Croazia: che sorpresa

Questo è il nostro bellissimo viaggio in Croazia, mio e di Carla, la mia splendida compagna. Agosto 2006 e come al solito io e Carlotta abbiamo organizzato il nostro viaggetto estivo a circa una settimana dalla partenza, in meno di ...

  • di fabrizio.casa
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Questo è il nostro bellissimo viaggio in Croazia, mio e di Carla, la mia splendida compagna. Agosto 2006 e come al solito io e Carlotta abbiamo organizzato il nostro viaggetto estivo a circa una settimana dalla partenza, in meno di 2 giorni. Faremo 2 settimane di vacanze di cui la prima a Brac, isola di fronte Spalato, e la seguente in barca a vela. Itinerario a cura della Altura, la mia grande scuola di vela in Roma.

Nessun tour questa volta, ma organizzazione casalinga. Oramai è facile davvero... basta un mouse, PC e connessione ad internet. Puoi arrivare in ogni angolo del mondo, prenotare alberghi, richiedere preventivi, visionare le stanze dell’albergo comodamente da casa tua, leggere i pareri di chi già c’è stato... insomma, prendere una fregatura è sempre più difficile, anche se mai è impossibile. Bisogna solo armarsi di molta pazienza... telefonare il 20 luglio per arrivare la settimana seguente è impresa assai ardua; bisogna prepararsi a incassare un bel po’ di ...“siamo al completo”, “siamo spiacenti”. Fortunatamente molti siti internet hanno sul web la possibilità di verificare anche la disponibilità... qualche “due di picche in meno”.

Naturalmente, ai lettori di questo articolo desidero, dire che le descrizioni dei personaggi sono frutto dei colori dei miei occhi, magari non rispondente a verità.

Veniamo al viaggio.

Amo girare il mondo e mi piace conoscere culture molto diverse dalla mia: per fare ciò quindi, spesso è necessario allontanarsi un bel po’ di molte ore. Le vacanze estive invece mi piace trascorrerle tra i mari nostrani, che non sono da meno a molti altri. Non nascondo quindi il piacere di partire da Roma e trovarsi a destinazione in un paio d’ore. In realtà poi 2 ore non sono mai ma... Roma Fiumicino con destinazione Spalato, un’ora di volo e siamo in Croazia. Il fatto è che facendo la seconda settimana in barca a vela, saremmo dovuti partire “leggeri” invece eccomi qui carico come un somaro delle valige di entrambi, con Carla che ha interpretato il viaggio alla perfezione... viaggia leggera! A prelevarci per il transfer da aeroporto a porto viene un ragazzo che parlava un ottimo inglese, Ivan. Sembrava simpatico ma di poche parole, e come spesso accade in queste occasioni bisogna trovare argomenti e modi per interrompere interminabili momenti di silenzio. Qualche sorriso, qualche smorfia per dire qualcosa di tanto in tanto... e dentro ti dici..., “ma questo è proprio uguale a me... ma come fa a non capirmi? E’ come me,... parla sicuramente come me...” invece assolutamente no, e, inglese a parte, riusciamo a comunicare bene anche con gesti e sorrisi, che sono belli e riescono a dire molto... Il linguaggio del corpo è sempre funzionante ed il più diretto.

Mentre ci accompagna ci racconta qualcosa di lui, questa volta in inglese e ci incuriosisce, come tutte le persone che di indole parlano poco, quando parlano ti tengono su... con l’interesse sospeso. Racconta di essere canadese...Di genitori croati e che ha preferito lasciare l’america per venire quaggiù perché ci sono molte più opportunità, dice lui. Di sicuro la smorfia per dire quanto è stata dura imparare il Croato, la dice tutta.

Arriviamo al porto e da Split poi, traghetto e, in meno di un’altra ora siamo a Brac. L’isola si stende di fronte Spalato e si vede benissimo, sembra vicina.

Sarà poi che siamo arrivati di sera tardi, sarà che quella notte era buio pesto, sarà che eravamo stanchi, ma la primissima impressione su dove eravamo capitati, non era proprio il massimo. Invece poi le cose belle vengono fuori, bisogna saperle aspettare. L’hotel era bellissimo. Piccolino, avrà avuto 6 stanze e qualche appartamento. Molto curato e molto caldo, inteso come confortevole. Tutto parquette e il fantastico rumore del mare sotto la finestra. Una ninna nanna che non ha prezzo

  • 555 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social