Tra leggende, cattedrali e luoghi incantati di Cornovaglia, Devon, Somerset e non solo

Castelli, torri e cattedrali, grotte misteriose, alte scogliere e baie nascoste di sabbia bianca e mare cristallino

  • di alvinktm
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Castelli, torri e cattedrali, grotte misteriose, alte scogliere e baie nascoste di sabbia bianca e mare cristallino. Questo e altro ancora nel viaggio on the road dall'Hampshire fino agli angoli più estremi e meravigliosi della Cornovaglia, accompagnati dalle leggende di Re Artù e Merlino.

Fin dall'aereo, guardando dal finestrino quella miriade di campi incastonati tra appezzamenti boschivi, avevamo capito di atterrare su una terra magica. Strade strette e tortuose disegnate tra due alte pareti di terra ricoperte d'erba ci avrebbero condotto in luoghi incantati. Castelli, torri e cattedrali, grotte misteriose, alte scogliere e baie nascoste di sabbia bianca e mare cristallino. Questo e altro ancora nel viaggio on the road dall'Hampshire fino agli angoli più estremi e meravigliosi della Cornovaglia, accompagnati dalle leggende di Re Artù e Merlino.

DALL'AEROPORTO DI BRISTOL A TORQUAY

La prima tappa del nostro viaggio è Wells nel Somerset, dove l'imponenza della sua cattedrale con la perfezione delle statue medievali incastonate nelle diverse nicchie sulla facciata ovest, ci lasciano senza parole. Due alte torri affiancano l'ingresso principale che si apre sotto una serie di archi acuti e girando intorno all'edificio potrete godere appieno della sua bellezza. Entrando nel chiostro comincerete ad assaporare la sacralità della cattedrale che troverà il suo culmine ai piedi degli enormi archi a forbice medievali i quali sostengono la torre, impedendo lo sprofondamento delle fondazione. Il legno intagliato delle sedute del coro attirerà la vostra attenzione, così come la sala capitolare a pianta ottagonale che si raggiunge grazie ad una gradinata curva dalle pedate consumate per il passaggio nei secoli di devoti e canonici. Vale la pena anche fare quattro passi nelle viuzze dalle abitazioni in stile Diagon Halley di Harry Potter che si diramano dalla cattedrale e osservare il tipico edificio inglese del college in mattoncini rossi.

Consigliatissimo. Lasciamo Wells accompagnati da un magnifico sole estivo e raggiungiamo Glastonbury, piccolo paese anch'esso nel Somerset famoso per i resti della sua Abazia e della torre in cima alla collina. Quello che rimane delle cattedrale giace all'interno di un'ampio parco, tra il verde brillante dell'erbe accuratamente tagliata. Le suggestive rovine ci fanno immaginare come si presentava l'imponente edificio fino al 1539, quando purtroppo fu completamente distrutto. Camminare sul morbido prato immersi in questo grande libro di storia a cielo aperto è rilassante ed emozionante allo stesso tempo. Se poi ai fatti realmente accaduti ci aggiungiamo un po' di magia, il luogo diventa ancor più affascinante. Pare infatti che qui riposino i resti del leggendario Re Artù con quelli dell'amata moglie e regina Ginevra e una domanda ci frulla nella testa: chissà se hanno vissuto come i racconti ce li descrivono. E' sicuramente affascinante pensare che sotto i nostri piedi si trovino le loro tombe in quella che un tempo era la famosa Avalon, una collina circondata da paludi e canali sopra la quale si apriva il passaggio per il mondo degli inferi (o almeno così dice la credenza).

Consigliatissimo. Dopo la rilassante passeggiata tra le rovine dell'abbazia di Glastonbury ci aspetta il ripido sentiero che corre lungo i fianchi scoscesi ricoperti di erba di un promontorio vicino e conduce alla Galstonbury Tor. La torre ci osserva dall'alta per tutto il percorso beffandosi della nostra fatica, che alla fine è ampiamente ripagata con la splendida vista a 360 gradi sulla verde e ordinata campagna del Somerset. Ci stendiamo al sole per riprendere fiato e goderci la meritata ricompensa; vogliamo imprimerci nella mente più particolari possibili dello splendido panorama

  • 24593 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social