Compleanno a Cracovia

Un lungo week end tra le vie della cittadina polacca

  • di Vericanzi
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Per festeggiare il traguardo del mezzo secolo del marito, quale migliore occasione di un piccolo viaggio regalato dalla moglie e dalle figlie? Abbiamo prenotato con largo anticipo un volo low cost da Bergamo a Cracovia, e poi, tramite Booking un appartamento in centro. Arrivo in perfetto orario, all'aeroporto ci aspettava un incaricato dell'agenzia dell'appartamento per il trasferimento fino in centro. Il nostro appartamento, dell'agenzia Krakow for you, era un ampio e comodo monolocale situato a circa 50 m. dalla Piazza del Mercato ed affacciandosi dalle finestre era possibile ammirare la splendida Chiesa di Santa Maria e sentire, ad ogni scoccare dell'ora, il famoso trombettiere. Inclusa nella tariffa dell'appartamento c'era anche un'abbondante e varia colazione da consumare nel bar vicino alla reception, giusto 5 min. a piedi dal monolocale, bastava attraversare la piazza. Dopo esserci sistemati, siamo usciti per un primo giro tra le vie del centro storico molto animato da turisti, studenti ed abitanti. Nella Piazza del Mercato (Rynek Glowny) abbiamo attraversato il Sukiennice, antico mercato dei tessuti, ora trasformato in una galleria con negozi di souvenir inclusi moltissimi gioielli in ambra. Per cena abbiamo scelto i classici Pierogi, grossi ravioli ripieni, andando da Pierogarnia Krakowiacy in ul. Szewska. Dopo aver ordinato al banco, si riceve un numero e si vieni chiamati quando i piatti sono pronti; un’ottima cena ad un prezzo contenuto. Il giorno seguente è stato tutto dedicato alla visita della città vecchia (Stare Miasto) iniziando dalla piccola Chiesa di Sant’Adalberto (Kosciol Sw Woichiecha) proprio sulla piazza dando anche uno sguardo alla Torre Civica (Wieza Ratuszowa). Abbiamo proseguito con la salita alla torre della Basilica di Santa Maria (Bazylica Mariacka). Si può accedere ogni mezz'ora e noi siamo saliti nel turno delle 9,40 avendo così la possibilità di assistere vicino al trombettiere, all’esecuzione della melodia dell’hejnal, per ricordare la guardia che con la sua tromba avvisò gli abitanti della città dell'imminente invasione dei Tartari. Una bellissima esperienza e, dall’alto si ha una splendida vista sulla città. Una volta scesi, siamo entrati nella magnifica Basilica, con un interno ricco e sfarzoso e splendide vetrate. Peccato non aver potuto ammirare l'altare, causa lavori. Da lì ci abbiamo raggiunto la zona universitaria, visitando dapprima la Chiesa di Sant'Anna (Kosciol Sw Anny) in stile barocco con un interno riccamente decorato e poi il Collegium Maius con un gradevole cortile interno circondato da archi in mattone e pietra. Siamo tornati di nuovo verso la Piazza e abbiamo passeggiato per Via Florianska arrivando alla Porta Florianska e al Barbacane, un possente bastione per garantire maggior protezione alla città. Abbiamo poi raggiunto il grande centro commerciale Galeria Krakowska, non tanto perché siamo amanti di negozi, quanto perché al piano inferiore ci sono le stazioni di treni e bus e volevamo avere informazioni per raggiungere le Miniere di Sale con i mezzi pubblici. Qui abbiamo pranzato presso un self-service a peso, con una discreta scelta di piatti tipici ad un ottimo prezzo. Visto che le nostre ragazze erano abbastanza stanche, abbiamo optato per un taxi per arrivare alla collina del Wawel e visitare la bellissima Cattedrale (Katedra Wawelska) con notevoli cappelle e tombe reali. Da non perdere la salita in cima alla Torre di Sigismondo per avere una splendida vista sul paesaggio circostante. Abbiamo preferito non visitare l’interno del Castello ma passeggiare all’interno delle mura e godere della vista sul fiume Vistola. Siamo poi tornati passeggiando per Via Grodzka che assieme alla Via Florianska formava la Strada Reale che in passato re e regine utilizzavano per raggiungere il Castello, ora animata da negozi, pasticcerie e carrozze che accompagnano i turisti. Abbiamo così ammirato l'esterno della Chiesa dei Santi Pietro e Paolo (Kosciol Sw Piotr i Pawla) con le grandi statue dei 12 apostoli, purtroppo l’interno non era visitabile per un concerto di musica classica. Per cena abbiamo scelto una pizza da Pizzatopia in Ul. Szewska, un locale molto originale dove mangiare una pizza ovale preparata proprio davanti a te. Infatti sei tu ad indicare ai “pizzaioli” i vari condimenti ed ingredienti da mettere sulla pizza, dopodiché passa in forno dove viene cotta in tre minuti e ti viene servita su di un tagliere di legno, una volta pronta la porti al tavolo. A noi è piaciuto molto. Sabato mattina, colazione presto e poi partenza per le miniere di Sale nel vicino paese di Wieliczka, ingresso già prenotato on-line. Abbiamo optato per il trasporto in taxi per l’andata e il bus per il ritorno. La visita alle miniere è stata una bella esperienza, un po’ lunga vista che l'intero percorso è durato ben 2 ore raggiungendo infine la grandiosa Cappella di Santa Kinga, la patrona dei minatori polacchi, interamente scolpita nel sale ed arricchita da statue, bassorilievi, altari ed enormi lampadari tutto in sale. Giunta l’ora del pranzo, abbiamo approfittato del ristorante all'interno delle miniere. Un grazioso self-service con cucina polacca. Tornati in superficie abbiamo preso il bus 304 per raggiungere il centro di Cracovia, scendendo nei pressi del Museo Nazionale per poter ammirare uno dei capolavori di Leonardo da Vinci: “La Dama con l'Ermellino”. Da lì con un taxi siamo andati in Plac Nowy, cuore del quartiere ebraico Kazimierz, passeggiando per le numerose vie. Per concludere la splendida giornata autunnale ci siamo diretti sul lungo fiume ai piedi del Castello per ammirare la collina del Wawel da un'altra prospettiva. Molto originale la statua del drago sempre attorniata da bimbi in attesa della fiammata che ogni dieci minuti esce dalla sua bocca spalancata. Per cena abbiamo voluto assaggiare un piatto di pasta da Makarun in Ul.Sw Tomasza; un grazioso locale dove scegliere il tipo di pasta ed il condimento e servito in un cartoccio, tutto sempre un po’ speziato. Eccoci a domenica mattina, dopo aver consumato con calma una buona colazione ed aver lasciato i nostri bagagli presso la reception, abbiamo passeggiato di nuovo per le vie del centro storico animato dal passaggio di molti podisti partecipanti alla Maratona di Cracovia ed incitati da turisti e abitanti. Acquistati gli ultimi souvenir, abbiamo raggiunto l’aeroporto sempre con il transfert prenotato il giorno prima. Secondo noi Cracovia è una bellissima città adatta per un lungo week end; è tranquilla, pulita, raccolta e i suoi abitanti sono veramente molto cordiali. Questo regalo di compleanno è stato proprio apprezzato!

  • 585 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social