Tour della Corsica in campeggio: l'est, il sud e l'ovest

Quattordici giorni in campeggio nella meravigliosa isola francese con tappa a Porto Vecchio, Bonifacio e Ajaccio.. tra paesaggi spettacolari e mare meraviglioso

  • di Noemuccia
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Questa vacanza in Corsica è stata la prima esperienza in campeggio per me e il mio ragazzo e si è rivelata molto positiva, quindi la ripeteremo sicuramente in futuro.

Essendo entrambi giovani e con pochi soldi a disposizione abbiamo optato per questa alternativa low cost e siamo riusciti a spendere 1200 € in due per 14 giorni di vacanza (in questa cifra vi è incluso anche il costo del materiale da campeggio, quasi 200 €, che abbiamo dovuto comprare perché ne eravamo completamente sprovvisti).

GIORNO 1 (6 AGOSTO 2014)

Partenza alle 3 di notte belli carichi dalla provincia di Bergamo: direzione Livorno; il nostro bolide, una Fiesta soprannominata Fofy è carica quanto noi (lei nel vero senso della parola) ma nonostante ciò ci servirà fedelmente per tutta la vacanza. Giungiamo al porto alle 6.30 circa e dopo un quarto d'ora siamo già imbarcati nonostante la partenza fosse prevista per le 8. Viaggiamo con la compagnia Moby sia all'andata che al ritorno sulla tratta Livorno-Bastia. I biglietti li abbiamo comprati online un mese prima della partenza pagandoli 195 €. Partenza puntuale ma arrivo con due ore di ritardo per problemi ai motori, così, complice una lunga ora necessaria allo sbarco, torniamo con i piedi a terra alle 15,30 anziché poco dopo mezzogiorno (la traversata regolare è di quattro ore).

A causa del ritardo decidiamo di non dirigerci subito verso la nostra prima tappa (Porto Vecchio) e ci fermiamo poco a sud di Bastia nel camping San Damiano. Non avendo prenotato nessuno dei nostri camping tutte le piazzole con l'elettricità erano già esaurite, ma con un po' di ingengo ce la siamo cavata anche senza frigorifero e corrente per gli aggeggi elettronici (che caricavamo dall'auto quando necessario). Montiamo la tenda e passiamo il resto del pomeriggio alla spiaggia del camping che è un po' bruttina ma ne eravamo consapevoli perché la zona nord vicino a Bastia non è tra le migliori dell'isola, ma l'acqua è piacevolmente calda e la giornata finisce tranquilla.

GIORNO 2 (7 AGOSTO 2014)

Ci svegliamo presto perché dobbiamo smontare la tenda e non siamo ancora molto esperti, infatti ci impeghiamo quasi un'ora. Paghiamo il campeggio (26 € a notte per una tenda, due persone e un'auto) e alle 9 partiamo per raggiungere la zona di Porto Vecchio. A causa di molte code ci mettiamo circa 4 ore a percorrere 115 km. Arriviamo a una ventina di km a nord di Porto Vecchio all'ora di pranzo, quindi cerchiamo un campeggio e ci fermiamo. Il camping in questione è U Pinarellu e anche per oggi ci accontentiamo della spiaggia vicina che è già più carina della precedente, con l'acqua più limpida ma sempre tiepida. La scelta del campeggio si rivelerà non proprio ottimale perché faremo molti km in auto per raggiungere le spiagge che volevamo vedere sprecando molta benzina (che comunque costa molto meno che in Italia: abbiamo visto prezzi andare dall'1,51 in centro alla Corsica all'1,65 sulle coste).

GIORNO 3 (8 AGOSTO 2014)

Oggi finalmente riusciamo a raggiungere una delle spiagge verso cui nutrivamo, io soprattutto, più aspettative... ma ne rimaniamo parzialmente delusi. La meta è Palombaggia che in internet veniva descritta come una spiaggia dalle acque cristalline, un mare caraibico con l'unica pecca di essere super affollata in alta stagione. Noi abbiamo trovato tantissimo spazio libero e il mare non era così stupefacente, certamente bello ma ci aspettavamo di più.

GIORNO 4 (9 AGOSTO 2014)

Anche oggi raggiungiamo una delle spiagge che ci ispiravano di più, Santa Giulia, che in rete aveva la stessa descrizione di Palombaggia. Il mare al mattino è veramente bellissimo ma al pomeriggio diventa più torbido e anche la spiaggia è più affollata ma per essere pieno Agosto c'è comunque un discreto spazio. Lasciamo la spiaggia nel pomeriggio per tornare alla nostra base che distava circa 40 km e dopo esserci lavati e cambiati ripartiamo per dirigerci verso Porto Vecchio. Il centro della cittadina è molto vivo, pieno di ristoranti, locali, creperie, negozi di souvenirs ecc... noi decidiamo di fare un giro del centro per confrontare i prezzi dei ristoranti, non molto economici, prima di scegliere. Alla fine optiamo per un ristorantino con un'ampia finestra sul porto e spendiamo 30 € per due primi e una bottiglia d'acqua (il litro costa quasi 5 €). Poco dopo ci fermiamo anche a mangiare una crepe in un'altra viuzza del centro.

GIORNO 5 (10 AGOSTO 2014)

La meta di oggi è il Golfo di San Cipriano che si rivela più affascinante delle spiagge già viste. Se si continua a camminare oltre la spiaggia principale se ne raggiunge un'altra, quasi completamente deserta dalla quale siamo partiti con maschera e boccaglio per fare un giro intorno agli scogli ed ammirare il fondale. Qui troviamo veramente pace e tranquillità e trascorriamo parte della giornata ad ammirare la vastità del mare che si apre oltre il golfo dagli scogli che abbiamo raggiunto nuotando. La sera sistemiamo il nostro equipaggiamento perché la mattina dopo ci aspetta un'altro trasloco

  • 48662 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social