Cracovia e Auschwitz: luci e ombre della vecchia Europa

Full immersion nella Storia: dalle antiche miniere di sale al Museo Schindler, passando per Auschwitz

  • di AlixA
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 1
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Per anni ho disdegnato un viaggio in Polonia, preferendole altre mete europee più conosciute e all’avanguardia, finché non ho deciso di accantonare i pregiudizi per scoprire cosa riserva questo paese annidato nel cuore dell’Europa. Dopo aver preso informazioni, scelgo Cracovia. Situata nella regione meridionale della Piccola Polonia, si rivelerà un luogo traboccante di emozioni e di esperienze da vivere, grazie ai suoi musei innovativi e coinvolgenti, al suo sorprendente mondo sotterraneo e alla possibilità di approfondire, qui come in pochi altri luoghi al mondo, la grande Storia.

Sul sito della Ryanair acquisto i voli Bologna/ Cracovia a/r a 32,00 euro circa. L’areoporto Balice Giovanni Paolo II dista solo una decina di km dalla città che si può raggiungere comodamente con l’autobus 292 o col treno a prezzi irrisori. Io opto per il comodo trasporto che mi propone il mio hotel per arrivare prima possibile in città, spendendo una ventina di euro. Ho prenotato su www.booking.com un monolocale al Pod Sloncem Main Market Square, direttamente sulla bellissima Piazza del Mercato, a 120,00 € per quattro notti: ottima la posizione e lo spazio, meno l’angolo cottura polveroso e mal funzionante ed i quattro piani di scale.

Dopo la prenotazione lo staff mi propone via mail delle escursioni. Io scelgo quelle alle Miniere di Sale e ad Auschwitz: 135 PLN circa 30,00 trasporto e ingresso con visita guidata. Ne approfitto al fine di ottimizzare i tempi e perché molte visite in italiano o francese, lingua che conosco bene, durante la stagione invernale non sono previste. In tutta la città ho notato vari chioschi dove si vendono tour delle principali attrazioni a prezzi stracciati, soprattutto in inglese.

Prima di partire temevo che il rigido inverno polacco ostacolasse i miei movimenti; per fortuna ho avuto bel tempo e temperature identiche a quelle italiane. La Polonia fa parte dell’U.E., la moneta corrente è lo zotly, pari circa a 4,35 euro: i prezzi sono convenienti, sia per gli alloggi che per il resto: si può cenare bene al ristorante con una dozzina di euro e gli ingressi ai musei costano in media 3/4,00 euro.

Cracovia è una città relativamente giovane, se paragonata alle nostri centri di fondazione antica. Risale circa al VII secolo e le sue origini sono ammantate dalla famosa leggenda del drago, simbolo onnipresente in città. Per tre secoli capitale delle Polonia, nel 1595 deve cedere il titolo a Varsavia. Rispetto a questa, ricostruita in gran parte dopo l’ultimo conflitto mondiale, Cracovia ha conservato però un centro storico intatto e originale.

Appena scesa dal taxi, la Piazza del Mercato, Rynek Główny, si apre, spettacolare e fastosa, davanti a me. Vivace baricentro della città, Rynek è uno spazio immenso, dove si sposano diversi stili architettonici, il tutto ammantato dal tipico fascino dell’est. Mi trovo nel cuore della Città Vecchia o Stare Miasto, dichiarata patrimonio UNESCO già nel 1978. Chiusa al traffico, è facile e piacevole da esplorare a piedi; solo qualche tram circola in un paio di vie a sud della piazza. La perfetta armonia della zona non è frutto del caso; infatti la città fu ricostruita ex-novo dopo la terribile invasione dei Tartari, che la saccheggiarono, radendola al suolo nel 1241. Poco dopo la Città Vecchia fu riedificata dai superstiti, tenendo a modello l’ordinata disposizione del castrum romano, con spazi ampi ed ariosi. Nell’Ottocento, per sostituire la vecchia cinta muraria distrutta dagli Austriaci, il Planty, un magnifico anello verde, viene inserito a circondare Stare Miasto

  • 26688 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social