiotto e prendeva i turisti per portarseli in casa propria. Loro sono stati molto gentili ma la stanza era a dir poco minuscola con un letto lungo 1.70 (Davide è alto 1.87!!!) il bagno un buco e non è che abbiamo pagato proprio poco: 55 €!! Quindi consigliamo di andare vedere gli hotel prima a Opatija o di chiedere ad un Ufficio Informazioni in città ;-) Sistemati in stanza, scatta la voglia di mare e di fare un bel bagno! Constatiamo che i croati, almeno in questa zona, hanno l’abitudine di mettersi a prendere il sole sulle banchine di cemento!! In pratica cementificano le scogliere e si piazzano sopra. Da una parte può essere comodo ma dall’latra immaginate la deturpazione del paesaggio. A Opatija in particolare c’è una distesa di cemento proprio in centro paese, vicino all’hotel Kerner, dove potersi sdraiare e fare un bagnetto. Se avete voglia andate verso destra e magari oltre Opatija trovate un posto dove mettere l’asciugamano. Via da Opatija, andiamo a prendere il traghetto Jadrolinija per Crès a Brestova, 32 km. Il costo del traghetto per due persone e una moto è di circa 10€ (78 Kune). Finalmente arriviamo a Crès!!! La prima impressione dell’isola è un paesaggio molto verde, con pini marittimi, scogliere e un mare azzurrissimo. Decidiamo di andare a Crès paese per cercare una stanza. L’alternativa era di scendere fino alle Isole di Lussino, però sono più turistiche e quindi con più gente

  • 2151 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. dritangremi
    , 4/3/2011 19:29
    ho sentito parlare dei <a href="http://www.dentistiinalbania.com/1/dicono_di_noi_1529244.html">dentisti in croazia</a>. Mi sapete indicare qualcuno?

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social