Corsica con i mezzi pubblici, impresa (quasi) possibile

Sulla costa ovest dell'isola con... con i tempi dei mezzi pubblici

  • di roberta_adriani
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Io e il mio compagno partiamo da Firenze alle 4.30 per prendere il traghetto delle 8 dal porto di Livorno (che raggiungiamo con un taxi dalla stazione 13 euro). La decisione di lasciare l'auto a casa deriva dall'idea di fare un viaggio rilassato, con i tempi dei mezzi pubblici, e non una corsa a vedere il più possibile... utilizzando anche il tempo degli spostamenti per godere davvero del paesaggio e non a preoccuparci delle curve e del parcheggio a pagamento. La traversata scorre tranquilla, ci creiamo uno spazio nostro con le stario sul ponte per leggere e ammirare il mare e sonnecchiare, in prossimità della Corsica abbiamo la fortuna di vedere anche due delfini che giocano sulla scia della nave. Arriviamo in perfetto orario, e non dovendo aspettare che inizi il gioco di tetris per far uscire i mille veicoli nella stiva.... scendiamo dalla scaletta ancor prima che la prima macchina abbia acceso il motore! (evviva!). Lasciamo i bagagli al deposito alla stazione e.... Via, partenza alla scoperta della città, che inaspettatamente mi affascina un sacco, decadente, scrostata, viva... giriamo per Terra Vecchia e Terra Nuova ci attardiamo in piazza Saint Nicolas e ci dirigiamo alla cittadelle per pranzo (31 eur in 2) da chez Vincent (io mi pappo un paio di kg di cozze al cap corse favolose!)...

Continuiamo a girovagare sul lungomare, poi torniamo a recuperare i bagagli... proprio davanti alla stazione ferroviaria parte il bus per Calvi (17:30 16 eur a testa). L'autista è un vero personaggio corso, logorroico, simpatico, un po' pazzo! Bella la strada che sale e scendo, regalando bei paesaggi ma non è ancora niente.

Arriviamo a Calvi per le 19 circa e raggiungiamo l'hotel belvedere prenotavo da casa....un po costoso, ma la posizione è favolosa: proprio davanti alla bellissima cittadelle di Calvi. Usciamo per cenare allo Chalet du port (30 eur in due) e ci facciamo una bella passeggiata sul lungomare. Calvi è piena di gente e un po' turistica con mille bar e ristoranti uno dopo l'altro quello che scegliamo noi è defilato, accanto all'attracco delle navi, sotto la cittadella.

La mattina dopo ci alziamo presto e facciamo colazione a una bulangerie vicino la stazione. Quindi prendiamo il treno delle spiagge! Un trenino che collega tutte le spiagge della zona; molto pittoresco. Noi scegliamo sant Anbroggio che non è granché ma da li ci avviamo in un percorso a piedi che ci porta fino ad algajiola permettendoci di scoprire delle caletta a dir poco favolose!! bella camminata anche se decisamente caldo! Torniamo con l'ultimo treno dopo aver girellato per algajola e fatto un paio di bagni alla bella spiaggia di sabbia dorata. Tornati a Calvi ci fermiamo in un supermercato compriamo un paio di cose e la sera ceniamo con un bel panino seduti a guardare il tramonto sui bastioni della cittadella.

La mattina dopo rifacciamo armi e bagagli e... ce li portiamo in spiaggia (quella cittadina di Calvi che è molto bella) e aspettiamo il primo pomeriggio per prendere il bus per Porto...(16 a testa). La strada è favolosa... tutta curve, inerpicata per le montagne con scorci sul mare di tant in tanto....arriviamo e ci sistemiamo all'hotel Le Vaita preso da casa (bello e economico) e corriamo alla spiaggia accanto alla torre (quella cittadina in pratica...) che ci è piaciuta tantissimo! bel bagno birretta al tramonto poi doccia e cena a le Sud (57 in due) e altra bella mangiata di pesce... il mio compagno invece sceglie il cinghiale anch'esso buonissimo..

  • 12029 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social