Melodie cremonesi e battaglie risorgimentali

Dall'arte liutaia di Cremona alle lotte risorgimentali di San Martino. Ecco una due giorni a base di arte, storia, dolcezze culinarie e quieto vivere, allietata da una sosta nella bella Desenzano del Garda

  • di alvinktm
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Fino a 500 euro

Dove dormire

Grazie alle tariffe segrete dedicate agli iscritti sul sito Hotels.com, e a un ulteriore sconto applicabile sulle prenotazioni a pagamento anticipato, abbiamo potuto concederci un pernottamento al 'Palace hotel' di Desenzano del Garda (www.palacehoteldesenzano.it). Davvero un ottimo albergo, facile da raggiungere e in una posizione tranquilla fuori dal centro del paese, elegante, con ampie camere e tantissimi servizi, tra cui due piscine e una spa, indispensabili per scaricare lo stress quotidiano. Essendo con il nostro piccolo Leonardo, a malincuore, non siamo riusciti a usufruirne a causa della mancanza di tempo, in quanto avremmo dovuto accedervi uno alla volta. Vi consiglio quindi di andarci in coppia, per concedervi un week end rilassante senza prole al seguito.

Dove mangiare

A pochi passi dall'albergo è possibile cenare al ristorante steak house 'La Zattera' (ristorantelazattera.com), dall'ambiente romantico direttamente sulle rive del lago e dal buon rapporto qualità prezzo, ma non proprio adatto ai bimbi piccoli. Noi abbiamo apprezzato i gnocchi con fonduta di formaggio e tartufo, e i bigoli con pomodorini e pecorino: ottimi sia per il palato che per l'olfatto, grazie ai loro profumi decisi e stuzzicanti.

Desenzano del Garda (e dintorni)

Il lungolago di Desenzano del Garda si rivela un'ottima 'pista di fondo' per macinare chilometri col passeggino, scaldati dal tiepido sole della tarda mattinata, rallegrati dai colori e dai profumi delle bancherelle di prodotti alimentari artigianali e accompagnati dal piacevole chiasso delle persone a spasso con cani e bambini, felici di godersi una giornata di riposo all'aria aperta che profuma già di vacanza.

Mentre ci si avvicina al centro si ha una bella vista sul porticciolo con tanto di faro e di lunga banchina gettata sul lago a cui attraccare le barche. La foschia mattutina nasconde all'orizzonte la riva opposta di un Garda che, nella sua parte meridionale, si allarga placido e silenzioso, con le sue acque limpide limpide attraverso le quali si distinguono anche i più piccoli ciottoli colorati. Pare così di trovarsi al mare fuori stagione, quando è ancora troppo presto per sfoggiare corpi e costumi e, invece di stendersi nelle spiaggette, si preferiscono le tante panchine o i tavolini dei locali baciati dal sole. Oltre alla passeggiata sulle sponde del lago è d'obbligo lasciarsi inghiottire dagli edifici storici di Desenzano affacciati sull'ampia strada pianeggiante e pedonale parallela alla riva. Le case si caratterizzano per le loro tinte sfumate, i minuscoli balconcini abbelliti dai fiori e le strette e alte finestre protette da imposte. Da qui si dipanano vicoli dalle lievi pendenze che conducono nel vero cuore abitato del paese in cui vivono i desenzanesi e dove le case sembrano proteggersi le une con le altre contro la pioggia, il sole, il vento e dall'invasione di turisti nella stagione estiva e nei bei week end primaverili.

Su tutto domina il castello (www.comune.desenzano.brescia.it/italian/castello.php) ben visibile dal porto vecchio, la suggestiva darsena che si insinua tra i marciapiedi e i portici. Metafora di un lago abbracciato ai suoi abitanti, che pare vogliano ribadirne l'onnipresenza e insieme a essa l'indissolubile legame tra loro e il Garda. Dell'antico maniere risalente al medioevo rimangono il mastio centrale, delle torrette e le mura perimetrali su cui è stato ripristinato il camminamento di ronda. La vista non è niente male tuttavia l'interno, trasformato in una sorta di arena per spettacoli, non offre certo le suggestioni dell'epoca passata: peccato

  • 2681 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social