Andiamo di Corsi...ca

Tour di una settimana... dal nord al sud dell'isola francese

  • di paolobarbara
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Il nostro tour parte con un traghetto da Savona alle ore 23 e attracca a Bastia alle ore7,00 (246 euro A/R con auto e cuccetta all’andata). Procedendo verso sud in senso orario, dopo circa 2h e mezza di guida su strade scorrevoli, raggiungiamo Porto vecchio.

Porto Vecchio voto 8 e mezzo: bella, giovane e animata città.

Viste le difficoltà a trovare una camera disponibile, optiamo per uno dei numerosi campeggi ben attrezzati in zona Palombaggia (tenda). Costo per una notte 30 euro.

Pomeriggio dedicato alle spiagge di Palombaggia e Santa Giulia. Voto 7: belle e sabbiose ma particolarmente affollate nonostante sia luglio.

Mattina successiva direzione Bonifacio. Decidiamo di alloggiare nell’entroterra, esattamente a Caldarello ( 15 Km da Bonifacio). Voto 8: tipico e fresco paese dell’entroterra corso, con il suo campo per il gioco della petanque e i suoi piccoli negozi alimentari. Qui troviamo una camera pulita e graziosa con bagno a 80 euro al giorno.

Circa 20 km più a nord vi è la spiaggia di Roccapina. Voto 8 e mezzo. Stupenda. Raggiungibile su strada sterrata e sconnessa a sinistra dell’Hotel Coralli; non vi è servizio bar per cui attrezzarsi con acqua e viveri.

Nel tardo pomeriggio spiaggia della Tonnara. Voto 7 e mezzo: spiaggia ventosa per chi ama il windsurf ma affollata; incamminandosi a sinistra oltre la spiaggia principale, si possono però incontrare piccole e più riservate calette.

Serata e cena a Bonifacio voto 8 e mezzo. Unica. La parte alta della città è ricca di bar e ristoranti: cena a base di soupe corsa e assaggi di formaggi alla “Cantina Doria”, voto 8. Qui in città si parcheggia solo a pagamento.

Giorno successivo gita a Lavezzi (prenotata la sera precedente a 35 euro a testa con parcheggio dell’auto incluso) voto 9+. Impedibile. I traghetti partono ogni ora dal porto di Bonifacio e attraccano a quest’isola selvaggia e disabitata in mezz’ora circa. Al ritorno prevedono un tour di circa un’ora lungo le coste dell’isola di Cavallo e di Bonifacio. Sull’isola, lungo semplici sentieri, si raggiungono diverse calette. La migliore Cala Aragona. Spiagge bianche, mare cristallino e un sacco di pesci che ti nuotano attorno.

Mattino successivo direzione Porto Marina. Dopo 3 ore di guida su strade tortuose ci fermiamo a PIANA ( 11 km da Porto) in una pensione sulla strada a 60 euro la notte. Voto 8: piccola e tranquilla località di montagna, a due passi dalle Calanque. Calanque: voto 9. Incantevoli.

Da Piana si raggiunge facilmente con l’auto la spiaggia di Ficajola (c’è anche un sentiero percorribile a piedi ). Voto 9. Piccola e riparata baia circondata da porfido rosso.

Serata a Porto Marina, voto 7 e mezzo: deliziosa ma molto tranquilla. Lungo la strada al tramonto con lo sfondo delle Calanque abbiamo scattato le foto più belle della vacanza.

Seguendo la litoranea, lunga trafficata e piena di curve, dopo 3 ore giungiamo a Saint-Florent. Solo dopo varie peripezie troviamo un hotel (60 euro a notte) lungo la strada che và al paese di Patrimonio.

A pomeriggio inoltrato ci spingiamo verso il famoso “dito” della Corsica e dopo 15 km facciamo tappa a Nonza. Dal paese parte una scalinata, “ la scalinata del vecchio convento “ che porta appunto ad un vecchio convento arroccato ad una scogliera isolata dove fermarsi a fare il bagno. Voto 8.

Per il tramonto scegliamo la spiaggia di Nonza tranquillamente raggiungibile in auto. Voto 7 e mezzo: enorme distesa fatta di ciottoli neri che la rendono una delle spiagge più caratteristiche dell’isola

  • 12980 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social