Creta ovest e Delfi, fino all'ultimo minuto

Dedicato a coloro che decidono, senza nessuna organizzazione, di caricare i bagagli in macchina e partire con destinazione Grecia. Si può raggiungere anche l'isola più lontana: Creta

  • di exequatur
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Dopo vari viaggi in Grecia desideravo da tempo raggiungere Creta per le sue bellissime spiagge, senza dubbio tra le più belle del mondo, e soprattutto perché affascinato e ansioso di conoscere i siti della civiltà minoica, contemporanea dell’antica civiltà egizia. Essendo un’isola molto grande e molto distante, pensavo richiedesse un’organizzazione adeguata, senza lasciare nulla al caso e questo mi difetta. Ma anche questo viaggio in Grecia si può improvvisare. Quindi vi racconterò di un viaggio nella Creta occidentale, senza organizzare un bel niente, ma solo con l’ausilio di qualche opportuna informazione. Nell’organizzare questo viaggio in Grecia, avevo tutta una serie di informazioni sui traghetti, per varie destinazioni: traghetti da Volos per Skiatos; orari dei traghetti dal Pireo per le Cicladi, compreso quelli da Rafina per Mikonos e naturalmente in primis gli orari dei traghetti dal Pireo per Creta. I traghetti dal Pireo per Creta con arrivo nel porto di Heraklion o Chania, generalmente partono la sera e arrivano a destinazione il mattino seguente. Ciò significava che per raggiungere Creta in traghetto da Brindisi, bisognava impiegare almeno 36 ore di viaggio, però avevo visto che solo di domenica c’erano traghetti per Heraklion: la mattina alle 11.30 e a1lle 12.00. Qualora per qualche inconveniente, queste mete si fossero dimostrate impossibili avrei optato per le comode e pur bellissime isole ioniche. Insomma tutto perfettamente disorganizzato. Naturalmente qualcuno inorridisce per questo tipo di organizzazione ma ha i suoi lati positivi, perché ti puoi alzare un bel mattino d’estate, naturalmente in bassa stagione e invece di andare nella spiaggia più vicina, decidere di preparare le valige e raggiungere la Grecia con la prospettiva di arrivare nella lontana isola di Creta.

Partiamo, io e mia moglie, da Matera, sabato 25 agosto 2012 e ritorno a Matera lunedì 10 settembre 2012. Viaggio in traghetto.

Raggiungiamo il porto di Brindisi alle ore 18.28 faccio i biglietti al teminal – passaggio ponte, perché le cabine sono già tutte prenotate e macchina 110 euro circa - e con un po' di fretta raggiungo il traghetto in partenza per le ore 19.00. Come prendere un pullman. Purtroppo ogni anno che passa nel porto di Brindisi si riducono le linee di traghetto. Nel 2012 per fortuna è sopravvenuta la compagnia Grimaldi, che effettua il tragitto tutti i giorni, mentre la compagnia Endeavor effettua il tragitto a giorni alterni. Invece negli anni precedenti c’erano tutti i giorni almeno due compagnie nel pomeriggio, per cui se perdevi un traghetto potevi optare per l’altro. Partenza puntuale alle ore 19.00 e arrivo in Grecia a Igoumenitza alle ore 4.00 del mattino seguente. Scelgo di raggiungere Igoumenitza invece della più comoda Patrasso perché così con la macchina posso raggiungere il Pireo in 5/6 ore e avere tutto il tempo per imbarcare sui traghetti del mattino che portano a Creta, altrimenti sbarcando a Patrasso alle 10.3, si può raggiungere il Pireo in 2/3 ore, e quindi bisogna attendere i traghetti del pomeriggio o della sera per raggiungere le varie isole compreso Creta, sciroppandosi 36 ore di viaggio. Purtroppo, sbarcato a Igoumenitza, per raggiungere il Pireo decido di provare per la prima volta la strada interna, che passa dalle Meteore e Trikala, poi Lamia e infine Pireo. Sconsigliata! E’ sicuramente più consigliabile la strada per il ponte Antirrio. In effetti le Meteore da Igoumenitza, si raggiungono con bellissima strada a 4 corsie in un paio d’ore e subito dopo con facilità si raggiunge Trikala, ma subito dopo, sia pur per lunghi tratti pianeggiante, si trovano una serie di rotatorie dove è facile non imboccare la strada giusta e allungare il percorso. Riesco finalmente a raggiungere Lamia e da li in un paio d’ore su una bellissima autostrada, con pagamento di pochi euro, raggiungo il Pireo. Avevo preventivato di raggiungere il Pireo intorno alle 10.30, appena in tempo per prendere il traghetto della Minoan per Heraklion delle 11.30, invece, sbagliando strada e allungando, ho perso almeno un’ora e raggiungo il Pireo alle 11.40. Al molo dei traghetti per Creta , ingresso 9, non vedo ormeggiata nemmeno l’Anek, che stando alle informazioni prese su internet doveva partire per Creta alle 12.00, però rivolgendomi in tutta fretta agli sportelli dell’Anek vicinissimi al molo, mi indicano in sostituzione dell’Anek la Superfast che stava in partenza. Appena in tempo per fare i biglietti euro 120.00 sola andata per due passaggi ponte e macchina e ci ritroviamo subito in partenza per Creta con sbarco ad Heraklion alle 19.00

  • 48947 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. exequatur
    , 17/6/2013 17:44
    Errata corrige: la taverna di Matala indicata nel racconto è stata erroneamente riportata come "la grotta" ma si chiama "La Scala" e c'è un'enorme insegna bianca in fondo alle palafitte ad indicarla.

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social