Creta: diario per genitori che viaggiano con bambini al seguito

Consigli e itinerario per un viaggio on the road con due marmocchi nella parte ovest dell'isola

  • di fabioc27
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

VIAGGIATORI

DAVIDE: 1 anno di età, al suo primo viaggio, gattonatore maratoneta, ama le scarpe, soprattutto ama portare via gli infradito dei turisti sdraiati in riva al mare, non riesce a dormire senza il suo passeggino.

MANUELE: anni 4, ama i viaggi e l’avventura, da grande vuole essere un supereroe o un pirata… peccato che i pirati gli fanno una gran paura.

ELIANA: mamma, di anni imprecisati ma certamente ancora giovanissima, ama i viaggi on the road ma anche le comodità, come lei nessuno è capace di far entrare tutta la casa in valigia.

FABIO: papà tuttofare, anni 36, organizzatore di viaggi e spostamenti, il suo grande obiettivo è far capire a sua moglie che la valigia non è la borsa di Mary Poppins!

Viaggiare con i bambini si può? Anche piccoli e particolarmente monelli? Nel mese di ottobre? Per giunta facendo un viaggio lunghetto on the road? Si è possibile!

Basta organizzarsi per bene e per tempo ed armarsi di santa pazienza. Vi capiterà ad esempio di cantare “nella vecchia fattoria” per gran parte del viaggio in auto… si sa con i bambini un viaggio non mai troppo rilassante, ma sempre emozionante e divertente. Creta ad ottobre è fattibile, è ancora estate, si sta bene anche la sera, ci può essere un po’ di vento e il mare può essere mosso ma per lo più noi siamo stati bene, poi i prezzi delle strutture sono ancora più vantaggiosi.

Durante il nostro viaggio, durato 14 giorni, siamo andati a caccia di pirati su isole deserte, alla ricerca di tartarughe, ci siamo arrampicati su monasteri bianchi a picco su un mare dai colori spettacolari, abbiamo corso su e giù tra dune di sabbia, ci siamo persi tra vicoli di case coloratissime e abbiamo ascoltato storie e leggende che ci hanno fatto sognare!

Ma partiamo dal principio: il nostro viaggio inizia ad Heraklion dove siamo arrivati con volo economicissimo diretto da Napoli con Volotea. Abbiamo soggiornato al Marin Dream Hotel dove ci siamo trovati bene, posizione centrale e affaccio proprio sulla bellissima fortezza veneziana nel porto. Due tappe che non ci siamo persi sono il Museo Archeologico ed il palazzo di Cnosso. Noi siamo andati al mattino al Museo per sfruttare la “freschezza” dei bambini ed abbiamo fatto il biglietto cumulativo (conviene). Fortunatamente il piccolo ha dormito tutto il tempo nel passeggino. Essenziale è raccontare ai bambini la leggenda di Minosse e il Minotauro, di Dedalo e Icaro, Teseo e Arianna ed il suo filo. Il Museo è molto affascinante e ben organizzato, facile da visitare. Il pomeriggio ci siamo diretti al Palazzo di Cnosso, anch’esso molto interessante, noi abbiamo preso una guida in italiano al costo di 10 € a persona escluso i bimbi; è stato utile ma ci si può informare da se e visitare solo le parti più interessanti, non è difficile. Coi bimbi al seguito non è stato facile seguire la guida, poi soprattutto col passeggino non è facile muoversi in quanto ci sono diverse scale ed alcuni posti un pò pericolosi, ma tutto sommato il palazzo si può visitare anche con passeggino e con un bimbo che non sta mai fermo.

Il mattino seguente partiamo per Elafonissi decidendo di fare una sosta pranzo a metà strada al Lago Kourna. I colori del Lago sono davvero incredibili, la parte vicina alla riva è verde acqua e la parte più profonda è blu intenso, si vedono due strisce di colore nette, un contrasto incredibile, con le montagne alle spalle del lago a fare da cornice. Inoltre si può prendere il pedalò e si può attraversare il lago. Noi abbiamo fatto il bagno in queste splendide acque, una nuotata rigenerante! Lungo la riva ci sono diverse taverne, una serve anche l’antikristò, si mangia bene e sono tutti attrezzati con giochini per i più piccoli.

Dopo pranzo siamo ripartiti e finalmente dopo circa due ore di viaggio eccoci in una delle spiagge più belle d’Europa!

Elafonissi è davvero stupenda come dicono tutti, la sabbia rosa fatta di frammenti di corallo e il mare turchese, la laguna bassa e le dune di sabbia sono un incanto. La struttura dove abbiamo alloggiato è l’Elafonissi Resort della fam. Kalomirakis, una delle due strutture vicine alla spiaggia (noi comunque prendevamo la macchina per andare in spiaggia coi bambini, ma si ci arriva in 10/15 minuti a piedi). Il resort è in un bell’uliveto dove sono dislocati vari blocchi di case. Il nostro appartamento non era male, dotato di tutto il necessario, anche se in generale gli standard di camere e pulizia per degli italiani un pò perfettini come noi lasciano un pochino a desiderare. In compenso in questa, come in tutte le strutture della Grecia, abbiamo sempre trovato persone gentili e disponibili.

Tornando alla stupenda spiaggia di Elafonissi, andando dal parcheggio verso il mare troverete verso destra una laguna molto bassa ideale per i bambini, sulla sinistra la spiaggia con mare più aperto. Proseguendo su una striscia di sabbia che divide la laguna bassa dall’altra spiaggia, in fondo, troverete delle dune di sabbia (divertenti da scalare coi bambini), da qui in avanti proseguendo sulla sinistra troverete una serie di spiaggette stupende, le più belle di Elafonissi! La spiaggia è anche molto comoda per chi, come noi, ha passeggino a seguito in quanto la sabbia è finissima e ammassata e si può arrivare facilmente alla riva.

Siamo stati in questo paradiso per 5 giorni e poi siamo partiti per Falassarna, passando per il Monastero Chrisoskalitissa che vale la visita per il panorama che si gode dalla sua posizione. Salendo una bianca scala ripida e attraversando un portone azzurro all’improvviso vi ritroverete a picco sul mare e invidierete di sicuro i monaci di questo monastero!

Arrivati a Falassarna siamo stati accolti dalla simpatica e disponibile famiglia del Falasarna Bay, abbiamo trascorso qui una settimana bellissima. La struttura è pulita e comoda, ha una buona posizione a 50 metri dalla spiaggia, vista mare e tramonto dal balcone della camera, tra l’altro la discesa a mare più vicina porta ad una parte di spiaggia protetta da una scogliera dove, anche quando c’è mare mosso, i bambini godranno di una vera e propria piscina naturale. I colori del mare anche qui sono molto belli, soprattutto se il mare è un pò agitato. Vi consigliamo di andare anche alla big beach, spiaggia grande come dice il nome, ben tenuta ed attrezzata con ottimi servizi, pulitissima, senza neanche una delle odiatissime cicche di sigaretta che i bambini vanno a toccare puntualmente con le manine. Verso la fine dell’enorme spiaggia di Falasarna, verso sinistra guardando il mare, ci sono delle dune di sabbia molto alte, salendoci su potrete ammirare tutta la baia nel suo splendore e notare i colori e la trasparenza del mare… i bambini poi si sono divertiti un mondo a rotolare giù per le dune. A Falassarna oltre lo stupendo mare, la tranquillità e un pò di taverne (che troverete sempre piene anche di persone del posto) non c’è altro quindi se cercate vita notturna dovrete spostarvi altrove. Di taverne ne abbiamo provate tante e in tutte abbiamo mangiato bene spendendo poco, ma se avete bambini vi consigliamo di andare alla Taverna Galasia Thea. E’ un bel locale molto curato che affaccia sulla spiaggia, con un prato con giochi per bambini e coniglietti che corrono liberi. Da Falassarna si possono raggiungere Balos e Chania, due tappe imperdibili

  • 10061 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social