Magica Copenaghen

Soggiorno low cost nella spettacolare capitale danese

  • di Nicoletta ت Colomban
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

18.04.15

Pronti, via! L'aereo comincia a muoversi, il rumore dei motori cresce, cui sentiamo schiacciare contro i sedili, le orecchie si chiudono... un nuovo viaggio sta iniziando, stiamo volando verso Copenhagen!

Ryanair anche questa volta è puntuale e precisa, nonostante la modestissima cifra di 57 euro per un volo a/r da Bergamo. Il nuovo collegamento con l'aeroporto di Kastrup, vicinissimo al centro città (solo 15 minuti di treno) ci ha valso questo prezzo eccezionale.

Anche per l'hotel abbiamo approfittato di una ottima offerta sul sito Travelrepublic, grazie al quale abbiamo prenotato l'hotel Nebo (Istedgade 6, posizione centralissima a 2 minuti dalla stazione) a 72 euro a notte con la colazione e il bagno privato.

Il volo atterra puntuale, e noi per prima cosa preleviamo 1000 corone dal Bancomat e acquistiamo la Copenhagen card per 3 giorni. Poi corriamo al binario 2 per prendere il treno Or che ci porta alla bellissima stazione centrale. La prima impressione di questa città è di ordine, organizzazione, cortesia, e la stazione è così bella da sembrare un castello, costruito in mattoni rossi!

Alle 16.30 siamo all'hotel e facciamo il rapido check-in, lasciamo i bagagli e partiamo alla ricerca della Sirenetta, che si trova al porto di Nyhavn, a circa 50 minuti di cammino dall'hotel. Ovviamente ci mettiamo circa il doppio, perche' ci perdiamo tra mille cose, incantati dall'atmosfera della città.

Prima di muoverci però facciamo una tappa al 7eleven sotto all'hotel per un trancetto di pizza dal'onesto prezzo di 4 euro, poi percorriamo tutto lo Stroget con i suoi negozi, notando una certa influenza americana nell'alimentazione (molti fast food e moltissimi ristoranti che servono hamburger) così come nei negozi d'abbigliamento (molti marchi come H&M, Topshop...). In realtà ci aspettavamo più pulizia, ma la folla è tanta, I turisti e gli homeless pure, e la spazzatura non manca, così come i graffiti. Nonostante ciò la città mantiene la sua identità e un fascino molto accogliente.

Arrivati a Kongens Nytorv, piazza al termine dello Strøget, la troviamo purtroppo completamente nascosta da un cantiere enorme, così proseguiamo pe ril canale Nyhavn e qui troviamo la Copenhagen che ci aspettavamo... le luci del tramonto scaldano i colori delle casette colorate, tantissime persone si rilassano nei locali all'aperto, la musica avvolge l'atmsfera.

Proseguiamo per il porto passando attraverso i curatissimi giardini di Amalienborg, qui nonostnte il vento freddo e costante, tanta gente corre o passeggia.

Raggiungiamo finalmente la celebre statua della Little Marmaid, ma restiamo un po' delusi: la posizione non la valorizza di certo, e le lunghe file di gente che si arrampicano sui sassi per farci la foto accanto la sviliscono ulteriormente.

Facciamo uno scatto veloce col cellulare (la batteria della reflex, mannaggia, è scarica! Ma come ha fatto a dimenticare quella di scorta?!) e ci dedichiamo alla visita della chiesetta di St. Alban che, nella calda luce del tramonto e circondata da alberi in fiore, sembra una visione d'altri tempi.

Giriamo ancora un po' per i bei giardini del Kastellett poi decidiamo di prendere un bus acquatico per vedere l'Opera, incredibile costruzione all'avanguardia che un po' stona con le romantiche abitazioni tradizionali che la circondano, poi scendiamo e riprendiamo il cammino fino al parco di Tiivoli, aperto da pochi giorni. L'atmosfera di questo antico parco è favolosa: luci colorate, fontane, giostre e ristorantini eleganti si alternano con armonia ed eleganza. Un pavone ci sorprende passeggiando libero, alcune paperette e poche persone si aggirano per le stradine.

Cominciamo ad essere stanchi così usciamo dal parco in direzione dell'hotel, prima di arrivarci notiamo un ristorante che per circa 11 euro offre insalate e pizza a buffet. Non ci pensiamo 2 volte, riempiamo le pance di strane pizze ricchissime di ingredienti e verdura fresca, ci rilassiamo e un minuto dopo siamo in hotel per una rigenerante doccia calda

  • 12307 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social