Quattro giorni tra natura croata e storia slovena

Destinazione di questo nostro nuovo viaggio alla scoperta dell’Europa è la Croazia, da molti decantata come una perla del Mediterraneo incastonata in un ambiente naturalistico spettacolare. GIOVEDI’ 28/06/2007 (ITALIA/POREC/ LIMSKI KANAL /ROVIGNO) Il nostro viaggio inizia come sempre dalla provincia ...

  • di BETTI75
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Destinazione di questo nostro nuovo viaggio alla scoperta dell’Europa è la Croazia, da molti decantata come una perla del Mediterraneo incastonata in un ambiente naturalistico spettacolare. GIOVEDI’ 28/06/2007 (ITALIA/POREC/ LIMSKI KANAL /ROVIGNO) Il nostro viaggio inizia come sempre dalla provincia di Bergamo. Partenza alle ore 4:30 per evitare le quasi inevitabili code alla barriera di Mestre. La voglia di arrivare è tanta, ci fermiamo dunque solamente una volta per una veloce colazione all’autogrill e un’altra sosta obbligatoria per problemi tecnici (sostituzione della lampadina di un faro anteriore) beh non tutto può sempre andare liscio! Riprendiamo la strada per la nostra prima destinazione Porec, piccolissima città affacciata sul mare con una splendida basilica. Giungiamo a Porec intorno alle 11:30. Abbiamo il tempo di passeggiare un poco per le stradine del centro. La prima cosa che colpisce è sicuramente la pulizia delle strade, una pavimentazione antica e lucidissima tanto da dover fare attenzione a non scivolare. Si è fatta ora di pranzo e, guida Routard alla mano, scegliamo quello che risulta essere il miglior ristorante di pesce del paese “Ristorante Istra”. Locale accogliente e rustico situato in fondo ad una via laterale. Ordiniamo due antipasti misti di pesce, degli scampi alla griglia e 2 porzioni di capesante (prezzo incluso acqua e caffè 337 Kune ovvero € 46,00). Abbiamo spesso sentito dire che la Croazia costa pochissimo, ma se si vuole passare una vacanza “trattandosi bene” i prezzi sono vicini a quelli di molti locali italiani. Dopo un buon caffè decidiamo di passeggiare un poco lungo il mare, ripassiamo per il centro e visitiamo la famosa basilica eufrasiana. Saliamo sulla cima del campanile per poter ammirare dall’alto il panorama. Intorno alle 15:00 partiamo con destinazione Rovigno!!! Lungo il percorso ci fermiamo ad ammirare “limski kanal” che attira subito la nostra attenzione. Questo canale navigabile ha un fascino particolare che per un attimo di fa pensare di essere in uno dei tanti fiordi norvegesi...Per un colpo d’occhio merita una sosta. Riprendiamo la strada per Rovigno con arrivo intorno alle ore 16:00.

La prima cosa che ci preme ora è trovare una sistemazione per la notte. Valutiamo la possibilità di dormire all’Hotel Istra, un 4/5 stelle che si trova su un isola. Un responsabile dell’Hotel fa da spola con un pulmino dal porto all’Hotel al quale si giunge però prendendo, tra l’altro, un traghetto con una traversata di 15 minuti. La proposta non ci sembra particolarmente allettante, non solo per il prezzo (200,00 € a notte) ma piuttosto per il disagio di dover lasciare l’auto al porto, trasferire tutti i nostri non pochi bagagli e dover necessariamente rientrare la sera con l’ultimo traghetto di mezzanotte dal centro. Vedendoci titubanti il ragazzo dell’Hotel se ne esce con una battuta del tipo “ con una macchina come la vostra non avrete di certo difficoltà a pagare 200,00 € per una notte”. Nell’udire questa frase guardo il mio ragazzo dicendogli “l’albergo non considerando tutte le peripezie per arrivarci varrà almeno € 200,00 € a notte??? o il prezzo lo decidono al momento, in base a chi si trovano davanti?” senza troppi indugi lasciamo il porto e decidiamo di trovare un’altra sistemazione. Lo ammetto sono abbastanza esigente ma considerata l’ora e la voglia di passare piu’ tempo a visitare la città piuttosto che a cercare un albergo decidiamo di chiedere ad un agenzia di informazioni. Pare sia disponibile solo una sistemazione in una zona alta della città a circa 10 minuti a piedi dal centro a 77 € a notte. Non abbiamo alternative. Vengono a prenderci i proprietari di “Villa Sonne” e seguendoli con la macchina giungiamo sul posto. Il primo impatto non è dei migliori. Mi aspettavo un Hotel mentre si tratta della classica abitazione privata affittacamere. Salgo per vedere la sistemazione è resto sorpresa nel trovare un appartamento per 3 persone nuovissimo con una graziosa camera in legno massiccio. L’ambiente è pulito e decido che può andar bene, l’unico mio pensiero è la colazione del mattino che di certo non sarà quella con i buffet che solitamente troviamo in albergo. Facciamo un riposino e ci prepariamo per la serata a Rovigno

  • 2766 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social